Ricerca Veloce:    
Ricerca Avanzata
 

Trilogia della Fondazione

Trilogia della Fondazione

di Isaac Asimov


  • Prezzo: € 15.00
  • Nostro prezzo: € 12.75
  • Risparmi: € 2.25 (15%)
Spedizione a 1€  Spedizione con Corriere a solo 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.5
Disponibilità immediata
RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 13 beenz o più. Scopri come
Aggiungi al carrello

Descrizione

Sono qui riuniti i tre romanzi della Fondazione, la grandiosa saga premiata nel 1966 come miglior ciclo fantascientifico di ogni tempo. La vicenda, ambientata in un lontano futuro, ha inizio quando l'Impero Galattico, che da secoli esercita il suo potere su tutti i pianeti conosciuti, scompare, e si annunciano trentamila anni di ignoranza e violenza. Hari Seldon, creatore della rivoluzionaria scienza della "psicostoria", sa quale triste futuro aspetta l'umanità. Per preservare la civiltà, decide di riunire i migliori scienziati e studiosi su Terminus, un piccolo pianeta ai margini della Galassia. È la Fondazione, rimasta l'unico faro del sapere, ma sotto la perenne minaccia dei mutanti che intendono distruggerla.

Dettagli del libro italiano


Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Trilogia della Fondazione acquistano anche L' orlo della fondazione di Isaac Asimov € 7.50
Trilogia della Fondazione
aggiungi
L' orlo della fondazione
aggiungi
€ 20.25

Altri utenti hanno acquistato anche:

 

Recensioni degli utenti


Scrivi una nuova recensione su Trilogia della Fondazione e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.6 di 5 su 11 recensioni)


5.0Immenso, 27-04-2012
di E. Corradin - leggi tutte le sue recensioni

«Nonostante l'importante mole di pagine e contenuti, la lettura scorre molto veloce e piacevole. Ogni amante della fantascienza dovrebbe leggerlo e chiunque voglia approcciarsi al genere dovrebbe ritenerlo il pilastro iniziale da cui partire. Ha ispirato decine di scrittori e continuerà ad ispirarne.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Affresco dello Spazio, 04-04-2012, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di G. Casanova - leggi tutte le sue recensioni

«Immaginate la Cappella Sistina, Asimov e' il Michelagelo dello spazio infinito. Non ha fatto altro che cercare di dare un senso compiuto a tutti quei racconti che scriveva per le riviste americane, assemblandoli secondo un piano logico di data e riempiendo via via i vuoti e le incongruenze con altri scritti successivi. Ma signori, tanto di cappello all'assemblaggio, la trilogia restera' uno dei cardini della fantascienza, e pazienza se Fondazione anno zero restera' l'anello debole di tutto il collage. L'unico neo e' che leggendolo si percepisce la frammentarieta' , e non sempre e' scorrevole, pazienza! La Trilogia restera' sempre nella storia come uno dei cardini della intuitiva e profetica fantascienza ed Asimov uno dei suoi Dei. Lo consiglio pero' solo agli amanti del genere, chi cerca un romanzo qualsiasi potrebbe restare deluso.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0La "Fondazione" della Fantascienza, 27-09-2011
di A. Camaiani - leggi tutte le sue recensioni

«I primi tre libri della fondazione sono in realtà l'unione delle storie che Asimv faceva uscire bisettimanalmente sulle riviste del tempo, in seguito raccolte per formare i tre capitoli della Fondazione: "La Prima Fondazione", "Fondazione e Impero", "La seconda Fondazione". Una fantascienza che è ancora attuale, forse però non semplice da leggere. Un classico che gli amanti del genere non devono assolutamente farsi scappare.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Appassionante, 17-09-2011
di L. Luca - leggi tutte le sue recensioni

«La fantascienza di Asimov è ancora attuale e leggibile. Sebbene scritti negli anni '50 questi tre libri sono ancora appassionanti, pare quasi che non sono siano passati sessant'anni.
Per chi ha amato la trilogia originale si avvisa che negli anni '80 Asimov ha intrapreso un discutibile lavoro di unificazione dei tre cicli (Fondazioni-Robot-Impero), arrivando a sovvertire alcuni punti chiave dalla primigenia trilogia.
»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Capolavoro di fantascienza, 09-09-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di L. Noventa - leggi tutte le sue recensioni

«Hari Seldon, il più grande studioso della psicostoria (disciplina che permette di prevedere fenomeni futuri) annuncia che il grande impero sta per dissolversi, lasciando millenni di guerre e devastazione tra i vari pianeti.
Enorme capolavoro di Isaac Asimov che dipinge una storia di ampio respiro dai risvolti inaspettati.
»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Una nuova scienza, 15-11-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 5
di D. Buitta - leggi tutte le sue recensioni

