€ 18.70€ 22.00
    Risparmi: € 3.30 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Le carte piene di sogni. Testi e lettori in età moderna

Le carte piene di sogni. Testi e lettori in età moderna

di Marina Roggero


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Il Mulino
  • Collana: Saggi
  • Data di Pubblicazione: maggio 2006
  • EAN: 9788815110220
  • ISBN: 8815110224
  • Pagine: 282
  • Formato: brossura

Descrizione del libro

Nell'Italia moderna gli analfabeti erano una maggioranza schiacciante e la circolazione della stampa era controllata e vista con sospetto. Ciò nonostante anche popolani, donne e bambini riuscivano a entrare in contatto con i libri. La ricerca fa emergere una tortuosa "via italica" all'universo dei libri. Le difficoltà frapposte alla lettura individuale favorirono infatti altre forme di fruizione, puntellate da memoria, voci e immagini, in grado di avvicinare anche gli illetterati a grandi autori come Tasso e Ariosto. Proprio il caso delle storie cavalleresche, conosciute e amate nelle corti come nelle locande, lette a veglia e narrate dai cantastorie, mostra come spezzoni di opere famose, mescolati magari alle leggende popolari, riuscissero a propagarsi.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Le carte piene di sogni. Testi e lettori in età moderna acquistano anche Centro e periferia in Terra d'Otranto tra XVI e XVIII secolo. Nobili, notabili e vassalli a Lecce e nel basso Salento di Lorenzo Palumbo € 17.36
Le carte piene di sogni. Testi e lettori in età moderna
aggiungi
Centro e periferia in Terra d'Otranto tra XVI e XVIII secolo. Nobili, notabili e vassalli a Lecce e nel basso Salento
aggiungi
€ 36.06

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Le carte piene di sogni, 02-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Interessante studio sul rapporto del popolo italiano dei secoli scorsi col libro: il testo si sofferma soprattutto sulla conoscenza e la pratica che gli strati meno o per nulla alfabetizzati della popolazione avevano dei poemi cavallereschi, anche di sommi autori come Ariosto e Tasso, e col teatro musicale e di prosa, nonostante la diffidenza dei dotti e della Chiesa, e attesta una notevole permeabilità tra la cultura alta e quella della gente comune, non solo in ambito urbano, ma perfino nelle zone rurali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Altri utenti hanno acquistato anche:

Ultimi prodotti visti