Fai bei sogni

Fai bei sogni

4.0

di Massimo Gramellini


  • Prezzo: € 14.90
  • Nostro prezzo: € 12.66
  • Risparmi: € 2.24 (15%)
Disponibilità immediata
Ordina entro 20 ore e 47 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo lunedi 7 Settembre   Scopri come


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

In sintesi

Fai bei sogni è un romanzo, a tratti autobiografico, del vicedirettore de La Stampa Massimo Gramellini. E' la storia di un segreto, rimasto nascosto per quarant'anni. E' la storia di una persona che dall'età di nove anni, fino alla vita da adulto, è rimasto all'oscuro circa i fatti relativi alla morte di sua madre. Come se il silenzio fosse un modo per cancellare le tragedie della vita. In realtà questo è un modo per rifiutarsi di accettare l'evento drammatico. Il silenzio come rifugio per non soffrire, uno stratagemma dell'anima a cui ricorre chi si trova di fronte ad una perdita improvvisa. Un rifugio temporaneo che non serve. Un'illusione che fornisce linfa vitale al malessere esistenziale, al timore di vivere. Non è il superamento del dolore, ma è il rifiuto e la paura di conoscere la verità, è una condizione che trascina verso lo smarrimento del proprio Io più profondo. Ed è questa la situazione del protagonista, un uomo insicuro a causa di una perdita che non è mai stato in grado di superare. E' la sua storia, la storia del suo tormento e di come, un giorno, ha deciso di immergersi nel dolore, per superarlo e per vivere un'esistenza autentica. Fai bei sogni è un romanzo in cui Gramellini parla della perdita, della verità e dei percorsi che il nostro Io compie per cercare di superare i drammi dell'esistenza.

Note sull'autore

Massimo Gramellini è nato a Torino il 2 ottobre del 1960. La sua famiglia era originaria della Romagna. L’infanzia di Massimo Gramellini è segnata dalla tragica scomparsa della madre, avvenuta quando lui aveva solamente nove anni. Cresciuto, si iscrive al liceo classico San Giuseppe di Torino. Dopo aver studiato giurisprudenza, nel 1985 inizia a lavorare in qualità di giornalista presso la redazione torinese del Corriere dello Sport-Stadio. L’anno successiva si trasferisce a Milano, dove inizia a collaborare, come praticante, con il quotidiano Il Giorno, dove ha seguito le notizie sportive, scrivendo di tennis e raccontando il primo scudetto vinto dal Milan della dirigenza Berlusconi. Nel 1988 è a Roma, dove inizia a lavorare per la redazione romana del quotidiano torinese La Stampa. In questo periodo continua ad occuparsi di sport, raccontando le vicende relative a Maradona e i Mondiali di calcio di Italia ‘90. Dopo i Mondiali inizia a seguire gli articoli di politica. Racconta Mani Pulite, la nascita della Seconda Repubblica e, inviato a Sarajevo, la guerra dei Balcani. Torna a Milano nel 1998 per dirigere il settimanale Specchio, sempre del gruppo editoriale La Stampa. Nel 1999 è a Roma, dove ritorna a scrivere per il quotidiano La Stampa e nell’ottobre del 2005 si trasferisce a Torino per ricoprire l’incarico di Vicedirettore del quotidiano torinese. La sua prima opera,scritta assieme a Pino Corrias e Curzio Maltese, è del 1994 e si intitola “1994 colpo grosso”. A questo primo romanzo ne sono seguiti molti altri, tra cui anche il romanzo autobiografico “Fai bei sogni” (2012), opera in cui l’autore racconta il percorso di crescita interiore che ha compiuto per superare la scomparsa della madre.  

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Fai bei sogni acquistano anche Business english. Con CD-ROM   € 52.20
Fai bei sogni
aggiungi
Business english. Con CD-ROM
aggiungi
€ 64.86

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Fai bei sogni e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.2 di 5 su 56 recensioni)

5.0Toccante, 13-01-2015
di M. Meloni - leggi tutte le sue recensioni
I rapporti tra un bambino orfano di uno dei genitori e il genitore che sopravvive all'altro sono quasi sempre difficili, e Gramellini li descrive con una crudezza che solo il dolore infantile può rendere tale. Questo libro è pieno di emozioni, di solitudine, di incomprensioni, di fragilità che solo la perdita della mamma può acuire. Da parte dell'autore c'è la voglia di riscattare il suo dolore infantile quando, ormai maturo, scopre la verità. Non c'è vittimismo ma solo la volontà di far capire a tutti che l'amore è in grado di affievolire anche la verità più crudele che un essere umano si trova a dover affrontare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Sorprendente, 05-01-2015
di A. Russo - leggi tutte le sue recensioni
Devo ammettere di essere un po' esterofila, sia per quanto riguarda la letteratura che per quanto riguarda il cinema. Tendo sempre a sottovalutare il prodotto nostrano, eppure ci sono delle volte – magnifiche volte! – in cui resto piacevolmente sorpresa. Questa è una di quelle: "Fai bei sogni" narra di un segreto, ma più che altro narra l'io più nascosto e al tempo stesso visibile di un bambino che perde la mamma e non sa come fare a venire a patti con questa mancanza. Il protagonista non riesce a gestire i rapporti con il padre, costretto ad essere l'unico genitore della famiglia, né quelli con le donne... Una storia bello, leggera e appassionante, da leggere tutto d'un fiato!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Commovente, 11-10-2013, ritenuta utile da 5 utenti su 14
di C. Di Zio - leggi tutte le sue recensioni
Le pagine scorrono fluide fino alla fine del libro, mettendo il lettore a contatto con tanti sentimenti diversi: tristezza, speranza, rabbia. Si tratta di un viaggio anche all'interno delle proprie emozioni, fino al finale a sorpresa che fa riflettere su come, nella vita, a volte non sia importante quello che accade ma il modo in cui ogni individuo si rapporta con esso. Consigliato a tutti coloro che non si stancano mai di cercare dentro se stessi per vivere profondamente le proprie emozioni e i propri sogni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Libro intenso, 29-09-2013, ritenuta utile da 4 utenti su 9
di F. Giavon - leggi tutte le sue recensioni
La morte di una persona cara, in questo caso la madre, non è mai facile da affrontare e lo scrittore ha voluto raccontarla in questo libro la cui bellezza è il modo con cui lo scrittore racconta con forte intensità le varie vicende e sa ben descrivere i vari momenti della vita. Per esempio il racconto del periodo vissuto da bambino è descritto con la sua naturalezza, i dubbi e le risposte che avrebbe un bimbo e così via per i vari stadi della vita. Un libro che rimane nel cuore perché ciò che sembra alla fine non è e quello che è accaduto non è mai per caso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Arguzia e ironia., 11-08-2013, ritenuta utile da 5 utenti su 19
di F. Scavone - leggi tutte le sue recensioni
Prima di leggere "Fai bei sogni" non pensavo che il genere autobiografico, o quantomeno un romanzo dai tratti autobiografici, potesse catturare un lettore a tal punto. È stato bello ricredermi, ammirando lo stile e l'arguzia con cui Gramellini racconta di vicende tanto complesse e difficili. Scava nel profondo delle situazioni, osserva tutto e lo riporta con divertita e riflessiva ironia con la sua penna, ci presenta non solo i fatti ma anche i sentimenti più intimi che ad essi sono collegati. Un libro da leggere assolutamente; di sicuro, da oggi, è uno dei miei preferiti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un libro emozionante, 07-08-2013, ritenuta utile da 3 utenti su 19
di E. Ippoliti - leggi tutte le sue recensioni
Un libro appassionante in cui l'autore ha saputo dare il meglio di sé raccontando la sua storia personale senza poter far a meno di coinvolgere ed emozionare i suoi lettori. Ho apprezzato molto lo stile espressivo, scorrevole e travolgente capace di rendere una storia davvero emozionante e personale. Lo consiglio a grandi e piccini per riscoprire la gioia di essere figli e genitori. Leggendo questo libro non si può fare a meno di emozionarsi... Grazie Massimo per questo tuo stupendo libro davvero!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bel libro, 23-07-2013, ritenuta utile da 3 utenti su 49
di K. Carrara - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo autobiografico davvero emozionante che si legge tutto d'un fiato. Pagina dopo pagina ci si rispecchia nella paura di vivere che purtroppo si insinua nel protagonista man mano che cresce. Tutto ha inizio con la perdita della madre ad appena nove anni e tutto ciò comporta delle difficoltà importanti anche durante la crescita e la vita adulta di Massimo. Davvero molto coinvolgente, uno di quei libri che non vuoi smettere di leggere perchè ad ogni capitolo potrebbe esserci il colpo di scena. Lo consiglio assolutamente. E' un libro molto profondo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un sogno reale, 16-05-2013, ritenuta utile da 2 utenti su 4
di F. Biondi - leggi tutte le sue recensioni
Pagine che sin da subito commuovono e coinvolgono. Il protagonista nonchè autore stesso del commovente libro rivive la propria esperienza di vita trascorsa fino al momento in cui è riuscito a guardarsi alle spalle e fare luce su se stesso e le vite che lo hanno affiancato strada facendo. Non è affatto cosa semplice e riuscirci è un traguardo che ridà nuova e più leggera vita a Massimo. Ammettere le proprie debolezze e sconfiggere il Belfagor che può essere in ognuno di noi è una gran cosa, non è da tutti. Un bacio e un caldo abbraccio a Massimo e a chi come lui la vita ha riservato un tortuoso cammino spesso in salita ma soprattutto un elogio a cuore aperto per essersi saputo giudicare e leccare le ferite da solo tanto da arrivare a poggiare i talloni per terra e guardare il cielo con un sorriso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Coinvolgente, 01-02-2013, ritenuta utile da 14 utenti su 16
di A. Conforti - leggi tutte le sue recensioni
Una vita alla ricerca della felicità, un segreto nascosto per troppo tempo. Questo libro di Gramellini tocca le corde più sensibili dell'animo. Una lettura emozionante, che permette al lettore di identificarsi nella vita dello stesso protagonista, arrivando a comprendere che in fin dei conti, nonostante le sofferenze, è realmente possibile "fare bei sogni". Assolutamente consigliato!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Gramellini migliora...., 29-01-2013, ritenuta utile da 3 utenti su 10
di S. Carlesso - leggi tutte le sue recensioni
In questo libro sembra che Gramellini voglia fare autoanalisi. Cerca di capire cosa sia avvenuto nella sua vita famigliare e di capirne le ragioni. Coinvolge il lettore in questa sua analisi, ma lo lascia molto spettatore, non permettendogli di vivere le emozioni. Ho trovato questo libro "freddo", da giornalista non da scrittore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Terapeutico., 08-12-2012, ritenuta utile da 18 utenti su 24
di R. Costa - leggi tutte le sue recensioni
Potente, coinvolgente, terapeutico. Il romanzo, con la forza narrativa del suo autore, penetra nel cuore di chi legge e invita a guardare dentro di sé e nel proprio passato ed a cercare, se ci sono, questioni irrisolte (più o meno nascoste) nella propria vita. Il messaggio centrale di Gramellini, però, è che per arrivare a ciò è necessario riuscire a perdonare ed a chiedere scusa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Fai bei sogni, 22-08-2012, ritenuta utile da 29 utenti su 46
di F. Rutigliano - leggi tutte le sue recensioni
In questo romanzo autobiografico Massimo Gramellini narra la sua vita partendo dal trauma della morte della mamma; un trauma che lo segnerà fortemente e lo porterà a vivere in un certo modo.
Il libro scorre con grande facilità, appassionando il lettore, facendolo commuovere e talvolta anche sorridere. Il tutto grazie allo stile tipico di Gramellini, semplice, immediato e molto spesso anche ironico, uno stile che va dritto al cuore.
Al termine del libro non ci resta che consigliarlo a tutti e ringraziare Massimo Gramellini per questa magnifica perla.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Fai bei sogni (56)

product