Quattro dopo mezzanotte vol.1

Quattro dopo mezzanotte vol.1

3.5

di Stephen King


  • Prezzo: € 10.90
  • Nostro prezzo: € 8.72
  • Risparmi: € 2.18 (20%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Maggio dei libri

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Note sull'autore

Il maestro dell'horror è nato a Portland, nel Maine, nel settembre del 1947. Il padre, ex capitano della Marina Mercantile durante la Seconda Guerra Mondiale, scompare due anni dopo la nascita di Stephen, e la famiglia King, è costretta, per il lavoro della madre, a spostarsi tra Maine, Massachusetts, Wisconsin, Indiana, Illinois e Connecticut.
Oltre all'abbandono del padre, l'infanzia di King è segnata da un altro evento tragico: a soli quattro anni, assiste alla morte dell'amico, travolto da un treno mentre i due giocano sulle rotaie. Il piccolo Stephen torna a casa sconvolto ma senza ricordare nulla.
A partire dai primi anni delle elementari inizia a leggere da solo tutto ciò che gli capita tra le mani; è di questo periodo anche il suo primo racconto. Anni dopo trova nella soffitta della zia i libri del padre, amante dei racconti di Edgar Allan Poe, H.P. Lovercraft e Richard Matheson. Nel 1962 comincia a frequentare la Lisbon Falls High School e poco dopo viene contattato per lavorare al Lisbon Enterprise, settimanale di Lisbon.
Studia letteratura presso l'Università del Maine, dove tiene una rubrica sul giornale universitario. Per pagarsi gli studi, King lavora e vende alcuni suoi racconti. Nell'estate del 1969 conosce Tabitha Jane Spruce, giovane poetessa e laureanda in storia che diventerà sua moglie due anni più tardi. Conseguita la laurea, comincia ad insegnare lettere in una scuola superiore.
Il successo, e la prima vera pubblicazione, arriva con Carrie nel 1974, che supera il milione di copie vendute. Le notti di Salem (1975) e Shining (1977) riscuotono ancora più successo, con i rispettivi tre milioni e quattro milioni di copie vendute. Nel 1970 nasce la figlia Naomi Rachel e due anni dopo il figlio Joseph Hillstrom.
Due eventi tragici colpiscono lo scrittore negli anni a seguire: lo scrittore comincia ad avere seri problemi di dipendenza da alcol e droga, da cui uscirà solo dopo un processo di disintossicazione durato più di un anno. Nell'estate del 1999, inoltre, durante una passeggiata King viene travolto da un'auto subendo pesanti traumi. Sottoposto a numerosi interventi, ci vorranno mesi prima che King si riprenda totalmente.
Nell'arco della sua carriera, Stephen King ha venduto oltre 500 milioni di copie e dai suoi libri sono state tratte oltre 40 pellicole cinematografiche.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Stephen King:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 7 recensioni)

3.0Quattro dopo mezzanotte vol. 1, 30-01-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 4
di B. Neri - leggi tutte le sue recensioni
Bella raccolta di storie. Due racconti per volume sembrano essere pochi. Ne scaturisce però una lettura veloce e intrigante. Nei due racconti di questo primo volume il filo conduttore sembra essere la psiche umana. Chi cerca dell'horror forse rimarrà un po' deluso, in compenso la suspence non sembra mancare
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Racconti carini, 24-01-2012, ritenuta utile da 3 utenti su 8
di M. Bartolozzi - leggi tutte le sue recensioni
Quattro racconti carini ma ben distanti da certe vette toccate in passato da Stephen King.
Una capacità che resta immutata in tutti i racconti dello scrittore americano è quella di creare una sorta di "dipendenza" dal testo che non ti consente di smettere di leggere fino al termine del racconto.
Una lettura leggera e piacevole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Un po' deludente, 12-09-2010
di R. Bosetti - leggi tutte le sue recensioni
Non è una delle migliori opere di King, ma si può leggere comunque. Due racconti di certo non horror, forse si potrebbero definire più come Thriller. Tutto sommato può essere una lettura interessante ma prima di leggere questo libro ce ne sono molti altri migliori sempre di Stephen King.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bellissimo, 06-09-2010
di L. Aresi - leggi tutte le sue recensioni
Di solito non acquisto le raccolte di racconti, ma fortunatamente per questa ho fatto un'eccezione.
I due racconti sono stupendi: il primo, I LANGOLIERI, lo definirei mozzafiato per come riesce a spaventare e sorprendere il lettore.
Il secondo invece, FINESTRA SEGRETA GIARDINO SEGRETO, è cupo e molto horror sia per il tono della storia che per l'argomento trattato.
Assolutamente da non perdere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0carino, 31-08-2010
di E. Mannai - leggi tutte le sue recensioni
che dire due racconti molto carini...certo non horror ma interessanti e ansiolitici si...il primo i langonieri, mi ha messo i brividi parecchie volte per via di tutti quegli strani misteri ma nel finale mi aspettavo qualcosa di più spettacolare...il secondo racconto finestra segreta, giardino segreto tra i due è il mio preferito, con un bel colpo di scena e da cui è stato tratto pure un bel film con jhonny depp!!!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Finestra segreta giardino segreto, 25-08-2010
di M. Cavallero - leggi tutte le sue recensioni
Non ho mai amato le raccolte di racconti, perché un racconto finisce troppo presto, non fai tempo ad affezionarti ai personaggi, alla storia, che è già finito. Tuttavia quelli di Stephen King non sono male, e Finestra segreta giardino segreto è un racconto spettacolare. Il film che ne è stato tratto, Secret window è davvero bello. Un racconto più psicologico che horror, che parla di un uomo distrutto che non riesce ad accettare la separazione dalla moglie, e comincia a commettere delitti addossando la colpa ad un personaggio delle sue storie.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.02 racconti non brevi, 08-07-2010
di S. Schiavoni - leggi tutte le sue recensioni
In questo volume sono raccolti 2 racconti e come genere io personalmente li definirei come dei "paranormal thriller", non mi sono sembrati horror, angoscianti sì, ma horror decisamente no. Il primo racconto "I Langolieri" mi ha parecchio delusa. Subito mi stava piacendo, ma mi aspettavo un finale che mi avrebbe lasciata completamente a bocca aperta per lo stupore, e invece l'ho trovato stupido e insulso! Fortunatamente il secondo racconto "finestra segreta, giardino segreto" mi ha risollevato il morale, l'ho trovata una storia riuscita, imprevedibile, con un colpo di scena dietro l'altro e un finale meritevole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
product