La piramide di fango

La piramide di fango

4.5

di Andrea Camilleri


  • Prezzo: € 14.00
  • Nostro prezzo: € 11.20
  • Risparmi: € 2.80 (20%)
Disponibilità immediata solo 1pz.
Ordina entro 1 ora e 24 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo venerdì 27 maggio   Scopri come

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Maggio dei libri


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

In sintesi

«Lei poco fa ha detto una parola, piramide. E a me è tornato in mente… Sa che dentro alla piramide di Cheope nessuno per lungo tempo ci è potuto entrare perché non si riusciva a scoprire l’accesso? Poi qualcuno ha rotto gli indugi e ha praticato un foro nella parete, foro non autorizzato dai custodi della piramide. Ma così anche i custodi, che fino a quel momento erano stati costretti a starsene fuori, poterono penetrare all’interno».

In Una lama di luce avevamo lasciato Montalbano e Livia sconvolti per la fine di François, il protagonista del Ladro di merendine, il bambino che Livia avrebbe voluto adottare. Livia non si è mossa da Boccadasse e nelle lunghe telefonate con Salvo mostra tutta la sua prostrazione, ma in un’alba livida la telefonata di Fazio interrompe il sogno angoscioso di Montalbano per trascinarlo in una nuova indagine. Sono giorni di pioggia a Vigàta, quegli acquazzoni violenti e persistenti che non danno requie, fiumane d’acqua scatenata che travolgono case e terreni lasciando dietro di sé un mare di fango. È in una di queste giornate che un uomo, Giugiù Nicotra, viene trovato morto in un cantiere, mezzo nudo, colpito da un proiettile alle spalle. Aveva cercato scampo in una specie di galleria formata da grossi tubi per la costruzione di condotte d’acqua. L’indagine parte lenta e scivolosa, ma ben presto ogni indizio, ogni personaggio, conduce al mondo dei cantieri e degli appalti pubblici. Un mondo non meno viscido e fangoso della melma di cui ogni cantiere è ricoperto. Districandosi tra tutto quel fango nel quale «sguazzariano» costruttori, ditte, funzionari pubblici, una cosa Montalbano non riesce a togliersi dalla testa: che Nicotra, il morto, andando a morire dentro alla galleria, avesse voluto comunicare qualche cosa.

Note sull'autore

Andrea Camilleri nasce a Porto Empedocle il 6 settembre 1925. Dopo una breve esperienza di studi presso il collegio vescovile, dove viene espulso per il comportamento poco disciplinato, ottiene la maturità classica nel maggio del ‘43 presso il Liceo Empedocle di Agrigento, pur non sostenendo gli esami di maturità in quanto il preside della scuola decise che sarebbe stato sufficiente lo scrutinio, visto l'imminente sbarco in Sicilia degli alleati. Nel ‘44 si iscrive all'Università, alla facoltà di Lettere, ma non consegue la laurea. Nel ‘45 entra a fare parte del Partito Comunista Italiano e inizia a pubblicare brevi racconti e poesie. Dal '48 al '50 studia regia all'Accademia Nazionale d’ Arte Drammatica Silvio d'Amico per poi lavorare come regista e sceneggiatore. Nel ‘54 tenta l'ingresso in RAI, ma non ha successo in quanto appartenente al Partito Comunista. L'ingresso in RAI avverrà anni dopo. Nel ‘57 sposa Rosetta Dello Siesto, da cui ha tre figlie. L'esordio nella narrativa avviene nel 1978 con un romanzo dal titolo "Il corso delle cose", scritto dieci anni prima e pubblicato da un editore a pagamento. Seguiranno altre numerose opere, ma il vero successo avviene con la serie dedicata al commissario Montalbano, il cui primo romanzo è del 1994 ed è intitolato "La forma dell'acqua". La serie legata al commissario Montalbano dà vita ad una serie televisiva di successo, dal titolo omonimo, che trova il favore del grande pubblico, aumentando la fama dell'autore. Camilleri è un autore che, attraverso i romanzi, racconta la Sicilia, con ambientazioni, atmosfere, personaggi e dialoghi che emanano quel fascino e quella simpatia tipica della sua terra.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La piramide di fango acquistano anche Un covo di vipere di Andrea Camilleri € 11.20
La piramide di fango
aggiungi
Un covo di vipere
aggiungi
€ 22.40

