€ 12.22€ 13.00
    Risparmi: € 0.78 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Sei pezzi da mille

Sei pezzi da mille

di James Ellroy

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
"Sei pezzi da mille" inizia dove "American tabloid" finisce: dall'attentato a Kennedy e dal complotto per insabbiarlo. James Ellroy allaccia così il suo racconto ai grandi eventi di quegli anni, e i suoi personaggi, sbirri, assassini, malviventi e provocatori, si mescolano ai protagonisti e alle vicende di quegli anni: da Martin Luther King ai fratelli Kennedy, dalle tensioni con Cuba al Vietnam, i fili della storia vera e inventata si intersecano in un solo "incubo americano".

Note su James Ellroy

James Ellroy è lo pseudonimo utilizzato dallo scrittore statunitense Lee Earle Ellroy. Nato a Los Angeles il 4 marzo del 1948, l’infanzia di Ellroy viene turbata quando, nel 1958, sua madre Geneva viene assassinata a El Monte, luogo in cui la donna si era trasferita con il figlio in seguito al divorzio con il marito. Il delitto, rimasto irrisolto, unito ad un libro poliziesco “The Badge” di Jack Webb e al caso della “Dalia Nera”, altro delitto senza colpevole, furono elementi che contribuirono alla formazione dello scrittore. Dopo aver lasciato la scuola senza terminare gli studi, Ellroy a 17 anni perde anche il padre. Dopo essersi arruolato come volontario, inscena un esaurimento nervoso e viene congedato. Al congedo segue un periodo di totale sregolatezza. Fa abuso di alcol e droghe, conduce una vita da vagabondo e si dedica a piccoli furti, venendo arrestato più volte. Intanto però continua a leggere, in particolare si appassiona ai thriller e ai romanzi gialli. Il 1975 è l’anno in cui inizia a cambiare vita. Scrive il suo primo romanzo, “Prega Detective”, a cui, negli anni Ottanta, faranno seguito i romanzi denominati “tetralogia di Los Angeles”, che sono “Dalia nera”, “Il grande nulla”, “L.A. Confidential” e “White Jazz”. Il romanzo “L.A. Confodential” verrà successivamente trasposto in un omonimo film di successo diretto da Curtis Hanson, e interpretato da Kim Basinger, la quale ha vinto un Oscar come migliore attrice non protagonista. Altre sue opere verranno trasposte, tra cui “Dalia Nera”, con la regia di Brian De Palma. A queste prime opere ne sono seguite altre, che hanno reso Ellroy uno scrittore di fama internazionale. Dopo aver vissuto per un periodo a Kansas City, nel 2006, in seguito al divorzio con la seconda moglie, James Ellroy è tornato a Los Angeles, dove attualmente vive e lavora.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Sei pezzi da mille acquistano anche Ricatto di James Ellroy € 8.50
Sei pezzi da mille
aggiungi
Ricatto
aggiungi
€ 20.72

I libri più venduti di James Ellroy:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

4.0Sei pezzi da mille, 20-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Trattandosi del secondo pezzo della celebre trilogia americana lascia il finale in sospeso. Questo è un romanzo di complotti, intrighi, tradimenti, vendette e chi più ne ha più ne metta. Consiglio di leggere la prima parte con molta attenzione, i personaggi intrecciati sono tantissimi. Il finale è stato lasciato un po' in ombra di alcuni episodi, ma tutto sommato un libro sufficiente. La lettura è stata abbastanza scorrevole ma molte le pause durante la narrazione, tanti i dialoghi e non allo stesso modo l'azione, non è il genere che io definisco al cardiopalma, e soprattutto pochissime le descrizioni dei luoghi, dei personaggi, degli eventi. Non è il tipo di narrativa che preferisco. Ma questo non lasci pensare che sia un libro che non abbia apprezzato, anzi nonostante questi aspetti, secondo me negativi, mi ha saputo tenere incollato nel vortice della parole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Sei pezzi da mille, 18-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Se volete un consiglio leggetelo con molta attenzione soprattutto la seconda parte. Il finale è stato lasciato un po' in ombra di alcuni episodi, ma tutto sommato un libro sufficiente. La lettura è stata abbastanza scorrevole ma molte le pause durante la narrazione, tanti i dialoghi e non allo stesso modo l'azione, non è il genere che io definisco al cardiopalma, e soprattutto pochissime le descrizioni dei luoghi, dei personaggi, degli eventi. Non è il tipo di narrativa che preferisco. Ma questo non lasci pensare che sia un libro che non abbia apprezzato, anzi nonostante questi aspetti, secondo me negativi, mi ha saputo tenere incollato nel vortice della parole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO