€ 6.80€ 8.00
    Risparmi: € 1.20 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Novelle

Novelle

di Arthur Schnitzler

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
"Se un denominatore comune hanno queste novelle, è l'atmosfera diffusa e il senso invincibile d'insicurezza dentro cui, volenti o nolenti, si muovono i personaggi. Le tecniche di scrittura sono diverse, e non c'è predominanza dell'una o dell'altra in un dato periodo creativo dell'autore: il quale probabilmente nella scelta si lasciava guidare dal soggetto della novella (dall'introduzione di Cesare De Marchi).

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Arthur Schnitzler:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Novelle e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Novelle, 09-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Una serie di favole decadenti che ho letto in poco tempo nonostante non siano il mio genere, gustando il variare della scrittura: la prima persona, la terza, il flusso di pensieri. Alcune prove sono dignitose. Altre le ho trovate sublimi: "Il sottotenente Gustl" mi ha preso con la sua tronfia ignoranza ed "Il destino del barone" mi ha travolto di risate per quel finale insospettato, anche se non è un testo comico. Anche il "diario di Redegonda" ha il suo fascino, forse tagliando le ultime due pagine. Dopo la domanda: e lei lo ha colpito? E la risposta: No, ma la sua pallottola mi ha preso in pieno petto e mi ha ucciso, avrei salutato tutti e chiuso il libro. La scrittura ha uno svolgimento rapido e lineare, va dritta al suo punto culminante senza distrarsi in episodi o personaggi marginali; benché lo scioglimento sia spesso anticipato in apertura, la tensione non ne è diminuita perché il racconto si concentra tutto sulla dinamica che deve portare al punto preannunciato. Non sono certo io a dover parlare del grande austriaco. Ma sono contento di averlo letto ora, apprezzandolo meglio di quanto avrei fatto decenni addietro. Forse le mie bioenergetiche frequentazioni mi hanno aiutato.
"ci si può riconciliare senza perdonare e si può perdonare senza dimenticare"
Ritieni utile questa recensione? SI NO