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4.3 di 5 su 4 recensioni)

3.0Spiace contraddire...., 28-02-2016, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di G. Casanova - leggi tutte le sue recensioni
Libro un po' piatto rispetto ad altri. Vicenda prettamente sicula, nel senso che parte con un presunto delitto d'onore e via via si trasforma in vicenda dai connotati mafiosi. Un Montalbano stanco, alle prese con soli protagonisti siculi (quindi anche tutto il libro è scritto in siciliano stretto, delimitando in parte la fantasia), protagonisti confusi che si avvitano in se stessi, o mentitori, e da qui la similitudine con il titolo "la piramide di fango". Montalbano decide di smontare questa piramide di bugie con una furbata, un buco nella parete di questa piramide che sembra impenetrabile come quella egiziana. Ci riesce naturalmente, ma non ne sembra neanche contento. Questa lotta con i Cuffaro lo sta lentamente sfiancando e segna il passo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Commissario bravo e fortunato, 10-07-2014
di P. Serraglini - leggi tutte le sue recensioni
L'appuntamento con Montalbano è irrinunciabile, e il Commissario non delude! Il giallo è serrato: contrariamente ad altri casi l'"ammazzatina" avviene già all'inizio della storia e gli sviluppi toccano piani di narrazione diversi ma ben compenetrati. Oltre a ben affrescate vicende personali, si parla di lavori pubblici, imprese, mafia, sparizioni misteriose e di molto altro che non è il caso di anticipare. Non ci sono pause nella narrazione di un plot complesso ma ben disegnato, che usufruisce sempre, comunque, delle piacevoli "assistenze" dell'ormai collaudatissima squadra di caratteristi associata al team Montalbano. C'è solo qualche piccola caduta nelle necessarie geniali intuizioni del Commissario, che senza qualche combinazione un po' troppo fortuita forse, questa volta, si starebbe ancora facendo qualche domanda.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Montalbano non delude mai!, 23-05-2014, ritenuta utile da 9 utenti su 12
di G. Cupani - leggi tutte le sue recensioni
Il personaggio di Montalbano accompagna noi lettori ormai da vent'anni, e dopo tanto tempo è impossibile non sentirlo quasi come una persona di famiglia... Con tutte le sue frasi ricorrenti, i suoi incubi che ritornano sempre, il suo brutto carattere, la sua capacità di seguire l'istinto e di affidarsi alle sue sensazioni per arrivare a risolvere i casi che gli sono affidati... Come si fa a non amarlo? Dopo vent'anni, ogni suo romanzo è avvincente come il primo, e sicuramente anche quest'ultimo non fa eccezione: una storia di appalti, fango e mazzette che parla del malcostume italiano senza fare sconti a nessuno... Consigliatissimo, da non perdere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Attesa trepidante per questo nuovo episodio, 13-05-2014, ritenuta utile da 19 utenti su 21
di G. Riccitiello - leggi tutte le sue recensioni
In uscita il 29 maggio Montalbano compie 20 anni e Andrea Camilleri annuncia l'uscita di questo nuovo episodio del famoso commissario che ha già venduto oltre 15 milioni di libri in tutta Italia. Un successo senza fine che è destinato a proseguire, in quanto Sellerio ha già anticipato la presenza di ben tre libri pubblicabili consegnati dall'autore. Sembra tra l'altro che in uno dei tre episodi verrà trattata una tematica mai presente fino ad oggi: gli imbrogli negli appalti delle opere pubbliche.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
product