€ 7.90
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston

di Richard Bach

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
Jonathan Livingston è un gabbiano che abbandona la massa dei comuni gabbiani per i quali volare non è che un semplice e goffo mezzo per procurarsi il cibo e impara a eseguire il volo come atto di perizia e intelligenza, fonte di perfezione e di gioia. Diventa così un simbolo, la guida ideale di chi ha la forza di ubbidire alla propria legge interiore; di chi prova un piacere particolare nel far bene le cose a cui si dedica. E con Jonathan il lettore viene trascinato in un'entusiasmante avventura di volo, di aria pura, di libertà.

Note su Richard Bach

Richard Bach è nato il 23 giugno 1936 a Oak Park, nello stato americano dell’Illinois. Prima di dedicarsi alla narrativa, è stato un aviatore. Inizialmente era un pilota riservista dell’aeronautica militare degli Stati Uniti d’America, successivamente è stato un pilota acrobatico e ha lavorato per la Douglas Aircraft Company, scrivendo manuali tecnici per conto dell’azienda. Gran parte della sua produzione artistica sarà largamente influenzata da queste pregresse esperienze in campo aeronautico. Il volo, in particolar modo nelle sue opere più recenti, è spesso inteso come metafora della vita. Si è sposato con Bette, dalla quale ha avuto sei figli, me nel 1970 i due hanno divorziato. Uno dei loro figli, Jonathan, è un giornalista e ha scritto un libro sul rapporto che ha avuto con il padre. Il romanzo che ha consacrato il successo di Richard Bach come scrittore è stato “Il gabbiano Jonathan Livingstone”, del 1970. Il romanzo è una fiaba dai risvolti morali che racconta della vita di un gabbiano, metafora dell’uomo, il quale dedica tutta la sua vita alla ricerca della perfezione. Il romanzo è stato tradotto in numerose lingue, e, sulla base della storia, è stato sviluppato un film. Proprio sul set dell’adattamento cinematografico, nel 1973 Richard Bach conosce l’attrice Leslie Parrish, che nel 1977 diventerà la sua seconda moglie, dalla quale divorzierà nel 1999, risposandosi nello stesso anno con Sabryna Nelson –Alexopoulos. Il 1 settembre 2012 Richard Bach è stato ricoverato in ospedale in gravi condizioni a causa di un incidente avuto mentre volava con il proprio idrovolante, rimasto incastrato sui cavi dell’alta tensione.
 

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4.1 di 5 su 21 recensioni)

5.0Jonathan Livingston, 16-01-2014, ritenuta utile da 1 utente su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho trovato questo libro per caso, tra le cose dei miei, e ne sono rimasta affascinata. Questa edizione ha molte foto e poche pagine, si legge in un batter d'occhio. Lo stile è scorrevole e coinvolgente, e la storia di Jonathan mi ha ammaliata: è un libro profondo, di spessore, un viaggio intrigante e coraggioso verso la libertà e la vita. È un inno a non arrendersi, a non accontentarsi della banalità, rinunciando ai proprio sogni e desideri. Questo libro fa riflettere: non dovrebbe mancare nelle librerie e soprattutto dovrebbe esser letto da tutti almeno una volta.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Meraviglioso, 16-05-2012, ritenuta utile da 3 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Davvero un testo originale e profondo. La scrittura è toccante, capace di trasportarti fin da subito nella lettura, epr cui tutto assume un aspetto gratificante. I personaggi si inseriscono senza troppa riservatezza nella composizione e risultano misteriosi e appaganti nelle varie descrizioni. Consigliato!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Incantevole, 29-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che ho letto la prima volta per pura curiosità ma che mi ha incantata totalmente.
Rileggendolo in diversi periodi della vita dà modo di trarne sempre un insegnamento nuovo. Insegna a godere della vita, a non fermarsi agli obbiettivi comodi e credere sempre che si può andare oltre, che la vita è porsi ogni giorno delle nuove mete e lottare per raggiungerle.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il gabbiano Jonathan Livingston, 27-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 6
di - leggi tutte le sue recensioni
Adoro il racconto di Bach, ha segnato indelebilmente una parte della mia giovinezza. L'avessero scritto oggi o dieci anni fa, in piena moda New Age, l'avrei odiato con tutto me stesso, da bastian contrario quale sono. Ma questo libro è uscito nel 1970, mi spiego? Nel '70! No, dico: mentre ancora si sentivano i botti del '68 e si preparavano altri, tragici botti negli anni successivi, "Il gabbiano Jonathan Livingstone" diventava un bestseller. Ad indicare forse che più dell'ideologia la gente dell'epoca, e i giovani in particolare, desideravano altro...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Che fa riflettere, 15-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Per i gabbiani il volo è solamente un "mezzo" per poter sopravvivere, per poter andare avanti. Solo Jonathan Livingston riesce a percepire la bellezza di volare, di lasciarsi cullare dal vento. E' l'unico, nel suo stormo, che capisce che non si vive solo di cibo, ma anche "della luce e del calore del sole, del soffio del vento, delle onde spumeggianti del mare e della freschezza dell'aria". Ma lo stormo non lo comprende, forse perché troppo legato a quei valori materiali, come il cibo, nei quali riesce a vedere la sua unica ragione di vivere, o forse semplicemente perché ha paura di cambiare, di "uscire dagli schemi", di fare qualcosa che nessuno ha mai fatto prima...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Da leggere, 08-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Bellissimo questo libro, stupendo! Jonathan Livingston non è un gabbiano come tutti gli altri, per lui volare non è un semplice mezzo per procurarsi il cibo, ma una vera è propria arte... Così ben presto diventerà un modello da seguire e da imitare. Molto scorrevole e piacevole. Ci invita a seguire il nostro istinto, senza preoccuparci troppo del giudizio degli altri.
Lo consiglio a tutti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Bello ma fastidioso, 06-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro è bello. Sicuramente non originale ma un libro scritto bene, con un bel messaggio. Fastidioso è però trovarsi continuamente frasi ovunque riportate da persone che lo esaltano come unica opera degna di lettura e capolavoro della letteratura universale solo perché è l'unico libro che sono riusciti a finire.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un must, 22-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
È un libro che dovrebbe rientrare nella biblioteca domestica di ogni famiglia. Nel gabbiano simbolo Jonathan si può rispecchiare ognuno di noi, in quanto con grande sacrificio e abnegazione si può raggiungere qualunque risultato. Il gabbiano Jonathan infatti è un perfezionista, vuole migliorare in continuazione il proprio stile di volo e questo lo allontanerà dagli altri...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Consigliato!, 02-04-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è stato il primo libro che ho letto quando avevo l'età di 11 anni, e ancora oggi lo ricordo con piacere. Mi rendo conto che potrebbe risultare noioso e poco interessante, ma se sei un bambino che compie il suo primo approccio alla letteratura, questo è sicuramento il libro ideale. Lascia molto spazio all'immaginazione, anche se ricco di descrizioni, ma è un libro formativo e con una morale di fondo molto bella.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Imperdibile, 28-03-2011, ritenuta utile da 5 utenti su 31
di - leggi tutte le sue recensioni
Un solo aggettivo per descriverlo, indimenticabile, soprattutto per coloro che l'hanno letto da giovanissimi come la sottoscritta. Con questo però non intendo che non sia indicato per tutte le fascie d'età, anzi forse acquista un significato meno istruttivo ma più profondo se letto in età adulta.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0L'importanza di saper volare, 16-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ci sono dei concetti in questo libro che ho trascritto e conservato dappertutto, in un diario, in un quaderno, dentro un libro, in un messagio, in un augurio da fare a qualcuno.
Già Richard Bach, da vero amante del cielo e del volo, percepisce l'immagine del gabbiano come l'essere umano che si sobbarca il peso della propria esistenza cercando di seguire la proria natura e raggiungendo il proprio orizzonte.
Credo sia uno dei capisaldi della letteratura esistenziale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0UNA PIETRA MILIARE, 10-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il Gabbiano Jonathan ci fa capire, attraverso l'affascinante scrittura di Richard Bach, che non bisogna mai uniformarsi alla massa, che bisogna sempre perseguire i propri sogni e le proprie ambizioni, che essere "diversi" non vuol dire essere sbagliati, ma speciali, che essere una voce fuori dal coro può essere positivo e illuminante, che bisogna sempre mantenere la propria personalità e seguire le proprie peculiarità. Questo libricino regala un vero e proprio insegnamento di vita, che ognuno di noi dovrebbe tener presente e mai dimenticare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il gabbiano Jonathan Livingston (21)