€ 11.36
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Cortesie per gli ospiti

Cortesie per gli ospiti

di Ian McEwan

3.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Nuovi Coralli
  • Data di Pubblicazione: gennaio 1997
  • EAN: 9788806561505
  • ISBN: 8806561502

Note su Ian McEwan

Ian McEwan è nato ad Aldershot il 21 giugno del 1948. Ha esordito nella narrativa nel 1975, con la raccolta di racconti brevi intitolata “Primo amore, ultimi riti”. Nella sua attività di scrittore ha pubblicato anche un’altra raccolta di racconti, “In between the sheets”, del 1978. Per quanto riguarda i romanzi Ian McEwan ha esordito nel 1978 con il romanzo dal titolo “Il giardino di cemento”. A questo romanzo ne sono seguiti altri nove. Per i toni e le atmosfere che caratterizzano quasi tutte le sue opere, Ian McEwan è stato soprannominato Ian Macabre. Molti suoi romanzi sono stati trasposti in film. Nella sua carriera, lo scrittore ha ricevuto numerosi premi letterari. Ian McEwan si è anche dedicato alla sceneggiatura e alla narrativa per bambini.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Ian McEwan:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 6 recensioni)

4.0Agghiacciante, 02-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che si legge tutto d'un fiato, si inizia fiduciosi e rilassati, si finisce in preda ad un agghiacciante turbamento. L'autore è un maestro nel creare in poco tempo questa atmosfera inquietante, come sa esserlo la "normalità" che è divenuta malata. Leggete ad esempio "Il giardino di cemento", ne avrete un altro esempio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Cortesie, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un buon romanzo a tratti, ma comunque sufficientemente efficace. Ci sono paura e soggezione, erotismo e perversione. Potrebbe essere un thriller da brivido, ma non lo è. E' strano, pare girare in circolo e non andare da nessuna parte, eppure è affascinante. Non è il solito Mcewan. Venezia è malinconica e inquietante, scurissima. Non so se lo consiglio o meno!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Inquietante, 09-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il mio primo romanzo di McEwan: non male come approccio! Un romanzo torbido, inquietante, ricco di suspance, di quelli che ti costringono ad andare avanti per sapere come andrà a finire... Un libro che consiglio sia a chi non ha mai letto questo autore sia a chi ama le storie ambigue, ricche di sadismo dietro l'angolo...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Squisitamente perfido!, 30-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Sìììì! Questa storia è altamente consigliata agli amanti del "perfido"! Sembra partire lenta e tranquilla per poi dipanarsi in un crescendo di agghiaccianti sorprese ricamate con tempismo perfetto! Stupefacente! Non vorrei ripetermi ma è semplicemente agghiacciante. Ottimo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0McEwan, fast book , 30-09-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Prendete "Occhi blu capelli neri" della Duras. Provatelo di tutta la bellezza, di una passione claustrofobica, intima e sospesa. Poi aggiungeteci un inutile-sterile gusto per l'eccesso. Otterrete questo librucolo vacuo e irritante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0surreale, 25-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un McEwan decisamente surreale costruisce un thriller che si risolve in un finale inaspettato e apocalittico. Non il migliore ma senza dubbio tra i migliori libri di McEwan.
Ritieni utile questa recensione? SI NO