€ 4.90
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
L' etica protestante e lo spirito del capitalismo

L' etica protestante e lo spirito del capitalismo

di Max Weber

4.5

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
  • Collana: Bur 60
  • Traduttore: Marietti A. M.
  • Data di Pubblicazione: luglio 2009
  • EAN: 9788817033282
  • ISBN: 8817033286
  • Pagine: 129
  • Formato: brossura
Un'opera fondamentale per comprendere la società moderna, le sue radici culturali, il suo destino. Oggetto di continue contestazioni ma puntualmente riproposto, criticato decine di volte "in modo definitivo" ma sempre risorto dalle sue ceneri, questo libro ha cambiato radicalmente il corso delle scienze umane nel Novecento. All'inizio del testo Weber pone una domanda, che inevitabilmente "il rampollo della civiltà europea moderna" dovrà farsi: quali circostanze hanno fatto sì che proprio sul terreno dell'Occidente, e soltanto lì, comparissero fenomeni di civiltà che, almeno secondo l'opinione tra noi diffusa, avevano validità universale? Francesco Giavazzi sottolinea il tratto di radicale novità insito nella connessione tra etica religiosa e capitalismo: "Gli incentivi economici da soli non bastano per determinare il passaggio da un sistema economico a un altro: fu la Riforma protestante a insegnare che l'accumulazione della ricchezza non è solo un vantaggio, è un dovere". Questa grande intuizione weberiana segnò l'inizio di un nuovo modo di guardare al rapporto tra economia e cultura, e di conseguenza di un diverso modo di guardare ai sistemi di potere, non più fondati sul dominio ma sull'egemonia. II testo dei due saggi che compongono "L'etica protestante e lo spirito del capitalismo", presentato in questa nuova e agile veste, dischiude scenari sul presente e sul futuro ai lettori contemporanei.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.7 di 5 su 3 recensioni)

5.0Analisi su Tutti i Lati, 12-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Una stupenda analisi sociale, economica e storica del protestantesimo e delle varie correnti che meglio hanno alimentato la nascita nello spirito capitalista che anima il mondo moderno. E' interessantissimo sapere poi che il libro, che sembra così attuale è stato scritto così addietro nel tempo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Buono, 26-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Grandissimo libro se pensate che sia stato scritto prima della grande guerra! Ottima visione della società e principi enunciati in modo semplice, che chiunque sarebbe in grado di capire!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0ottimo, 16-10-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Molti aspetti del suo pensiero fanno già parte del nostro "conoscere"; sovente viene da dire "si vabbeh, ma è ovvio", dimenticando che il libro è stato scritto prima della Grande Guerra.
Weber dimostra come il capitalismo di ventura medievale sia mutato razionalmente a causa della genesi di una struttura normativo-morale anti-tradizionalistica, fomentata dal Beruf (termine traducibile - ma non traducibile in realtà - in chiamata laica da parte di Dio) e legittimata dalla convinzione che l'accrescimento della ricchezza sia una cosa dovuta perché aumenta la gloria di Dio.
In opposizione al determinismo marxista, Weber propone una teoria pluralista che abbraccia diversi aspetti della morale protestante - a livello storico-morale - che hanno permesso la concentrazione di capitali e quindi l'avvio del "sistema storico peculiare": il capitalismo moderno.
Ritieni utile questa recensione? SI NO