€ 21.12€ 22.00
    Risparmi: € 0.88 (4%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come

Ne hai uno usato?
Vendilo!
L' anima e il suo destino

L' anima e il suo destino

di Vito Mancuso


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Descrizione del libro

"Il libro incontrerà opposizioni e critiche, ma sarà difficile parlare di questi argomenti senza tenerne conto", scrive nella prefazione al volume il cardinale Martini. Gli argomenti sono i più classici, l'esistenza e l'immortalità dell'anima, il suo destino di salvezza o perdizione. Del tutto nuova è invece la trattazione, in cui scienza e filosofia assumono il ruolo di interlocutori privilegiati della teologia, configurando una fondazione del concetto di anima immortale di fronte alla coscienza laica. Criticando alcuni dogmi consolidati, il libro affronta l'interrogativo fondamentale che da sempre inquieta la mente degli uomini: se esiste e come sarà la vita dopo la morte.

Tutti i libri di Vito Mancuso

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano L' anima e il suo destino acquistano anche Verso un'etica della parola di Luciano Manicardi € 3.00
L' anima e il suo destino
aggiungi
Verso un'etica della parola
aggiungi
€ 24.12

Voto medio del prodotto:  3 (3.1 di 5 su 7 recensioni)

4Molto interessante, 21-04-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Premetto di essere una ex cattolica e oggi non ho un riferimento religioso. Vito Mancuso scrive in un modo a mio avviso non sempre semplice, non sempre accessibile a tutti ma in certi passaggi è chiaro, lineare. L'anima e il suo destino apre la porta dei mille perchè e permette a tutti di trovare pace.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3L'anima e il suo destino, 09-07-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 6
di - leggi tutte le sue recensioni
Forse potra' in qualche modo irretire una parte di lettori cattolici per le sye tesi. Le qualità di affabulatore dell'autore cercano di mascherare alcune profonde lacune nel ragionamento che l'autore porta avanti quando cerca di rendere ragionevole il suo pensiero. Ad esempio Mancuso cerca di rendere plausibile l'anima e condivisibile da parte di tutti cercando di collegarla con una qualche fantomatica "qualità" del contenuto energetico di un essere vivente. Ovviamente essendo l'autore un teologo e non uno scienziato potrebbe venire spontaneo scusarlo. Secondo me invece è doppiamente colpevole perché propaganda falsità scientifiche senza nessuna reale motivazione. Se è vera la famosa equazione di Einstein Emc2 (ed al momento non abbiamo motivi per dubitare della sua validità) allora l'energia contenuta in una roccia di 80 kg od in me è esattamente la stessa, la scienza non può dire nient'altro, il resto sono chiacchiere. Certo poi una differenza esiste tra me ed una roccia: io sono una struttura dissipativa, mantengo basso il mio contenuto di entropia a spese dell'ambiente esterno. Una roccia invece rimane inalterata nel tempo. Ma la scienza non può misurare l'anima. Secondo me la fede deve essere "ragionevole" per non offedere la mia ragione, ma nella mia professione di fede non posso che riconoscere che la scienza non è in grado d
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3L'anima e il suo destino, 08-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Premetto: sono ateo. Eppure ho trovato ricco di spunti questo libro dal punto di vista della finezza filosofica. Riesce a centrare alcune questioni teoretiche pressanti, con un'interpretazione ovviamente cattolica, ma dagli ampi respiri razionalistici. Da leggere se si cerca il confronto con personalità credenti di larghe vedute.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3L'anima e il suo destino, 03-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
La lettura del saggio di Mancuso, che ha avuto molto successo, mi ha lasciato con più dubbi che certezze: di là dall'innegabile bravura dell'autore nel rendere chiari anche concetti teologici molto complessi, non ho capito infatti né come Mancuso possa seguitare a definirsi cattolico, né come egli e i suoi ammiratori credano concepibile che una teologia consimile possa imporsi come teologia cattolica o addirittura cristiana in senso lato.
Mancuso è rigorosamente monista (nega il dualismo platonico-agostiniano-tomista tra anima e corpo) e affonda la rivelazione cristiana in un pan-evoluzionismo d'impronta teilhardiana da cui essa esce irriconoscibile.
D'accordo che oggi, come nel Medioevo, la teologia deve (anche) cercare di conciliare il dato della rivelazione con la concezione del mondo che apportano le scienze: Mancuso ha ragione nel sostenere che la Chiesa non può eludere questioni come la resurrezione della carne, la trasmissione del peccato originale o la transustanziazione, alla luce di ciò che c'insegnano la fisica e la genetica sulle proprietà dei corpi o sugli esseri viventi. Solo che le risposte del teologo italiano mi suonano come un tentativo di razionalizzare qualcosa che viene postulato, ma non realmente dimostrato: l'esistenza dell'anima, sia pur di un'anima materiale. Mancuso è poetico, suggestivo, pieno di citazioni letterarie, ma non argomenta nulla. Si crea un cristianesimo apparentemente ragionevole, irrorato di tranquillante pelagianesimo e di piacevole origenismo: ma è un cristianesimo ragionevole quanto quello di papa Ratzinger; gli si può credere solo per fede.
Alla fine mi è rimasto un dubbio: ma se tutto è materia, lo è anche Dio? Mi sa di sì; d'altronde, lo aveva già detto Tertulliano: corpus sui generis.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2forzato, 19-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
L'autore presenta sue convinzioni poco aderenti, se non contrarie, alla dottrina cattolica pur sottolineando la sua volontà di appartenenza alla chiesa Cattolica. Il procedere delle dimostrazioni che mettono in discussione tesi altrui non è supportato dalla costruzione delle proprie teorie sull'anima, così da risultare una arbitrario giudizio sommario delle tesi altrui. L'autore dovrebbe essere più coerente nei confronti delle proprie idee quando le associa a quelle di altri pensatori un pò troppo forzatamente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su L' anima e il suo destino (7)


Altri utenti hanno acquistato anche

Ultimi prodotti visti