€ 6.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La Villa del Lago. La Repubblica di Salò 1943-1944

La Villa del Lago. La Repubblica di Salò 1943-1944

di Lia Levi


Fuori catalogo - Non ordinabile
Il padre della dodicenne Loretta, alto funzionario di un ministero a Roma, dopo l'occupazione tedesca del settembre 1943 viene chiamato a trasferirsi a Salò, nell'appena costituita Repubblica Sociale fascista. Là, nella nuova casa, la "villa" sul lago di Garda, si dipano le diverse sorti dei membri della famiglia. Il sedicenne Cesare si arruola nella milizia fascista, mentre Loretta, grazie all'amicizia con Ferruccio, diventa staffetta partigiana. Età di lettura: da 10 anni.

Note su Lia Levi

Lia Levi è nata a Pisa il 9 novembre del 1931. Figlia di genitori piemontesi di origine ebraica, durante la seconda guerra mondiale ha avuto a che fare con la persecuzione razziale. Si è salvata dalla persecuzione rifugiandosi, assieme alle sorelle, in un convento di suore. Ancora bambina ha seguito la famiglia a Roma, città in cui tuttora vive. Dopo gli studi ha fondato e diretto il periodico Shalom, un mensile che si rivolge alla comunità ebraica. Oltre all’ambito giornalistico, Lia Levi ha anche lavorato come sceneggiatrice. Ha esordito nella narrativa con il romanzo del 1994 dal titolo “Una bambina e basta”, opera nella quale racconta l’infanzia difficile che ha affrontato durante le persecuzioni naziste. A questa primo romanzo ne sono seguiti molti altri, vincendo, nel 2010, il Premio Nazionale Alghero Donna di Letteratura e Giornalismo nella sezione narrativa con il romanzo dal titolo “La sposa gentile”.
 

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Lia Levi: