Un cuore così bianco

Un cuore così bianco

3.5

di Javier Marías


  • Prezzo: € 11.50
  • Nostro prezzo: € 9.77
  • Risparmi: € 1.73 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Juan si è appena sposato con Luisa, ma fin dal viaggio di nozze viene assalito da brutti presentimenti, da uno strano malessere. Capisce che la causa delle sue inquietudini va ricercata nei punti oscuri del suo passato, della sua famiglia, ma non può e non vuole scavare nelle sue origini. Sarà un suo amico d'infanzia a raccontargli del suicidio di Teresa, la giovane moglie di suo padre che lui credeva morta di qualche malattia. E sarà Luisa a fare luce sui segreti del passato, a dare una spiegazione a ciò che Juan non avrebbe voluto sapere.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Javier Marías:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 9 recensioni)

3.0Introspettivo, 02-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo "estenuante", nel senso che si fa fatica a terminare, almeno all'inizio, non vi nascondo che ho avuto la tentazione di non continuarlo. Marìas scrive da dio, ma più di tre stelle non ce la faccio proprio a mettere per questo libro, che ho faticato a portare a conclusione. Troppi pensieri, troppi problemi, troppe meditazioni, troppa fatica.
Ogni pagina è stata un macigno, stupendo non lo nego, ma pur sempre un macigno.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un cuore così bianco, 26-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La prosa di Maria riesce sempre a tenere alta la tensione e l'attenzione del lettore, detto questo, bisogna riconoscere che la partenza è molto farraginosa. La scena madre posta nel pronao e che la climax della storia pur se anticipata ha un effetto quasi repellente, troppo baroccheggiante e compiaciuta nella sua visionarietà. Peggio vanno le cosa con il secondo capitolo dove il lettore comincia a stancarsi la presenza auricolare di personaggi che dovrebbero inquietare, ma che invece ritardano solo apparentemente l'avvio vero e proprio della storia. Tuttavia al lettore che ha resistito si apre a questo punto un libro dalla fascinazione assoluta e dalla costruzione perfetta nel suo affastellare momenti di inquietudine e di tensione narrativa in attesa del loro scioglimento finale.
Un blocco di granito di rara forza ed intensità. Un grande autore che affonda nel lato oscuro della natura umana. E un testo da suggerire agli studenti di filosofia del linguaggio per non parlare di interpreti e traduttori, benché il loro ritratto sia molto poco edificante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un cuore così bianco, 03-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Scrive molto bene Javier, compie una notevole introspezione dei personaggi, Purtroppo non ti trasmette quelle belle vibrazioni che invece ti regalano altri autori sul genere. All'inizio speri che sia transitoria quella stasi che intorpidisce un pò; poi ti rendi conto che quella è l'unico registro e allora... Perdi interesse.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Bella lettura!, 29-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi sono trovata a leggerlo in spagnolo per ragioni universitarie e devo dire che mi è risultato interessante. La storia è molto bella e le descrizioni sono scorrevoli. Mi sembra un ottimo libro da spiaggia: misterioso, scorrevole e piacevole. Credo che approfondirò le opere dell'autore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Da leggere e rileggere, 10-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ha un incipit incredibile, che cattura subito l'attenzione.
Nonostante ciò si fa fatica all'inizio perché la caratteristica di Marias è di uscire spesso fuori tema e fare delle lunghe digressioni, per cui si rischia di perdere il filo; vale la pena tenere duro perché poi il, libro diventa scorrevole e appassionante tanto che sembra scivolare fra le dita e nel cuore, man mano che si entra nella pelle dei personaggi e viene la pelle d'oca a leggere di questi amori così intensi, così vissuti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Una lettura che è un'emozione, 12-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Come giustamente scritto in un precedente commento, prima di leggere Marias, bisogna sapere che si sta per leggere Marias. Questo autore ha uno stile inconfondibile, va dritto al cuore delle cose, in un attimo ti ritrovi circondato da personaggi già, come dire, finiti, vivi. Ma è un attimo, perché l'attimo dopo già partecipi alla vita e alle vicende di questi personaggi, ti sembra di conoscerli da sempre, e poi non li dimentichi più. Grande letteratura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un cuore così bianco, 20-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il contenuto è ottimo, davvero bellissimo e affascinante il vero problema è lo stile! Troppo ricercato, troppo lento e faticoso da seguire.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un cuore così bianco, 12-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro davvero bello, da leggere con la massima concentrazione per non perdere il senso profondo di ogni parola, che mai come in questo romanzo non è affatto lasciata al caso.. per collezionare quanto viene detto nei vari capitoli come tessere di un puzzle che si compone pagina dopo pagina fino a svelare il mistero...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un cuore così bianco, 01-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Prima di leggere un libro di marías occorre:
a) SAPERE che è un libro di marías (non è un consiglio così sciocco come sembra)
b) trovare il momento indicato per iniziare (astenersi frettolosi, distratti, mangiatori di unghie, mamme con bambini urlanti, pendolari di metrò)
c) non lasciarsi convincere dalla propria nevrosi a smettere dopo dieci pagine (e l'avrete questa tentazione, l'avrete)
d) non correre avanti per sapere come va a finire(tanto è inutile, non finisce).

E poi..via: "Non ho voluto sapere, ma ho saputo che una delle bambine, quando non era più bambina ed era appena tornata dal viaggio di nozze, andò in bagno, si mise davanti allo specchio, si sbottonò la camicetta, si sfilò il reggiseno e si cercò il cuore con la canna della pistola di suo padre, il quale si trovava in sala da pranzo..."
Lady Macbeth, per lui, l'ha fatto e voi, ne sareste capaci?
Ritieni utile questa recensione? SI NO