€ 15.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Nessuno lo saprà. Viaggio a piedi dall'Argentario al Conero

Nessuno lo saprà. Viaggio a piedi dall'Argentario al Conero

di Enrico Brizzi


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Strade blu
  • Data di Pubblicazione: maggio 2005
  • EAN: 9788804535195
  • ISBN: 8804535199
  • Pagine: 423
Non sarà un coast to coast da New York a Los Angeles, ma anche il più modesto "da costa a costa" dal Tirreno all'Adriatico può riservare sorprese, generare avventura, produrre mito. Basta uscire dal centro abitato - e già non è facile - e imboccare la prima strada bianca che sale in mezzo ai colli per rendersi conto che smarrirsi è un'eventualità più che concreta, che un cane randagio non è proprio una minaccia da nulla, che individuare il posto ideale per piantare la tenda può richiedere assai più tempo del previsto, che neppure trovare un agglomerato di case munito di bar è così ovvio e che niente, per la verità, è più come prima, scontato come prima. Tre settimane di marcia ed ecco un mondo imprevedibile, così dietro casa e così remoto, tutto da raccontare.

Note su Enrico Brizzi

Enrico Brizzi è nato il 20 novembre del 1974 a Bologna. Suo padre è docente universitario di Storia Moderna e sua madre è insegnante. Dopo il diploma di maturità, conseguito al Liceo Galvani di Bologna, si iscrive all’Università, dove ha modo di seguire alcune lezioni tenute da Umberto Eco. Non ancora ventenne, compie il suo esordio letterario, pubblicando il romanzo “Jack Frusciante è uscito dal gruppo” (1995). Il romanzo è divenuto in breve un caso editoriale, sia per gli aspetti commerciali, sia per l’impatto sul costume giovanile, rendendo l’esordio di Brizzi uno dei più clamorosi nella storia recente della narrativa italiana. Dal romanzo, nel 1996, è stato anche tratto un film omonimo. Nello stesso anno in cui è uscito il film tratto dal suo primo libro, Brizzi pubblica la sua seconda opera, “Bastogne”, opera pulp che di fatto sancisce l’ingresso di Brizzi nella corrente letteraria italiana degli scrittori Cannibali. Due anni dopo, nel 1998, pubblica il terzo romanzo, “Tre ragazzi immaginari”, che assieme alle due precedenti opere compone la trilogia della giovinezza. A queste opere ne sono seguite molte altre, tra romanzi, racconti brevi e graphic novel, rendendo Brizzi uno dei giovani autori più rappresentativi del panorama narrativo italiano. Enrico Brizzi è inoltre famoso per i lunghi viaggi a piedi che ha deciso di intraprendere, spesso percorrendo il cammino dei pellegrini del medioevo (Canterbury-Roma e Roma-Gerusalemme).
 

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche: