€ 12.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Fahrenheit 451

Fahrenheit 451

di Ray Bradbury

4.5

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar
  • Traduttore: Monicelli G.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2010
  • EAN: 9788804604174
  • ISBN: 8804604174
  • Pagine: 184
  • Formato: brossura
Montag fa il pompiere in un mondo in cui gli incendi, anziché essere spenti, vengono appiccati. Armati di lunghi lanciafiamme, i militi irrompono nelle case dei sovversivi che conservano libri e li bruciano: così vuole la legge. Ma Montag non è felice della sua esistenza alienata, fra giganteschi schermi televisivi e slogan, con una moglie indifferente e passiva e un lavoro che svolge per pura e semplice routine. Finché un giorno, dall'incontro con una donna sconosciuta, nasce un sentimento impensabile, e per Montag il pompiere inizia la scoperta di un mondo diverso da quello in cui è sempre vissuto, un universo di luce non ancora offuscato dalle tenebre della società tecnologica imperante.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Ray Bradbury:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Fahrenheit 451 e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.6 di 5 su 5 recensioni)

4.0Un futuro lontano, ma non troppo, 19-01-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Può apparire strano che dei vigili del fuoco appicchino incendi, che le auto vengano multate se non sfrecciano a velocità superiori ai 70 kmh, che ci si ritrovi a parlare con la "famiglia" virtuale, e che soprattutto che sia proibito possedere libri. La realtà presentata in questo appasionante libro in un mondo in eterno conflitto, porta il lettore a riflettere sul presente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La cultura disintegrata, 10-02-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo che inquieta l'animo del lettore, trascinandolo in un mondo oppressivo con a capo un regime totalitario (che pretende, con le sue regole restrittive di creare una bolla di felicità a buon mercato), in cui i libri e la cultura viene derisa e distrutta (con volgare benzina). Una persecuzione dell'intelligenza che il protagonista della storia (a sua volta distruttore incendiario del sapere) pian piano arriverà a capire. La trama, permette alla persona di immedesimarsi in un mondo che, non è poi così tanto lontano dai giorni nostri (ovviamente in maniera metaforica). Da leggere per pensare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Libri, 23-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro sui libri. 451 gradi Fahrenheit è la temperatura a cui la carta brucia per autocombustione, in seguito ho scoperto che non è proprio così, che non tutti i tipi di carta bruciano a quella temperatura, ma continuo a trovarla una spiegazione affascinante per un titolo altrimenti enigmatico. Ambientato in un ipotetico futuro oppressivo, Bradbury fa coincidere la dittatura con la morte della cultura, e dei libri che ne sono portavoce. Si può dargli torto?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Per gli amanti dei libri, 11-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Se c'è un libro che deve essere letto da ogni lettore accanito o dagli appassionati di storie utopiche e di fantascienza è questo, unisce tutte le paure e i dubbi su un mondo sì distopico ma non molto lontano da noi, con una morale splendida e una storia che ti appassiona, perchè ogni lettore non potrà non sentire il sentimento di Montag quando scopre che il mondo non è quello che gli altri gli hanno imposto. E' anche una interpretazione del mondo in cui Bradbury si trova mentre scrive, in cui lo società stava cambiando velocemente e i canoni della vita si stavano omologando agli standard che adesso conosciamo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Profetico, 20-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Era una lacuna gravissima aver rimandato la lettura di questo libro per tanti, troppi anni.
E' agghiacciante pensare come questo racconto, ambientato in un'allucinante società del futuro, sia oltremodo attuale.
Quando la cultura viene vista come un pericolo e la televisione controlla le menti... Azzarderei una parola: profetico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO