€ 19.74€ 21.00
    Risparmi: € 1.26 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La scena perduta

La scena perduta

di Abraham Yehoshua


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Supercoralli
  • Traduttore: Shomroni A.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2011
  • EAN: 9788806203313
  • ISBN: 8806203312
  • Pagine: 367
  • Formato: rilegato
La complessità ebraica di vivere i sentimenti, la religione e la fede emerge come una vibrante necessità nell’ultimo romanzo di Abraham Yehoshua. La scena perduta è un affresco reale e immaginato di simboli religiosi, d’amore materno e sensuale. Dopo il successo di Il fuoco amico, lo scrittore e drammaturgo israeliano narra ancora una volta una storia di sentimenti contrastati in cui il rapporto di coppia è vissuto come una sorta di legame innaturale, non vincolato da legami sanguigni e per questo estremamente complesso. Il regista Yak Moses è a Santiago per una retrospettiva sul suo lavoro cinematografico, accompagnato dall’attrice Ruth. Yak è ormai anziano, ma l’amore e la passione per la donna protagonista di molti suoi film sono ancora molto forti. Il rapporto con l’attrice è complesso e frammentato e Yehoshua lo rappresenta sia verbalmente sia attraverso l’uso di una sorta di macchina da presa inserita nel racconto. Tutto però sembra andare per il meglio in questa specie di celebrazione del successo di una vita di Yak fino a quando l’uomo non si accorge che nella sua stanza d’albergo c’è un quadro che lo turba: la rappresentazione fiamminga della carità romana. Nell’affresco la giovane fanciulla Pero allatta il padre Cimone, chiuso in carcere e condannato a morire. Questo dipinto apparentemente innocuo dà il via ad una serie di tormenti interiori e di decisioni di Moses. Il regista ricorda infatti che la carità romana è un’immagine iconografica che sarebbe dovuta apparire in uno dei suoi film più celebri e che Ruth si rifiutò di girare. Da quell’episodio si scatenarono una serie di litigi con lo sceneggiatore di tutti i suoi film, Trigano, all’epoca anche fidanzato di Ruth e ora proprio organizzatore della rassegna cinematografica dedicata a Yak. Cosa comporterà il ritorno dell’uomo nelle loro vite? Sarà l’occasione per una riconciliazione o il momento di una rottura definitiva? In questa sorta di epifania descritta da Yehoshua il non detto ci addolora e induce all’autocritica il protagonista di La scena perduta.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Abraham Yehoshua:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La scena perduta e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Lo spirito dell'arte, 02-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Yehoshua è tornato con un romanzo intenso e sfaccettato, che esplora i legami tra vita e arte, tra finzione e realtà, tra odio e passione. Un maturo regista all'apparenza sicuro e appagato, mette in discussione tutta la sua opera in seguito ad una retrospettiva organizzata da un suo vecchio sceneggiatore col quale ha rotto ogni rapporto. E insieme alla sua opera è costretto a ripensare anche alla sua vita privata, ai suoi amori, alla sua famiglia che molto spesso hanno subìto ripercussioni proprio a causa della sua arte. Come in altri romanzi di Yehoshua, il personaggio femminile riveste un ruolo molto importante, in questo caso il personaggio di Ruth, una donna enigmatica e affascinante, cresce di importanza e di intensità al crescere dell'inquietudine del regista che tenta di afferrare lo spirito delle sue prime opere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO