In Patagonia

In Patagonia

3.5

di Bruce Chatwin


  • Prezzo: € 10.00
  • Nostro prezzo: € 9.50
  • Risparmi: € 0.50 (5%)
Disponibilità immediata

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 10 beenz o più.   Scopri come

Descrizione

Dopo l'ultima guerra alcuni ragazzi inglesi, fra cui l'autore di questo libro, chini sulle carte geografiche, cercavano il luogo giusto per sfuggire alla prossima distruzione nucleare. Scelsero la Patagonia. E proprio in Patagonia si sarebbe spinto Bruce Chatwin, non già per salvarsi da una catastrofe, ma sulle tracce di un mostro preistorico e di un parente navigatore.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano In Patagonia acquistano anche La montagna nuda. Il Nanga Parbat, mio fratello, la morte e la solitudine di Reinhold Messner € 15.75
In Patagonia
aggiungi
La montagna nuda. Il Nanga Parbat, mio fratello, la morte e la solitudine
aggiungi
€ 25.25

Prodotti correlati:


Dettagli del libro

  • Titolo: In Patagonia
  • Traduttore: Marchesi M.
  • Editore: Adelphi
  • Collana: Gli Adelphi
  • Edizione: 8
  • Data di Pubblicazione: Gennaio 2003
  • ISBN: 8845917509
  • ISBN-13: 9788845917509
  • Pagine: 264
  • Reparto: Viaggi > Letteratura di viaggio
  • Formato: illustrato

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su In Patagonia e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 8 recensioni)

4.0Magico!, 28-03-2012
di L. Rondinelli - leggi tutte le sue recensioni

Se lo spirito di chi viaggia è quello di andare alla scoperta di luoghi, di storia, ma anche di personaggi veri e leggende avvincenti, allora Bruce Chatwin con questo libro ha colpito decisamente nel segno.
Denso di cultura e di emozioni, questo libro descrive la vera anima della Patagonia, regalando al lettore l'immagine di un viaggio davvero coinvolgente.
Leggetelo se siete interessati a scoprire il mondo, in particolare se la Patagonia con tutte le sue contraddizioni vi affascina.





4.0La summa teologica dei libri di viaggio, 25-02-2012
di A. Basile - leggi tutte le sue recensioni

In genere viene descritto come un grande libro di viaggi. Chi conosce il sostrato teorico dei libri di Chatwin sa che la Patagonia è scelta non a caso per tracciare il sentiero di un pensiero nomade, così affascinante, così libero, così arcaico e potente ma anche così lontano dal nostro stile di vita. Belli certi passaggi, la miriade di persone incontrate, affulatrici, rievocazioni di avventurieri, banditi, marinai, pirati contadini confluiti da dozzine di nazione in un nuovo mondo. Chatwin forse direbbe con il buon corto maltese che non si rifiuta mai una bella avventura.




5.0In Patagonia, 04-08-2011
di F. Villo - leggi tutte le sue recensioni

Un must per chi ama viaggiare, viaggiare sia con il corpo che con l'anima. Nel 1974, Bruce arriva a Lima, e parte alla volta dell'estremo Sud, da dove tornerà 6 mesi più tardi. Con nello zaino questo taccuino denso di note, che diventerà il libro che ridefinisce la letteratura di viaggio. Nei suoi circa cento capitoletti, parla di viaggi, storia, avventura, intrecciando aneddoti, ma sempre ed in ogni caso, facendoci camminare sulla terra su cui sta camminando, ragionare con la gente con cui sta parlando. Certo, c'è sempre della fiction, e qualcuno dei passi a volte non regge ad una maggiore critica. Ma, datato o meno, è un capolavoro, e viene subito la voglia di rifare lo zaino e di partire.




3.0In Patagonia, 09-05-2011
di T. Messa - leggi tutte le sue recensioni

Amo i libri con il tema del viaggio colmi di riflessioni, di pensieri, di ricordi. Ho sentito molto parlare di questo libro e ho deciso di acquistarlo, mi ha un po' deluso perché è totalmente diverso da come me lo aspettavo. Più che di un viaggio parla di una serie di incontri.




5.0In Patagonia, 05-04-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di A. Ricci - leggi tutte le sue recensioni

E' un po' il simbolo di tutti i viaggi formativi intellettuali. Un viaggio iniziato alla ricerca di un pezzo di "pelle di dinosauro". Una terra sconosciuta, a cavallo tra Argentina e Cile, la Patagonia, dove si intrecciano le avventure di Butch Cassidy o le traversie del capitano Milward. Un viaggio a piedi, un viaggio di incontri e pagine di diario.




4.0In Patagonia, 22-02-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di G. Guy - leggi tutte le sue recensioni

Questa non è affatto una recensione.
Il modo migliore sarebbe stato affrontare il libro, le suggestioni e le impressioni, le meraviglie lasciate man mano. Purtroppo la mia lettura è stata itinerante nella città, la maggior parte del tempo in metro, in attesa, nei tram, negli autobus.
Viaggiare per cercare e tornare rafforzati forse, C'è uan sorta di circolarità nel viaggio intrapreso dall'inglese Chatwin, una ricursività forse data da predecessori, dal Milodonte, dalle gesta del parente Charley Millward. Non è una scrittura verminosa, ma si nutre molto di quanto appuntato per strada. Belli certi passaggi, la miriade di persone incontrate, affulatrici, rievocazioni di avventurieri, banditi, marinai, pirati contadini confluiti da dozzine di nazione in un nuovo mondo. Chatwin forse direbbe con il buon corto maltese che non si rifiuta mai una bella avventura.





2.0In Patagonia, 19-11-2010
di R. Sbozza - leggi tutte le sue recensioni

No, non mi è mica piaciuto. Non è preciso, e ti lascia sempre col dubbio che invece di parlare di un viaggio parli di fatti incomprensibili che hanno il solo filo comune della Patagonia




1.0In Patagonia, 08-11-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di O. Ceppa - leggi tutte le sue recensioni

Questo libro rappresenta la più grande delusione letteraria della mia vita. Ero rimasto affascinato da Le vie dei canti e mi aspettavo tantissimo da In Patagonia. E invece... e invece niente, un libro lento, impersonale, privo di brividi ed emozioni. Imparagonabile a Le vie dei canti: eppure questo dovrebbe essere il libro feticcio di Chatwin. Sono senza parole...




4.0In Patagonia, 01-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di P. Napolano - leggi tutte le sue recensioni

Se mi recassi in Argentina non resterei deluso, perché so che troverei ciò che cerco: la mia idea dell’Argentina. Borges, la pampa, il ragno, Maradona, il vento, il duello, la povertà dell’Argentina e la sua poesia. Perché un viaggio è sempre l’incontro con un nuova realtà, ma quella realtà vive nella sua storia e nelle storie dei personaggi che vi abitano; perché un viaggio è sempre un inseguimento e un incontro coi propri sogni; perché un viaggio è sempre un viaggio verso il Sud.




3.0Viaggio, 08-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di M. Caiazzo - leggi tutte le sue recensioni

Alla ricerca della grotta di ritrovamento di un iguanodonte, Bruce Chatwin ci racconta precisamente tutte le tappe del suo viaggio attraverso l'Argentina.Ci racconta delle persone, delle loro situazioni che, anche se talvolta difficili, nonesitano un momento a dare ospitalità ad un viaggiatore.
Per gli amanti della letteratura di viaggio





product