Il destino si chiama Clotilde

Il destino si chiama Clotilde

5.0

di Giovanni Guareschi


  • Prezzo: € 8.90
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 4 recensioni)

5.0Un Guareschi diverso, 16-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Clotilde Troll è una bellissima ed eccentrica ereditiera. Filimario Dublè un eccentrico aspirante ereditiero. L'incontro e l'innamoramento tra i due è il filo conduttore del romanzo, passando per rapimenti, attacchi di pirati e incomprensioni di vario tipo. Guareschi stavolta abbandona l'Emilia Romagna di Don Camillo e sceglie di narrare una storia che, pur essendo amorosa, conserva tutto il sapore della tradizionale scrittura guareschiana.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Digressioni che diventano "la "storia., 01-05-2011, ritenuta utile da 11 utenti su 12
di - leggi tutte le sue recensioni
Assolutamente delizioso, surreale, divertentissimo, accattivante, sopra le righe, di un'ironia sottile ed intelligente. Si ride con una spontaneità di altri tempi e al termine di ogni excursus resta la piacevole sensazione di essere appena scesi da una giostra. Da leggere e rileggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Eccezionale commedia dei caratteri, 01-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Dall'amore di Clotilde Troll per Filimario Dublé, Guareschi parte per ricamare con trepida fantasia, le personalità degli altri personaggi che animano la storia, quali Settembre Nort e Pio Pis. Nei tratti dei suoi personaggi, Guareschi costruisce delle perfette caricature dei difetti umani: particolare rilievo assume nella storia la testardaggine di Filimario che per nessuna ragione accetta di bere il famoso "bicchiere di olio di ricino" che sua madre lascia quale condizione ineluttabile per ottenere l'eredità di famiglia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il destino si chiama Clotilde, 15-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno dei libri più divertenti di Guareschi.
Un'ironia in punta di penna, surreale, molto garbata ma assolutamente esilarante.
Gentiluomini che sembrano usciti da un incrocio tra un romanzo d'appendice e un opera di Fitzgerald, digressioni su onesti mercanti di generali sudamericani, e un bicchiere di olio di ricino che risolverà più problemi di quelli che ha causato.
Spettacolare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO