€ 16.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Ascoltare e parlare. Manuale di comunicazione assertiva

Ascoltare e parlare. Manuale di comunicazione assertiva

di Paolo Marcato, Giovanna Alfieri, Luciana Musumeci


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: la meridiana
  • Collana: P come gioco
  • Edizione: 2
  • Data di Pubblicazione: maggio 2007
  • EAN: 9788861530164
  • ISBN: 8861530168
  • Pagine: 160
  • Formato: rilegato
  • Ean altre edizioni: 9788889197141

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Finti coniugi in finti tribunali, rissose tribune sportive del lunedì, del martedì, del mercoledì, grotteschi talk show...la comunicazione di massa mette continuamente in scena un teatro in cui il dibattito è solo un pretesto per monologhi con lo scopo di vincere sull'altro. Assertività si confonde con aggressività non perché fa rima ma perché nella nostra testa, in fondo, comunicare è equivalente ad annichilire l'interlocutore, spesso ridotto ad avversario. Abbiamo perso il piacere di conversare e dibattere. Il piacere di convincere. Ossia, di costringere il nostro interlocutore ad ammettere che l'altra tesi è migliore. E di agire la temibile arma della seduzione cognitiva. Ci sono molti volumi che parlano di tecniche di ascolto attivo; molti di più che parlano di comunicazione e di assertività; molti di meno che parlano di tutt'e tre assieme. Questo volume raduna quelle tre categorie sviluppando, in forma semplice e immediata, un percorso di apprendimento di capacità concrete legate alle dimensioni dell'ascolto attivo e della comunicazione assertiva, grazie anche a uno stimolante apparato di giochi e suggerimenti tecnici. Tutto ruota attorno a due contenuti centrali. La sequenza ascoltare-parlare, perché per convincere chi ci ascolta (l'uditorio e fors'anche il nostro interlocutore) abbiamo bisogno di capirne le ragioni. E poi il gioco, perché attraverso questa modalità si riscopre il gusto della conversazione e la comunicazione diventa quindi socialità e conoscenza.