Il leopardo

Il leopardo

4.5

di Jo Nesbø


  • Prezzo: € 21.00
  • Nostro prezzo: € 19.95
  • Risparmi: € 1.05 (5%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

In sintesi

“Il leopardo”, di Jo Nesbø, è il romanzo che segna il ritorno dell’autore scandinavo già tradotto in 43 paesi, con all’attivo sei milioni di copie vendute. E del suo protagonista preferito, Harry Hole, che nonostante il suo carattere, risulta ancora una volta capace di diventare non solo un eroe detective qualunque ma addirittura l’eroe detective perfetto dei lettori amanti di crime novel e noir contemporaneo. Specialmente di quelli che hanno amato e amano Stieg Larsson, ma che non sanno più cosa leggere dopo avere terminato la sua trilogia “Millennium”.
Perché per ammirare splendide montagne coperte di neve, scorgerne perfettamente le forme, i contorni, i picchi aguzzi e quelli dolci come lamponi caldi infusi in acqua bollente, che da bere in inverno fa bene al cuore e riscalda le viscere e le estremità intirizzite dal freddo secco e immenso del nord. Oltre a uno zaino pieno di maglioni e vestiti pesanti per affrontare la neve e il clima rigido e austero, servirà una valigia bella grande, pronta per viaggiare attorno al mondo nei luoghi più diversi e con i climi più diversi. Perché tra le le 380 pagine del romanzo che sarà edito da Einaudi a maggio 2011, capiterà di ritrovarsi tra i vulcani africani del Congo. In Congo ci sono i vulcani? Davvero? Non è un’informazione comune da sapere. Tuttavia, attrezzarsi all’imprevedibile, è un dovere divertente come aspettare un regalo, che si sa che arriverà ma non si sa cosa sarà, e che proprio non ce se lo immagina. E ci si abbandona completamente alla sorpresa. Che sorprenderà con più forza ancora. Come se ci si ritrovasse di colpo a Hong Kong e non si riuscisse a respirare tanto l’aria e umida e pesante, in mezzo alla gente e alle macchine, anonimi nel lago umano della città, che più cerca solitudine più è invasa da uomini che vogliono stare da soli, stando vicini.
Se due donne vengono trovate morte, entrambe annegate nel sangue, che poi è il loro, nella civilissima e costosissima Oslo, in Norvegia. E se le ferite sui volti di queste due donne sembrano essere in qualche modo state provocate dall’interno delle loro bocche. La polizia non ci capisce più nulla. E spedisce Kaja Solness della squadra Omicidi alla ricerca dell’unico uomo che potrebbe aiutarli nella risoluzione dei casi, in quanto unico specialista di omicidi seriali del dipartimento di polizia di Oslo. Questo uomo, si chiama Harry Hole, ed è un alcolista, rude e testardo, nascostosi a Hong Kong per sfuggire al passato e ai creditori.
“Il leopardo” di Jo Nesbø è la storia di come Harry Hole decida di ritornare a Oslo, quando scopre che la sua amata, con la quale ha litigato, potrebbe essere una vittima dell’assassino seriale ricercato dalla polizia.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il leopardo acquistano anche Lo scalpellino di Camilla Läckberg € 18.05
Il leopardo
aggiungi
Lo scalpellino
aggiungi
€ 38.00

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Jo Nesbø:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Il leopardo e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.6 di 5 su 17 recensioni)

