€ 14.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Cassiodoro il Grande. Roma, i barbari e il monachesimo
€ 14.00 € 13.30
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Cassiodoro il Grande. Roma, i barbari e il monachesimo

Cassiodoro il Grande. Roma, i barbari e il monachesimo

di Franco Cardini


Prodotto momentaneamente non disponibile
Un grande protagonista della storia cristiana, italica e mediterranea tra antichità e Medioevo; un fondatore della cultura medievale e uno dei "padri storici", insieme con Benedetto da Norcia, del monachesimo occidentale; un "classico" della letteratura latina di un'età difficile e complessa. Calabrese di Squillace, di origine forse siriaca, Flavio Magno Aurelio Cassiodoro Senatore (490 ca.-583 ca.) ha attraversato con la sua lunga vita l'intero secolo VI. Politico e funzionario alla corte di Teodorico, profondamente impegnato nel lavoro di pubblico amministratore, Cassiodoro fu amareggiato, ma non si lasciò travolgere dal fallimento dell'esperienza di governo gota e dalle tristi vicende della guerra che seguì e che siamo abituati a chiamare "greco-gotica". La sua esperienza di governo e la sua saggezza di consigliere dei potenti sono conservate nella celebre raccolta che lo ha immortalato, le Variae, edita nel 537. Poco purtroppo della sua restante attività di scrittore ci è stato direttamente tramandato: ma anche da quel che ce ne resta emerge vivida l'immagine di un protagonista della cultura del suo tempo. Le sue opere furono una guida indispensabile per il lavoro delle generazioni successive di monaci e di studiosi. Il centro monastico da lui fondato, il Vivarium presso la natia Squillace, resta, insieme con Montecassino, faro e modello della cultura dalla quale è sorto il Medioevo latino, quindi l'Europa.

Note su

Franco Cardini (Firenze 1940) è uno storico e saggista italiano specializzato nello studio del Medioevo. Laureatosi in Lettere a Firenze, diventa inizialmente assistente di Ernesto Sestan per poi insegnare a Firenze, a Bari e diventare infine docente di Storia Medievale nella sua città natale nel 1989.
Studioso di livello internazionale, da sempre si occupa di argomenti quali le crociate e i pellegrinaggi in Terrasanta. Membro di moltissime organizzazioni scientifiche e accademiche italiane e straniere, è stato tra i fondatori del periodico “Percorsi” ed è attualmente docente emerito di Storia Medievale presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.
I suoi numerosissimi studi sul rapposrto tra Islam e Cristianità lo hanno portato, in tempi recenti, a occuparsi anche di tematiche di stringente attualità, dall’ISIS al terrorismo di matrice religiosa, dalle ambigue posizioni dell’Occidente a proposito delle guerre in Medio-Oriente alla portata rivoluzionaria della predicazione di Papa Francesco.
Condirige con Paolo Trovato il progetto editoriale «Storie e linguaggi», pubblicato da libreriauniversitaria.it Edizioni, che affianca una collana e una rivista semestrale.