€ 13.50
Fuori catalogo - Non ordinabile

Disponibile in altre edizioni:

Armi, acciaio e malattie. Breve storia del mondo negli ultimi tredicimila anni
€ 14.00 € 11.90
Disponibilità immediata
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Armi, acciaio e malattie. Breve storia del mondo negli ultimi tredicimila anni

Armi, acciaio e malattie. Breve storia del mondo negli ultimi tredicimila anni

di Jared Diamond


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Super ET
  • Traduttore: Civalleri L.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2006
  • EAN: 9788806183547
  • ISBN: 8806183540
  • Pagine: XII-400
  • Formato: brossura

Descrizione del libro

Perché gli europei hanno assoggettato gran parte degli altri popoli? Secondo Diamond le diversità culturali affondano le loro radici in diversità geografiche, ecologiche e territoriali sostanzialmente legate al caso. Armato di questa idea, l'autore può lanciarsi in un appassionante giro del mondo, alla ricerca di casi esemplari con i quali illustrare e mettere alla prova le sue teorie. Attingendo alla linguistica, all'archeologia, alla genetica molecolare e a mille altre fonti di conoscenza, Diamond riesce a condurre questo "tour de force" storico-culturale con sorprendente maestria, affiancando aneddoti personali a racconti drammatici o a spiegazioni di complesse teorie biologiche, che affronta con abilità di divulgatore.

Tutti i libri di Jared Diamond

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 10 recensioni)

4.0Breve storia del mondo , 03-05-2012, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Nonostante la vastità, una lettura abbastanza scorrevole, per fortuna. Il tema base viene esplicitato subito e poi dimostrato, gradatamente, nei vari capitoli; quindi il libro si può scorrere anche a più riprese senza perdere il segno. L'idea di raggruppare i risultati di più discipline (storia, antropologia, filosofia, zoologia, linguistica... E chi più ne ha più ne metta) per me è molto originale, come lo sono i vari aneddoti e curiosità disseminati nel libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Storia del mondo, 07-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Armi, acciaio e malattie è uno studio di impianto materialista che va a confermare in pieno la classica opera di Engels su L'origine della famiglia, della proprietà privata e dello stato, e per certi versi la va ad integrare (solo per quello che attiene all'ambiente naturale) con gli apporti di ulteriori ricerche archeologiche, bio-geografiche, etnologiche, linguistiche, etc. Il nocciolo dell'opera, che attinge ad un vasto arco di conoscenze, riguarda la lunghissima e complicata transizione del genere umano dallo stadio della caccia-e-raccolta all'avvento della agricoltura. Attraverso una disamina per davvero avvincente. Saggio molto interessante per ripercorrere una storia lunga tredicimila anni
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Armi, acciaio e malattie, 09-07-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Tenta di dare un'interpretazione, di rispondere a lpechè delle disuaguaglianze tra i popoli. Ovviamente il libro sgombra il campo da ogni tentazione razzista, mentre individua come responsabile una combinazione di effetti geografici e biologici (intesi nel senso di presenza di specie animali e vegetali domesticabili). Quindi per avere la nascita di civiltà più complesse, rispetto alle semplici tribù, è necessaria la scoperta dell'agricoltura e della pastorizia, in modo da poter avere un surplus alimentare. Aumenta in questo modo la densità di popolazione; si sviluppano epidemie a partire da malattie trasmesse dagli animali agli uomini, ma anche resistenze agli agenti patogeni. La scoperta poi del ferro e della sua metallurgia ha portato poi alcuni popoli a scoprire l'acciaio e quindi a sviluppare armi più efficaci. Tutti questi fattori sono stati presenti nello sviluppo dell'uomo in eurasia mentre alcuni o tutti questi fattori sono mancati in altre regioni del globo (vedi ad esempio l'Australia). L'esposizione dell'autore è molto convincente e le tesi che propone sono molto ragionevoli. Bel libro, da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Molto interessante, 16-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Una risposta scientifica su come e perché gli ostacoli naturali, la conformazione dei continenti, i climi e la diffusione delle specie animali hanno influenzato in maniera assolutamente determinante la nascita e l'evoluzione delle diverse civiltà e il predominio delle une sulle altre.
Forse è un po' ripetitivo su alcuni concetti, ma è di lettura estremamente semplice e gradevole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Intelligente, focalizzato, 12-04-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Beh, diffido molto delle "brevi storie" e ancora di più quando si parla del mondo intero, ma l'approccio di questo libro è davvero intelligente, focalizzato e molto competente. Mentre leggevo mi chiedevo perché queste cose non le sappiamo già tutti, cose basilari, come la nascita della nostra cultura rispetto alle altre, la creazione dei frumenti, l'utilizzo delle mucche o dei cavalli. Cose che sono alla base della nostra vita, che aiutano a comprendere il presente molto più che il passato. Libro essenziale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Armi, acciaio e malattie. Breve storia del mondo negli ultimi tredicimila anni (10)