5.0Mai annoiato..., 16-02-2016
di G. Casanova - leggi tutte le sue recensioni
760 pagine e nessuna inutile. Non mi sono mai annoiato. Miglior complimento non saprei fare a questo autore norvegese. Questo è il suo ottavo libro ma in Italia sono usciti nell'ordine: "Il pettirosso" (anno 2000 norvegese), "Nemesi" (2002), "La stella del diavolo" (2003), "La ragazza senza volto" (2005), "L'uomo di neve" (2007) ed infine "il Leopardo". L'ordine è importante per capire le vicissitudini del detective Harry Hole, per entrare nella sua deprimente visione della vita. Un investigatore dalla figura carismatica, affascina e nausea, commette un'infinità di errori ma trova la lucidità e il guizzo che risolve. La sua vita è da schiaffoni ma ispira simpatia. È bravo Nesbo. La sua forza? Mai banale, costruisce bene le trame, piace a più generazioni (mia figlia 15enne ne è stata entusiasta, in tre giorni e tre notti! L'ha divorato. Difetti? Forse a volte si arrampica un po' sugli specchi ma tanto di cappello alla fantasia. Forse è facile capire il colpevole perché tra le righe si lascia sfuggire qualcosa. La costruzione dei suoi libri è simile: parte lento, poi cresce di ritmo e la fine è tambureggiante, sempre. E sempre l'ultimo capitolo gli serve furbescamente a lasciarsi una porta aperta per futuri romanzi. Devo ammettere che sin dal suo apparire l'ho atteso per criticarlo, ma non mi ha mai deluso, forse "La ragazza senza volto " e' un po' fiacco rispetto agli altri. Il grande successo che gli è arrivato con Enaudi se lo merita tutto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il Leopardo, 11-12-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di M. Zamai - leggi tutte le sue recensioni
Si svegliò nell'oscurità più completa. Un forte mal di testa iniziò a tormentarla. Provò ad urlare, ma l'oggetto che aveva in bocca impediva a qualsiasi suono di trasformarsi in una qualche richiesta di aiuto. Una sfera metallica con dei piccoli fori era tutto quello che ricordava. Ventiquattro punte a molla azionate da una catenella le si erano conficcate in bocca. Voleva e doveva vivere ancora, vivere con più intensità tutti quei giorni che aveva davanti, non sprecarne più nemmeno uno vivendo nell'illusione di avere tutto il tempo per essere felice. L'ultima frase che le aveva detto era "non tirare il filo", ma perché? Forse era l'unico modo di salvarsi? C'era una speranza? Oppure avrebbe provato la dolce sensazione di abbandono alla fredda morte? Tirò il filo. Aghi lunghi sette centimetri schizzarono silenziosamente dalle punte e annegò nel suo stesso sangue.
Un caso che Harry Hole non vuole seguire dopo l'ultimo, dilaniante "Uomo di Neve". E' a Hong Kong quando riescono a rintracciarlo e a convincerlo a tornare nell'Anticrimine. Un serial killer che solo lui può capire e fermare. Omicidi che sembrano ricondurre al rifugio di Havass dove l'ultima pagina del registro dei visitatori è stata strappata. Coincidenza?
Tormentato come sempre dai fantasmi del passato e dai suoi vizi, alcol e droga, Harry riuscirà ancora una volta a vedere oltre l'evidenza, regalandoci un finale a sorpresa.
E' il primo libro che leggo di questo autore, ma ne sono rimasta particolarmente colpita: nonostante le 759 pagine scrive davvero molto bene, le descrizioni sono d'effetto e non manca di certo la suspense, così come i colpi di scena e i dettagli.
Assolutamente consigliata la lettura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un altro caso per Harry Hole, 14-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di E. Luvie - leggi tutte le sue recensioni
Allora non ci sono discussioni: lui è un bravo narratore. Il thriller lo sa fare bene, più che altro è capace di tenere tutto come "in sospeso" per poi chiarire nelle ultime 200 pagine. Per chi ama il genere è sicuro una esperienza che consiglio. Definirei l'autore un grande tessitore di tele, bisogna stare concentrati per non perdere i fili del discorso, e in fin dei conti ne vale la pena. Bravo Nesbo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Splendido thriller!, 25-02-2012
di L. TOKIC - leggi tutte le sue recensioni
Ho appena terminato questo bellissimo romanzo di Nesbo. Non conoscevo questo autore e devo ammettere che mi ha sorpreso. E' sullo stile di Stieg Larssen. Questi autori scandinavi sono fantastici. Ne ho appena consigliata la lettura anche a mia sorella. La trama è ricca di colpi di scena e fino alla fine non si riesce a capire chi è l'assassino. E poi che fantasia inventarsi una "mela di Leopoldo"!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0E' eccezionale, 03-02-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di R. BENNATO - leggi tutte le sue recensioni
Questo thriller nonostante la lunghezza, si legge in un batter d'occhio. Jo Nesbo è formidabile nel creare storie così adrenaliniche che pagina dopo pagina, ti aspetti di vedere l'assassino sbucare dal libro. Molto buona la descrizione dell'anticonvenzionale detective Harry Hole, che si dimostra ancora una volta ampiamente in grado di risolvere casi terribilmente complessi, ma anche spaventosamente affascinanti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il miglior thriller del 2011, 27-01-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di E. Capurso - leggi tutte le sue recensioni
Jo Nesbo è uno dei migliori autori di thriller degli ultimi venti anni e questo romanzo ne è la prova. Il romanzo, nonostante la mole di pagine non indifferente, si legge tutto d'un fiato, in un crescere di tensione, colpi di scena ed emozioni fino al pirotecnico finale. Senza dubbio il miglior thriller del 2011.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Mai annoiato !, 26-08-2011, ritenuta utile da 10 utenti su 11
di G. Casanova - leggi tutte le sue recensioni
760 pagine e nessuna inutile. Non mi sono mai annoiato. Miglior complimento non saprei fare a questo autore norvegese. Questo e' il suo ottavo libro ma in Italia sono usciti nell'ordine: "Il pettirosso" (anno 2000 norvegese) "Nemesi" (2002) "La stella del diavolo" (2003) "La ragazza senza volto" (2005) "L'uomo di neve" (2007) ed infine "il Leopardo". L'ordine e' importante per capire le vicissitudini del detective Harry Hole, per entrare nella sua deprimente visione della vita. Un investigatore dalla figura carismatica, affascina e nausea, commette un'infinita' di errori ma trova la lucidita' ed il guizzo che risolve. La sua vita e' da schiaffoni ma ispira simpatia. E' bravo Nesbo. La sua forza? Mai banale, costruisce bene le trame, piace a piu' generazioni (mia figlia 15 enne ne e' stata entusiasta, in tre giorni e... Tre notti! L'ha divorato. Difetti? Forse a volte si arrampica un po' sugli specchi ma tanto di cappello alla fantasia. Forse e' facile capire il colpevole tra le righe si lascia sfuggire qualcosa. La costruzione dei suoi libri e' simile: parte lento, poi cresce di ritmo e la fine e' tambureggiante, sempre. E sempre l'ultimo capitolo gli serve furbescamente a lasciarsi una porta aperta per futuri romanzi. Devo ammettere che sin dal suo apparire l'ho atteso allo sbaglio per criticarlo ingenerosamente ma non mi ha mai deluso, forse "la ragazza senza volto " e' un po' fiacco rispetto agli altri. Il grande successo gli e' arrivato con Enaudi, se lo merita tutto !
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Molto buono, 13-08-2011
di C. Esposito - leggi tutte le sue recensioni
La mia esperienza con i thriller non è molta, però devo ammettere che questo romanzo ha classe e tensione narrativa notevole. È impossibile non appassionarsi alle vicende sentimentali e lavorative di questo scorbutico ma geniale poliziotto norvegese che conosce benissimo la mente criminale e non si lascia sfuggire niente. Indubbiamente consigliato soprattutto a chi riesce a reggere senza difficoltà la tensione massima e alcune scene alquanto raccapriccianti. Forse è un pò troppo lungo, però la fatica di arrivare alla fine non si sente, anzi devo dire che arriva quasi troppo presto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un buon libro, 31-07-2011
di B. IANNONE - leggi tutte le sue recensioni
Un libro sorprendentemente piacevole, nonostante la crudezza di alcune descrizioni, che tuttavia sono fondamentali trattandosi di un thriller. La scrittura di Nesbo è unica, ha un tocco di eleganza e di autenticità certamente superiore a quella di molti altri scrittori. Sicuramente un libro che consiglio agli estimatori dei gialli norvegesi, ma anche a chi vuole provare il brivido elettrizzante della suspance di alto livello.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Ben fatto!, 28-07-2011
di B. Amadeo - leggi tutte le sue recensioni
Davvero un ottimo giallo che nonostante le numerose pagine si fa leggere tutto in un fiato. Trama avvincente, ricca di colpi di scena, protagonosti interessanti. Scrittura scorrevole. Davvero un ottimo romanzo. Non conoscevo l'autore ma dopo aver letto questo thriller credo proprio che comprerò anche gli altri. Da leggere subito!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Ancora un ottimo giallo, 26-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di E. Ferioli - leggi tutte le sue recensioni
Non posso che condividere i pareri espressi dagli altri lettori: ritmo incalzante, trama imprevedibile, scrittura pulita. Un'ulteriore conferma dell'ottima salute che gode il noir scandinavo, se possibile in continuo miglioramento. Diciamo che non rimpiangiamo Stieg Larsson: Nesbo, che ne è considerato l'allievo, in realtà supera nettamente il maestro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Davvero ottimo, 21-07-2011, ritenuta utile da 4 utenti su 4
di M. Loi - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo che oscilla fra thriller ed horror, ma al quale non manca la componente umana. Harry Hole è un poliziotto norvegese assolutamente fuori dagli schemi, questo suo andare controcorrente è anche la chiave della sua genialità investigativa. Ed è proprio lui che la polizia chiama per risolvere un caso dai contorni agghiaccianti, Harry all'inizio non ne vuole sapere, ma quando scopre che suo padre è ricoverato in gravi condizioni decide di lasciare la caotica Hon Kong e si lancia in un caso che potrebbe coinvolgerlo in prima persona, che potrebbe portargli via l'unica donna della sua vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il leopardo (17)

product