€ 11.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Mr. Vertigo
€ 12.00 € 10.80
Disponibilità immediata
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Mr. Vertigo

Mr. Vertigo

di Paul Auster


Prodotto momentaneamente non disponibile
Walt Rawley è un ragazzino senza futuro nell'America degli anni '20. È orfano, vive nelle strade di St. Louis, ma possiede "il dono" e Master Yehudi, un personaggio misterioso, gli promette di insegnargli a volare. L'apprendistato è bizzarro e comprende l'essere seppellito sottoterra per ventiquattr'ore, ma alla fine Walt diventa davvero il "Bambino Prodigio", star di uno spettacolo ambulante di cui Master Yehudi è il regista nascosto. Il bambino volante attraversa la storia di mezzo secolo americano tra incursioni del Ku Klux Klan, storie di gangster, giocatori di baseball e vite bruciate, finendo per aprire a Chicago negli anni '30 un locale clandestino destinato a diventare famoso, il Mr Vertigo.

Note su Paul Auster

Paul Auster è nato da una famiglia ebrea di origini polacche a Newark, nello Stato americano del New Jersey, il 3 febbraio 1947. Suo padre, Samuel Auster, era proprietario di alcuni edifici di Jersey City. Sua madre aveva circa 13 anni in meno del marito. Il loro, fin dai primi giorni, non è stato un matrimonio felice. Paul Auster è cresciuto a Newark, assieme alla sorella, più piccola di lui di circa tre anni e affetta da forme di squilibrio mentale. La situazione famigliare ha segnato la vita di Paul Auster, come rivela lui stesso nel suo memoir dal titolo “Hand to Mouth” (1997). Paul inizia a nutrire una forte passione per la letteratura fin da giovane. Dopo le scuole superiori, inizia a viaggiare per l’Europa, visitando l’Italia, la Spagna, Parigi e Dublino, la città di James Joyce. Tornato negli Stati Uniti, si iscrive alla Columbia University. Nel 1966 conosce la scrittrice Lydia Davis, con la quale si sposerà il 6 ottobre 1974 e da cui avrà un figlio. Nel 1969, dopo aver conseguito la laurea, si imbarca su una petroliera e viaggerà per un anno. Poi è di nuovo in Francia, dove resta per tre anni, dal 1971 al 1974. Tornato negli Stati uniti, pubblica due volumi di versi: “Unhearth” e “Wall Writing”. Il suo primo romanzo è del 1979, “L’invenzione della solitudine”, un romanzo autobiografico incentrato sul suo rapporto con il padre, deceduto poco tempo prima. Nel 1985 ottiene il successo a livello internazionale con la trilogia di New York composta da “Città di vetro”, “Fantasmi” e “La stanza chiusa”. Da questo momento in poi, scriverà altri numerosi romanzi e alcune sceneggiature per il cinema. Dopo aver divorziato dalla Davis, nel 1981 si è sposato con la scrittrice Siri Hustvedt, da cui avrà una figlia, Sophie.
 

I libri più venduti di Paul Auster:

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.4 di 5 su 7 recensioni)

3.0Mi aspettavo di piu', 23-01-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
L'inizio mi ha deluso mentre si e' riscattato nelle ultime 100 pagine, premetto che faccio fatica a leggere di animali e bambini sopratutto se gli ultimi non sono bambini, ma miniadulti, ma la storia e' senza dubbio originale.
Dopo "La musica del caso" e leggendo i commenti credevo di meglio, il buon Auster e' rimandato per quanto mi riguarda.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Si vola ad alta quota, 27-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Le prime battute del romanzo mi avevano conquistato grazie a uno stile originale, ironico e scorrevole, e al delinearsi di una vicenda molto particolare. Queste promesse sono in gran parte realizzate, ma non al livello che mi aspettavo; lasciandomi con la sensazione che "mancasse qualcosa": lo spazio dedicato all'insegnamento del volo e all'uso che Walter ne fa mi è parso un po' sintetico rispetto al "normale" racconto della vita del protagonista. Senza rivelare niente, ma restando in argomento di volo, dirò poi che nel finale mi attendevo in un ultimo "colpo d'ali", che purtroppo non c'è stato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un libro che fa volare, 10-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo che sa far sognare. Auster conduce il lettore attraverso un mondo di magia e... Levitazione. Librarsi in aria e volare nel cielo aperto è ostico per il giovane protagonista della vicenda; più facile sarà ricadere nella malavita dal quale proviene, dedicandosi a traffici e ai soldoni. Un romanzo da assaporare, dall'inizio alla fine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Folle ma geniale, 10-08-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Come detto nel titolo è un romazo folle ma geniale. Se si riesce a calrsi (ed io ci sono riuscito facilmente) nella incredibile storia di un bambino orfano, Walt Rawley, che da ragazzo senza sperane nel futuro finisce con il diventare "il ragazzo volante" il più è fatto. Se poi questa storia dipanandosi diventa uno spaccato dell'America degli anni ventitrenta in poi, bè ci rendiamo conto che Auster è un grande scrittore la cui unica pecca, secondo me, è di essere un pò "sbrigativo" nella scrittura. Ma sarà poi un male?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Molto bello., 11-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Splendida storia ambientata nell'America degli anni 20. Narra le vicende di Walt, bambino prodigio che impara a levitare. Splendidi anche i personaggi che lo circondano.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Auster, 21-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Con il solito suo stile questa volta l'autore ci porta a conoscere tutto il percorso e la vita fantastica ai limite del surreale di Rawley, con lo sfondo dell'america degli anni '20.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0L'ho amato.. dalla prima all'ultima pagina!, 06-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un bellissimo romanzo, impossibile non provare simpatia per questo incredibile personaggio: ribelle, affabile, che cerca il suo riscatto con la vita in un modo decisamente insolito; da leggere ASSOLUTAMENTE.
Ritieni utile questa recensione? SI NO