€ 9.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Papà Goriot

Papà Goriot

di Honoré de Balzac


Prodotto momentaneamente non disponibile

Note su Honoré de Balzac

Honoré de Balzac è nato a Tours, in Francia, il 20 maggio del 1799. La sua era una famiglia borghese abbastanza agiata. Studiò prima a Vendôme, poi a Tours e infine a Parigi, dove si trasferì assieme alla famiglia nel quartiere di Marais. Dopo essersi iscritto all’Università alla facoltà di Giurisprudenza, iniziò a lavorare come scrivano presso uno studio notarile. A vent’anni scoprì di avere un talento innato nella scrittura e una forte vocazione letteraria. Inizia a scrivere delle opere firmandosi con gli pseudonimi di Horace de Saint-Aubin, Lord R'hoone (anagramma di Honoré) o Viellerglé. In un primo momento, i suoi lavori non furono apprezzati, tanto che Honoré si dedicò all’editoria, ma i suoi progetti imprenditoriali non ebbero un buon esito. Nel 1822 conobbe Louise-Antoinette-Laure Hinner, una donna matura che lo incoraggiò a scrivere e che gli restò accanto fino alla morte. Nel 1829 pubblica con il proprio nome “Les Chouans”, che riscosse un discreto successo. Da quel momento in poi la sua attività come scrittore divenne estremamente prolifica. Scrisse circa novanta opere in soli sedici anni. Nel febbraio del 1837, per fuggire ai creditori, si rifugia a Milano. Nel 1938 si reca in Sardegna alla ricerca di miniere d’argento, ma l’impresa è senza successo. Nel 1842 lo scrittore decise di organizzare la sua produzione letteraria ne “La commedia umana” , raggruppando 137 opere in un solo titolo. La sua idea era di descrivere in maniera esaustiva la società, cercando di racchiudere tutta la sua epoca in un’unica opera. Alcuni considerano tale opera la più grande costruzione letteraria di tutta la storia dell'umanità. Accanito frequentatore dei salotti alla moda e seduttore di nobildonne, il maestro del romanzo realista francese del XIX secolo era avido di ricchezza e desideroso di un’ascesa sociale. Riuscì a coronare i suoi desideri sposandosi con una contessa polacca poco prima della morte, che avvenne il 18 agosto del 1850 a Parigi a cusa di una peritonite.
 

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 6 recensioni)

2.0Papà Goriot, 30-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
M'ha fatto ricordare perché detesto i francesi. Certamente è preferibile a Maupassant e non è noioso come può esserlo "Il piacere", ma a me di questa storia di cicisbei, gran signoroni, ville e bella vita parigina non importa nulla. E se proprio vogliamo trovarci una morale, essa è la seguente: per quanto tu ti sbatta per la tua prole, è tutto lavoro sprecato, alla fine schiatterai da solo comunque.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Papà Goriot, 01-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno dei libri forse più celebri di Balzac e non a caso; spesso in letteratura si vedono figure materne forti, pronte a sacrificare tutto per i propri figli, ma raramente si assiste al caso contrario, ossia a una figura paterna pronta a tutto. E questo è il caso di Goriot che da padre amorevole diventa quasi vittima del suo amore per le figlie. Un libro assolutamente consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La storia di un padre di oggi?, 26-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Papà Goriot è un padre, non uno qualunque. Goriot incarna l'ideale paterno dell'immaginario collettivo, buono sino al sacrificio ed all'annullamento di se stesso per le proprie figlie. Raramente l'amore paterno è stato tratteggiato in modo così esasperato nella letteratura al punto da risultare goffo ed inappropriato; diversamente verrebbe considerato se Goriot fosse invece una madre. Il racconto di Goriot potrebbe rappresentare la storia di molti padri divenuti ormai anziani ed abbandonati dai loro stessi figli negli ospizi ed in completa solitudine. Per loro, la compassione viene dall'esterno, da coloro che si avvicinano all'uomo e non al suo denaro, che scorgono la fragilità e comprendono che la vita è un ciclo che si rinnova e per tale ragione restano solidali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Papà Goriot, 18-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Superbo affresco della Francia ottocentesca, lo definerei elegante. Nel finale, la durezza di cuore delle due figlie di papà Goriot e l'epilogo dell'uomo. Storia struggente in cui è in risalto l'amore spassionato di un padre che, come a volte capita, per il bene provoca la rovina. E la cattiveria dell'essere umano che preso dalla dissolutezza rovina sé e gli altri. Un scorcio di storia dell'epoca di preludio all'odierna società. Un libro che propone temi delicati e toccanti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Lettura doverosa, 15-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo cardine della vasta letteratura di Balzac, Papà Goriot fornisce un esempio rappresentativo delle tematiche della Commedia Umana. Apprezzato per i contenuti e per lo stile letterario è un lavoro che spesso viene proposto anche nelle scuole e che non può mancare in nessuna libreria. Lettura doverosa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0L' essenza della paternità, 19-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo d'impianto teatrale, dove le stanze fungono da palchi. Goriot è il padre, l'archetipo della paternità - così viene definito ad un certo punto -. Troverà in Rastignac, che non è suo figlio, l'amore di un figlio, mentre le sue due figlie, Anastasia e Delfina, saranno attratte da un mondo dorato dove per il loro padre non ci sarà mai posto. Molto interessante la descrizione del mondo della pensione dove soggiornano Rastignac e Goriot.
Ritieni utile questa recensione? SI NO