«Questo volume contiene il trittico della Saga "Fondazione" da tutti ritenuto il miglior ciclo di fantascienza di sempre. Un romanzo ricco di tantissimi spunti non soltanto scientifici, ma anche sociologici. Un libro che mi emoziona ancora quando lo prendo tra le mani. Non dovrebbe mancare in nessuna libreria! »

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Non è un libro di fantascienza, 10-11-2010
di N. Dal bianco - leggi tutte le sue recensioni

«Questo non è un libro di fantascienza ma una ricerca condotta sui più alti significati dell'essenza umana, quando si è immersi nella lettura se ne dimentica il contesto e al posto delle righe prendono posto i pensieri. Non so se gli altri libri di Asimov abbiano questa caratura ma questo è una pietra miliare.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


3.0Trilogia della Fondazione, 06-11-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di G. Maisto - leggi tutte le sue recensioni

«Ho terminato per ora solo il primo libro della trilogia (“Prima Fondazione”). Gli spunti di base sono di indubbio interesse, Asimov è estremamente abile nel costruire un sistema economico e politico “altro” con logiche complesse e intrecci avvincenti. A mio gusto, non mi ha fatto impazzire, ma probabilmente è un mio limite per parecchi romanzi nei quali la fantapolitica è preponderante rispetto ad altri aspetti. »

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Asimov, 30-08-2010
di M. Argenton - leggi tutte le sue recensioni

«La trilogia della fondazione è ritenuta dai lettori e dalla critica, il capolavoro di Isaac Asimov. Questo volume raccoglie tutti e tre i libri centrali della trilogia originale, permettendo al lettore di poterseli gustare ininterrottamente, apprezzando la genialità di Asimov nel gestire un universo intero in continuo cambiamento. Un "must".»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


5.0Un capolavoro della fantascienza, 01-08-2010
di M. Cavallero - leggi tutte le sue recensioni

«L’opera deriva dal Ciclo delle Fondazioni, una serie di racconti scritti da Isaac Asimov e poi raccolti in tre romanzi, qui riuniti un unico volume. Hari Seldon è uno studioso di psicostoria, una scienza affascinante, capace di prevedere le sorti future delle masse per mezzo di formule matematiche. Egli ha previsto l’imminente decadenza dell’Impero Galattico e ha deciso di creare due Fondazioni di scienziati che preserveranno le alte conoscenze dell’epoca durante il periodo di barbarie che seguirà la decadenza, e che sono destinate a fondare un nuovo Impero.
Nei tre romanzi si susseguono varie figure eroiche che ad ogni crisi di potere risolvono la situazione, grazie anche ad una buona conoscenza e fiducia nel progetto Seldon.
L’opera è un misto di fantascienza, politica, e sociologia, in uno stile semplice, perché il primo obiettivo dell’autore era rendere i suoi romanzi comprensibili a tutti, ed era anche uno dei suoi massimi talenti. Con la Fondazione Asimov si impone come maestro indiscusso del genere fantascientifico, e dà il suo più grande contributo a questo genere letterario.
»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


3.0Roma galattica, 26-07-2010, ritenuta utile da 7 utenti su 8
di G. Sherwood - leggi tutte le sue recensioni

«La storia è nota tra gli appassionati di fantascienza: nel 1941 Isaac Asimov (1920 – 1972) è un giovane scrittore che ha già ottenuto qualche soddisfazione. Alla ricerca continua di nuove idee, legge Declino e decadenza dell’impero romano di Edward Gibbon (1737 – 1794), che gli infiamma la fantasia. All’epoca Asimov pubblica i suoi racconti su Astounding, il cui direttore John Campbell è attentissimo a incoraggiare e sostenere i giovani talenti con consigli sulle stile e spunti per le trame (e anche pagando sull’unghia). Incoraggiato da Campbell, Asimov inizia una serie di racconti che hanno per tema la lunga decadenza e la fine di un impero galattico, e ciò che ne consegue. I racconti, pubblicati tra il 1942 e il 1949, sono poi raccolti in tre volumi a partire dal 1951. Costituiscono il nucleo di una storia omogenea del futuro in cui l’autore farà rientrare tutta la sua produzione narrativa. Negli anni, sono diventati l’opera più celebre di Asimov. È gloria meritata? Nell’ambito della produzione dell’autore, sì. Asimov non è mai stato, né mai ha voluto essere uno raffinato stilista. La sua prosa è essenziale – non rozza, si badi – mirata alla scorrevolezza. Quanto alle idee, la trilogia ne offre di varie e interessanti. Se una critica si può muovere, è che la derivazione dai racconti rende frammentario il racconto. Ma chi ama i grandi affreschi e le avventure che hanno come unico limite il confine della galassia, trova pane per i suoi denti.»

Ritieni utile questa recensione? SI  NO 


Ultimi prodotti visti