Diario di un anno difficile

Diario di un anno difficile

4.0

di J. M. Coetzee


  • Prezzo: € 18.00
  • Nostro prezzo: € 16.92
  • Risparmi: € 1.08 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

John C., un celebre scrittore australiano d'origine sudafricana, è invitato a collaborare a un volume di saggi intitolato "Opinioni forti". È per lui l'occasione di trattare una serie di temi che gli stanno a cuore (alcuni di attualità, altri universali): l'origine dello Stato, la figura di Machiavelli, l'anarchismo, al-Qaeda, il disegno intelligente, Harold Pinter, la vita in Australia, la musica... In quegli stessi giorni, dedicati con passione all'elaborazione dei testi, l'anziano scrittore conosce Anya, un'attraente filippina di ventinove anni che vive nel suo stesso stabile. La ragazza è in cerca di lavoro, e così John C. chiede un aiuto nella trascrizione a computer del manoscritto. La comparsa di Alan, il pragmatico e geloso fidanzato di Anya, darà un'inaspettata piega al rapporto della giovane con lo scrittore. Diario di un anno difficile, con tono intimo ed esatto, disseziona emozioni complesse e disegna un atlante delle miserie (e della dignità) dell'animo umano.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di J. M. Coetzee:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Creatività al potere, 18-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro complesso e sperimentale, particolarmente nella sua struttura, in cui coesistono, intrecciandosi, temi filosofici, esistenziali, politici, sentimentali, erotici; una grande riflessione sul senso catartico della scrittura, sul ruolo dell'intellettuale nella società e anche sulla grande possibilità che la vita offre a tutti: imparare, sempre, da tutti. Circolano fra le pagine affetto, nostalgia e sembra spesso di vedere l'anziano scrittore che, scuotendo il capo canuto, va mormorando "o tempora o mores". Tutto sommato, un pochino stereotipati i personaggi, cosa che, ahimè, impedisce di dargli il voto massimo. Da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO