€ 10.20€ 12.00
    Risparmi: € 1.80 (15%)
Disponibilità immediata
Ordina entro 1 minuto e scegli spedizione espressa per riceverlo venerdì 24 febbraio   Scopri come
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Fahrenheit 451

Fahrenheit 451

di Ray Bradbury


Disponibilità immediata
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar moderni
  • Data di Pubblicazione: maggio 2016
  • EAN: 9788804665298
  • ISBN: 8804665297
  • Pagine: 182
Non è pura e semplice fantascienza, quella di Ray Bradbury. Il suo è un futuro spaventosamente vicino. Nel presente-futuro di "Fahrenheit 451" non si leggono più libri, anzi si bruciano, perché tutti devono essere uguali, e nei libri, invece, si impara la differenza. È un presente dedito al piacere, ai titillamenti in abbondanza, allo svago per lo svago, a forme di distrazione che sanno di dipendenza. Dove si vuole soltanto essere allegri, spensierati, sereni. Non pensare. Com'è possibile allora, in una simile società felice, dimenticare di essere felici? Il volume è corredato da esclusivi contenuti extra, spunti e approfondimenti nella cultura contemporanea: film e serie TV, musica, arte, libri, fumetti e graphic novel.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Fahrenheit 451 acquistano anche La fattoria degli animali di George Orwell € 10.20
Fahrenheit 451
aggiungi
La fattoria degli animali
aggiungi
€ 20.40

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Ray Bradbury:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Fahrenheit 451 e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 53 recensioni)

4.0Un grande classico, 30-01-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che parla di libri, cosa ci può essere di meglio? In realtà si tratta di un libro distopico che risulta sempre attuale. Affronta un tema delicato come quello della cultura, della conoscenza e della paura di tutto ciò che è sconosciuto e che suscita emozioni forti. Uno di quei libri da leggere almeno una volta nella vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un libro , 28-01-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Soddisfatto è dir poco... Un grande classico di uno tra i migliori scrittori della letteratura americana che spesso è sottovalutato dalla moltitudine di lettori... L'ho letto tutto d'un fiato la trama è veramente avvincente e fa riflettere sulla società odierna. Lo straconsiglio agli amanti del filone fantascientifico distopico sebbene penso che qualunque buon lettore dovrebbe possederne una copia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Sull'importanza e il valore dei libri, 12-02-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
È davvero un gran libro! Nessuna meraviglia che sia considerato un classico moderno. La trasformazione interiore e morale di Montag da personaggio che brucia i libri allegramente a uomo disposto a rischiare carriera, matrimonio, casa, e alla fine anche la vita per il bene dei libri è estremamente avvincente. Ci spinge a chiederci per quale motivo i libri sono così importanti per la nostra vita: non perché contengono risposte ai grandi interrogativi ma piuttosto perché ci pongono delle domande, ci stimolano a pensare, a riflettere, richiedono sforzo. Ciò che si ottiene da un libro è ciò che si mette nella sua lettura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Buona lettura., 04-04-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho inserito questo libro nella mia tesina per la maturità, forse per questo gli sono così affezionata. Sposo a pieno la battaglia dell'autore, che si intravede tra le pagine del romanzo: salvare i libri dalla loro decadenza. In un mondo in cui tutto è veloce e non c'è tempo per pensare (o, meglio ancora, non si deve pensare), in cui il business la fa da padrone, la parola scritta cade in disuso. Questo ci dovrebbe far capire quanto è potente il mondo della letteratura, quanto andrebbe salvaguardato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Stupendo , 05-05-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
E' davvero un gran libro non solo riesce a far provare emozioni uniche ma Bradbury con il suo stile molto semplice si inventa una società del futuro, che non sembra tanto lontana. La sua grande preoccupazione la si ritrova nell'assenza dei libri e totale assoggettamento al potere siamo sicuri che ci troviamo in un epoca tanto lontana da questo?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un futuro senza libri, 11-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
In un oscuro futuro i pompieri non si guadagnano più da vivere spegnendo gli incendi, non ce n'è più bisogno: il loro lavoro è quello di cercare e bruciare i libri. La lettura è stata proibita, i libri banditi. I nuovi schermi televisivi, meraviglia della tecnologia, hanno preso il posto d'onore nelle case. Questi strumenti offrono tutto ciò di cui il cittadino ha bisogno, togliendogli di dosso il fardello di dover pensare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Riflessione sul futuro, 10-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Può sembrare inusuale che dei vigili del fuoco appicchino incendi, che le auto vengano multate se non sfrecciano a velocità superiori ai 70 kmh e che soprattutto che sia proibito possedere libri. La realtà presentata in questo avvincente libro in un mondo in eterno conflitto, porta il lettore a riflettere sul presente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Ottimo spunto per riflettere, 29-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un testo che si aggiunge ad altri più famosi del genere orwelliano, aiuta a riflettere su come la società stia cambiando e con essa le priorità si spostano e la cultura viene sempre meno arrivando ad essere un ostacolo per le persone, in quanto, come si narra nel testo i libri sono solo una perdita di tempo e vanno bruciati e distrutti.
Il libro ci fa capire quanto siano importanti invece e quanto il sapere aiuto l'uomo a ragionare e non essere un manichino nelle mani di pochi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Ipotetico futuro, 27-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro ancora oggi attuale (non si può dire lo stesso del modo di scrivere) , anche perché parla di un ipotetico futuro dove leggere i libri è vietato e i cittadini, per legge, devono utilizzare una televisione che dice ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. In questa società vive Montag, un vigile del fuoco che, invece di spegnere il fuoco, lo appicca per bruciare i libri. La situazione si evolve quando decide di leggere un trafiletto di un libro che deve bruciare...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Libro stupendo, 15-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto questo libro ricordandomi di un brano tratto dallo stesso che avevo letto alla scuola elementare. Ero rimasta molto colpita dagli eventi narrati e non riuscivo a comprendere perché succedesse questo. Dopo circa 10 anni ho preso in mano il testo completo e ne sono rimasta letteralemente estasiata. Fantastico ottimo spunto per pensare e ragionare sulla società moderna.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Superbo., 08-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il titolo del romanzo è dovuto alla temperatura di autocombustione della carta. Bradboury pubblica il romanzo nel 1953 e riesce con quest'opera di fantascienza ed essere recentissimo anche ai nostri tempi. La storia è molto interessante, il protagonista si presenta già molto particolare in quanto impiegato nella "Caserma del Fuoco", il compito di questi pompieri è quello di appiccare incendi per bruciare i libri in quanto la cultura è considerata un male! Montang (il protagonista) riuscirà a ribellarsi a questa società che sta regredendo, ma questa sua decisione non passerà senza intoppi. Conoscerà gente interessante e affronterà una serie di peripezie. Il finale è molto bello e l'intero libro fa riflettere e considerando che è stato scritto oltre 50 anni fa merita un gran bel voto. Consigliato agli amanti del genere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Molto attuale, 07-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il giovane Guy Montag è un pompiere che, anziché spegnere gli incendi, li appicca. Il suo compito consiste infatti nel bruciare i libri, proibiti dalla legge, e arrestare i sovversivi che hanno avuto l'ardire di tenerne in casa.
La vita di Montag è il suo lavoro. Sua moglie ha rifiutato il mondo reale e vive in funzione della sua "famiglia", degli schermi televisivi che ormai la circondano quasi completamente.
Una sera Montag, tornando a casa, incontra Clarisse, una ragazza strana, che dice cose strane che lui all'inizio non riesce a comprendere, finché lui stesso non si renderà conto di quanto la sua vita sia vuota e vana, priva di significato. Cercherà una risposta alle sue domande nei libri, libri che aveva inspiegabilmente sottratto dalle "scene del crimine".
E' un libro che, dopo quasi sessant'anni, è ancora molto attuale. Da leggere assolutamente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Fahrenheit 451 (53)