€ 9.35€ 11.00
    Risparmi: € 1.65 (15%)
Disponibilità immediata

Disponibile in altre edizioni:

Assassino senza volto. Le inchieste del commissario Wallander vol.1
€ 12.50 € 11.75
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Assassino senza volto. Le inchieste del commissario Wallander vol.1

Assassino senza volto. Le inchieste del commissario Wallander vol.1

di Henning Mankell


Disponibilità immediata

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Un giorno di gennaio, in un paese della Scania, nel Sud della Svezia, un contadino scopre che i suoi anziani vicini sono stati assaliti e picchiati barbaramente. Kurt Wallander accorre subito sul luogo del crimine e trova la coppia in una pozza di sangue. L’uomo è stato colpito a morte ma la donna respira ancora e, prima di morire, gli sussurra all’orecchio due parole: «Straniero, straniero.» Una fuga di notizie e gli abitanti della zona organizzano subito una caccia all’uomo. E mentre indaga sulla misteriosa doppia vita dell’ucciso, il commissario Wallander deve anche arginare la loro determinazione a farsi giustizia da soli.

Tutti i libri di Henning Mankell

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 11 recensioni)

3Noir freddo… in tutti i sensi, 21-04-2016, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Venticinque anni son trascorsi da quando Mankell ha scritto questo romanzo e si sentono tutti, anche se, come fanno notare altri che mi hanno preceduto, i temi sono piuttosto attuali. La Svezia non era ancora in ginocchio, ma i guasti erano nell'aria, la convivenza con gli stranieri e il loro sfruttamento nelle mansioni in nero viene messo in primo piano nel libro. La storia, se vogliamo, è banale, scorre lenta, infarcita di errori da parte degli inquirenti e Mankell è bravo a sottolinearlo. Wallander, il protagonista, è un commissario di quarantatré anni, separato, con una figlia che non si cura di vederlo, con un padre verso la demenza senile e con i fantasmi delle sue femmine che lo perseguitano. Vorrebbe calarsi nel detective perfetto, ma deve fare i conti con la tendenza al bere che lo attanaglia, unico rifugio per le sue disgrazie. Tormentato, le vicende personali prendono spesso il predominio sulla storia gialla, non sempre con ritmo. Si alza solo nel finale e quasi per caso. Come capita spesso anche in Italia un colpo di fortuna aiuta gli inquirenti. Primo romanzo con il commissario Wallander, il personaggio risulta già ben abbozzato. Molto gradevole nella lettura, manca solo di ritmo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Kurt Wallander, eroe della porta accanto, 18-11-2015, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Acquistato quasi per caso, ho cominciato a leggerlo con un pò di scetticismo, poi invece mi sono appassionato e mi è piaciuta sia la storia come giallo, che il racconto dell'uomo Kurt Wallander. Differentemente dai classici eroi americani, Kurt è un uomo che ha grandi responsabilità al lavoro, ma che, come tutti noi, ha i suoi problemi personali(malattia del padre, separazione dalla moglie, ricerca di un nuovo amore, ecc); questa è forse la caratteristica del libro che mi è piaciuta di più: è un personaggio molto verosimile e credibile.
Ora leggerò anche il secondo racconto che riguarda l'ispettore Wallander, speriamo di non rimanere delusi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Un buon libro scelto per caso, 26-02-2015, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Come ultimamente mi capita, un libro scelto per caso si è rivelato l'occasione per leggere un buon libro. È il classico romanzo investigativo svedese, con al centro la figura dell'ispettore Wallander alle prese con un duplice caso di omicidio. Lo scrittore ha messo in luce tutte le fragilità di quest'uomo, separato da poco, intrecciandole con una storia investigativa che affronta temi delicati quali il razzismo nei confronti dei profughi. Non mancano piccoli colpi di scena sapientemente inseriti al termine dei capitoli. Di sicuro leggerò qualche altro libro di Mankell.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4La prima di Wallander., 10-07-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
È un bel personaggio – estremamente umano, con molti pregi e ancor più difetti – il commissario Wallander. Il romanzo ci racconta le sue vicende personali, oltre che il suo lavoro come detective all'interno di questo giallo di cui volutamente ci vengono raccontati tutti i particolari che vengono analizzati e le piste che vengono esplorate dallo stesso commissario e dalla sua squadra, anche quando si rivelano inutili oppure fallaci. In effetti sono tali anche per il lettore, ma questa è la scelta dell'Autore, in ossequio a una certa forma di realismo. Da menzionare uno dei temi dominanti della trama, cioè quello del controllo dell'immigrazione nella Svezia di vent'anni fa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Razzismo ovunque?, 08-12-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
E' il primo libro che leggo sulle avventure del commissario Wallander e mi è piaciuto molto. La figura del detective svedese risulta subito simpatica e umana; la storia è interessante e tratta gli argomenti molto attuali, anche se parla di una Svezia di 20 anni fa, dell'immigrazione e del razzismo. Certo risulta strano scoprire che in una Svezia quale noi la conosciamo sussistano gli stessi problemi con i quali noi ci confrontiamo nel nostro Paese. La trama è scorrevole ed il libro si legge con molta facilità, le indagini vengono condotte " da manuale" ed il loro esito è decisamente credibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Assassino senza volto. Le inchieste del commissario Wallander vol.1 (12)