La cultura dell'educazione. Nuovi orizzonti per la scuola

La cultura dell'educazione. Nuovi orizzonti per la scuola

4.0

di Jerome S. Bruner


  • Prezzo: € 17.56
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

I vivaci dibattiti sulla scuola non si limitano alla programmazione didattica e alla pianificazione disciplinare, bensì rinviano a domande basilari intorno a cosa debba intendersi con la parola "educare": quali obiettivi deve porsi l'educatore? Cosa ci si aspetta dell'istruzione scolastica? Che cosa si propone una società quando investe nell'educazione dei giovani? Bruner lega l'idea di educazione al processo dell'apprendimento, quale emerge dagli studi più recenti della nuovissima "psicologia culturale", e al concetto di cultura, come patrimonio di conoscenze ma anche come particolare modo di percepire, pensare, sentire e argomentare.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

4.0Lettura avvincente, 26-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho dovuto leggerlo un paio di volte prima di comprenderlo e comunque la tesi non è affatto scontata. Il mio giudizio non è del tutto positivo per due motivi principali: primo, si tratta di riflessioni che parzialmente già conoscevo, in particolare lo scopo della narrazione nella psico-pedagogia contemporanea e di cui esistono saggi molto più approfonditi degli ultimi tempi; secondo, il suo stile si rivela molto povero, e tranne in certi casi, privo di quella sapienza che invece è possibile trovare in studiosi come Carl Rogers.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Illuminante per professori e anche alunni , 09-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho dovuto leggerlo un paio di volte prima di capirlo e comunque la tesi non è affatto banale. Bruner espone la sua teoria sul rapporto tra cultura e nascenti forme educative (negli anni '90) , sottolineando il ruolo imprescindibile della combinazione tra biologia e cultura nello studio della mente umana in una prospettiva psicologica. Consigliatissimo a chi crede che l'educazione debba essere una mera riproposizione delle tematiche culturali senza nessuna personalizzazione e senza attenzione alla peculiarità dell'alunno come figura centrale del processo educativo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO