€ 10.20€ 12.00
    Risparmi: € 1.80 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Il bambino che sognava la fine del mondo
€ 12.00 € 11.28
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Il bambino che sognava la fine del mondo

Il bambino che sognava la fine del mondo

di Antonio Scurati


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Bompiani
  • Collana: Tascabili narrativa
  • Data di Pubblicazione: luglio 2018
  • EAN: 9788845298455
  • ISBN: 8845298450
  • Pagine: 288
  • Formato: brossura
  • Ean altre edizioni: 9788845262418

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Una strana telefonata arriva alla stazione di polizia, un bambino racconta l'uccisione della madre per mano del padre. In realtà il suo è sonnambulismo che lo porta a sognare spesso la fine del mondo. Trent'anni dopo un terribile sospetto aleggia su una città del Nord Italia: i bambini di una scuola materna accusano gli adulti di azioni orribili. Ben presto, amplificato da giornali e televisioni, il contagio della paura si allarga fino a coinvolgere tutta l'Italia. Nella stessa città un professore universitario è incaricato da un importante giornale di un'inchiesta sul "caso che ha messo l'Italia sotto scacco". Dopo un'iniziale resistenza, sarà ben presto risucchiato nel gorgo della cronaca nera fino a scoprire quanto sia sottile il discrimine tra vittima e carnefice, accusato e accusatore. Feroce critica del mondo dei media ma anche racconto partecipe di una società regredita alle paure dell'infanzia, il romanzo affronta la crisi delle istituzioni, ingaggiando un corpo a corpo con i nostri fantasmi più profondi.

Tutti i libri di Antonio Scurati

Voto medio del prodotto:  2.5 (2.5 di 5 su 2 recensioni)

2Anonimo, 01-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro poco coinvolgente, estremamente sofferente e poco entusiasmante. Privo di colpi di scena e di snodi che permettono al romanzo di riscattarsi dalla totale litania iniziale. Lo stile è indubbiamente piacevole, semplice ed estremamente asciutto ma per quanto possa essere fluido non coinvolge per nulla il lettore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Solo dolore e nient'altro, 15-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro capace di trattare con semplicità una tematica forte come l'abuso minorile, con stile quasi giornalisticocronistico. Riesce a regalare forti emozioni ma anche riflessioni su una tematica che prende spunto dalla realtà di tutti i giorni. Tuttavia se da un lato questo si propone come un punto a favore del libro, dall'altra parte l'assoluta assenza di phatos non convince tutti i lettori. Spesso al finale si arriva dopo una lunga scalata che sembra di aver causato solo dolore e nient'altro
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2Puro intento propagandistico, 24-08-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un caso di conclamata pedofilia che si trasforma in una sorta di epidemia collettiva in cui tutti , vengono contagiati prima di scoprire la verità.
Con i dovuti accorgimenti, lo scrittore ne approfitta della sua abilità ricalcando la vicenda di Rignano. Non me ne voglia ma non può solo l'"argomento" definire la qualità di un'opera. Bisognerà pur distinguere se nasce da un’ispirazione geniale o da un intento propagandistico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4pensavo meglio, 10-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Pensavo meglio .. la storia di questo bambino che denuncia i crimini dei genitori e poi sogna la fine del mondo non e' stata coinvolgente come mi aspettavo. Certo il libro ci fa ragionare su argomenti interessanti ed attuali in particolare temi della cronaca nera, e sottolinea la sottile la linea che separa la vittima dal carnefice, l'accusato dall'accusatore. Ma in complesso non mi ha soddisfatto. Comunque leggetelo
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4emozionante..., 07-08-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Veramente attuale, durante la lettura si trovano spunti di riflessione interessantissimi sull'epoca in cui viviamo. In particolare mi hanno coinvolto le riflessioni sulla "violenza" e su come i mass media interpretano i fatti...
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Prodotti correlati

Ultimi prodotti visti