€ 17.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Linguaggio e problemi della conoscenza

Linguaggio e problemi della conoscenza

di Noam Chomsky


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Il Mulino
  • Collana: Biblioteca
  • Traduttori: Donati C., Moro A.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 1998
  • EAN: 9788815066954
  • ISBN: 8815066950
  • Pagine: 198
Il libro discute quattro quesiti fondamentali: che cosa sappiamo realmente quando siamo in grado di parlare e comprendere una lingua? Come viene acquisita questa conoscenza? Come la usiamo? Quali sono i meccanismi fisici coinvolti nella rappresentazione, acquisizione e uso di questa conoscenza? Per Chomsky, l'analisi del linguaggio solleva questioni sulla natura umana che coinvolgono tanto le scienze naturali quanto la riflessione filosofica: il linguaggio infatti si presenta sia come potenzialità genetica determinata (e specifica dell'uomo), sia come manifestazione comunicativa e sociale. Il libro rappresenta una sintesi del tentativo chomskyano di riaccostare scienza e filosofia nello studio dei rapporti tra mente e linguaggio.

Note su Noam Chomsky

Noam Chomsky è nato il 7 dicembre del 1928 a Filadelfia, da una famiglia ebraica di origini europee. Ha studiato Linguistica presso la University of Pennsylvania, seguendo le lezioni di Zellig Harris, il fondatore del primo dipartimento di Linguistica in una università americana. Qui consegue la laurea nel 1949, lo stesso anno in cui si sposa con la linguista Carol Schatz. Dopo la laurea prosegue gli studi ed ottiene, sempre presso la University of Pennsylvania, un Master nel 1951 e un dottorato nel 1955. Dal 1951 al 1955 ha anche svolto l’attività di ricercatore presso l’Harvard University di Boston. A partire dal 1955 inizia ad insegnare in qualità di assistant professor al MIT (Massachusetts Institute of Technology), dove tutt’ora lavora. Dopo aver scritto numerosi articoli, nel 1957 Chomsky pubblica il volume “Syntactic structures” (in italiano “Le strutture della sintassi”), che contiene le basi della sua teoria sulla grammatica generativo-trasformazionale, ad oggi ritenuta una delle teorie più rilevanti per la Linguistica teorica del XX secolo. L’approccio di Chomsky si caratterizza per la ricerca delle strutture innate del linguaggio naturale, presenti non solo nell’uomo ma anche nelle specie animali, superando le teorie tradizionali che prevedevano lo studio del solo linguaggio parlato. Chomsky tuttavia non si distingue solo per le teorie innovative nel campo della linguistica, ma è anche noto per le sue idee politiche, le quali criticano aspramente i sistemi di potere, la politica estera imperialista degli Stati Uniti e la strumentalizzazione dei mezzi di informazione. Le sue numerosissime pubblicazioni sia in ambito scientifico sia in quello politico, lo hanno reso uno dei più acuti e innovativi intellettuali dei nostri tempi, per tal motivo ha ricevuto anche numerosi riconoscimenti da parte delle Università italiane: Laurea honoris causa in Lettere presso l’Università degli Studi di Firenze (2004), laurea honoris causa in Psicologia presso l’Università di Bologna (2005), PhD honoris causa in Neuroscienze presso la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste (2012).