€ 9.40€ 10.00
    Risparmi: € 0.60 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Blackout

Blackout

di Gianluca Morozzi


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: TEA
  • Collana: Teadue
  • Data di Pubblicazione: aprile 2014
  • EAN: 9788850234615
  • ISBN: 8850234619
  • Pagine: 202
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Un torrido ferragosto a Bologna. Per un blackout tre persone si trovano chiuse in un ascensore: Claudia, studentessa omosessuale che per finanziarsi gli studi fa la cameriera in una tavola calda; Tomas, residente in quel condominio; Ferro, proprietario di una discoteca, efferato serial killer. Ferro non abita in quel condominio, ma vi ha un pied-à-terre che usa per seviziare e torturare le sue vittime. E in quella afosa giornata, Ferro stava proprio raggiungendo una sua vittima, precedentemente incatenata a una sedia. Nessuno dei tre riesce a comunicare con l'esterno, il condominio è deserto per il ferragosto e le loro grida rimbombano nel vuoto. I pochi metri che i tre devono dividersi diventano sempre più angusti, l'aria irrespirabile...

I libri più venduti di Gianluca Morozzi

Tutti i libri di Gianluca Morozzi

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Blackout acquistano anche Radiomorte di Gianluca Morozzi € 8.46
Blackout
aggiungi
Radiomorte
aggiungi
€ 17.86

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Blackout e condividi la tua opinione con altri utenti.


Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Sorprendente, 19-06-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro tascabile estremamente piacevole e sorprendente. Acquistato per la trama curiosa letta sul retro in libreria, si è rivelato migliore di quanto mi aspettassi. La capacità descrittiva di Morozzi è invidiabile, soprattutto nella descrizione degli stati d'animo e dei pensieri più profondi dei diversi personaggi, siano essi i tre protagonisti o i comprimari che, per qualche motivo, gli girano intorno. Il libro è tanto piacevole che, se potessi, lo ricomprerei, anche se non è adatto agli ansiosi e ai claustrofobici.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Italian pulp, 26-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Gran bel thriller claustrofobico e pulp, questo di Morozzi. Anche divertente, perché no? Il personaggio di Aldo Ferro è stupefacente, uno psicopatico da ricordare. Gli altri due, la studentessa lesbica e il ragazzino, sono due comprimari niente male. E anche se tutti, alla fine, sono degli stereotipi, le psicologie sono molto ben curate.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Blackout , 21-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo che porta un aria di novità nell'asfittico mondo dei gialli italiani. Ho apprezzato molto i capitoli iniziali con cui l'autore ci ha presentato singolarmente i tre personaggi principali, si è dato il tempo di caratterizzarli in maniera ottimale, di descrivere la loro vita, i loro pensieri, le loro pulsioni, i desideri e gli obiettivi che li aspettano alla fine della loro giornata. Aver dedicato loro un singolo capitolo per ognuno prima dell'incontro in ascensore credo sia stato un tocco di abilità e furbizia insieme. Doverli caratterizzare nella loro interezza solo nella situazione che hanno vissuto sarebbe stato difficile visto la condizione estrema che hanno dovuto vivere. In questo modo, invece, l'attenzione si è potuta soffermare solo sull'aspetto di costrizione psicologica, di deriva mentale che ha attanagliato i tre protagonisti nella loro agonia, sfruttando, anzi, le informazioni precedenti per motivare e giustificare tutto quello che hanno vissuto e pensato in quelle ore di prigionia. Questo ha permesso di creare capitoli pieni di asfissia e tensione, capitoli che ho trovato la parte migliore dell'intero libro, dove la diffidenza e la forzata conoscenza iniziale ha lasciato il posto all'esasperazione emotiva, all'annichilimento razionale, all'azzeramento personale dei tre. Sulla parte finale invece mantengo qualche perplessità. Io credo che chi, come e più di me, ha letto decine di thriller, già leggendo il capitolo INTERLUDIO: WILMO riesce a immaginare cosa sta dietro all'idea della storia stessa, io almeno l'ho intuito e non ne sono rimasto sorpreso. Morozzi è bravo, ha talento, è giovane, e ha scritto un libro che per tre quarti mi è piaciuto parecchio, per cui io consiglio senza riserve la sua lettura, anche perchè trovo importante che ci siano nuovi scrittori a dare linfa a un settore già di per sé così bistrattato e che avrebbe davvero bisogno di continue iniezioni di talento e qualità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Brutto finale, 12-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Sei claustrofobico? Non leggere questo libro. Allontanati correndo perché questo libro è come una morsa intorno al collo. C'è un ascensore bloccato e dentro tre sconosciuti. Un ragazzo, una ragazza ed un uomo. Tutti all'apparenza normali e allo stesso tempo strani. Tutti con un segreto e tutti col terrore dell'altro. Tutti meno uno. Questo libro ti tiene incollato al testo e alla trama perché vuoi capire cosa succede, vuoi capire come va a finire, dove va a parare lo scrittore.
Tutto bello, tutto congeniato al massimo. Tutto tranne il finale, di una scontatezza che fa più paura di tutto il resto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1Blackout, 25-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Quando l'ho letto mi ha ricordato vagamente "Io uccido", ma è oggettivamente inferiore. La storia non è male, è anche abbastanza intrigante, ma ha veramento un brutto sviluppo, non c'è un personaggio a cui affezionarsi, è tutto basato sulla violenza gratuita.
Non lo consiglio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Blackout (10)


Prodotti correlati

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti