L' azteco

L' azteco

4.5

di Gary Jennings


  • Prezzo: € 11.90
  • Nostro prezzo: € 11.30
  • Risparmi: € 0.60 (5%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 11 beenz o più.   Scopri come

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano L' azteco acquistano anche L' autunno dell'azteco di Gary Jennings € 7.98
L' azteco
aggiungi
L' autunno dell'azteco
aggiungi
€ 19.28

I libri più venduti di Gary Jennings:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su L' azteco e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.4 di 5 su 7 recensioni)

5.0L'azteco, 05-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di M. Giarrati - leggi tutte le sue recensioni

Non fatevi spaventare dalla lunghezza! Questo libro mantieen tutto ciò che promette rivelandosi un'ottimo thriller archeologico. Un romanzo la cui mole è davvero impegnativa che però scorre una meraviglia. Bellissimi i personaggi, le atmosfere, la descrizione di questi luoghi e tempi così distanti.




5.0Scoprire gli aztechi, 27-05-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di A. Padilla - leggi tutte le sue recensioni

Adoro la civiltà degli aztechi e la studio da autodidatta da diverso tempo, quindi non potevo farmi sfuggire l'occasione di leggere un romanzo sull'argomento! Sono davvero felice di averlo fatto perché nonostante la mole si legge velocemente e dopo le prime pagine si entra nel vivo della storia per non volerne più uscire. L'autore è riuscito a delineare benissimo una civiltà purtroppo scomparsa e a farci rivivere in parte la loro storia. Molto bello!




3.0L'Azteco, 11-11-2010
di A. Berluscamafioso - leggi tutte le sue recensioni

L'ho letto quando ero al liceo e l'avevo trovato giustamente intrigante. Con gli anni ha perso un po del suo fascino. Rimane comunque consigliato a chi ama i gialli.




3.0L'azteco, 10-11-2010
di S. Lima - leggi tutte le sue recensioni

Nonostante il primo centinaio di pagine sia leggermente monotono e alcune parti siano un po’ fastidiose, ho apprezzato molto questo voluminoso romanzo, basato sicuramente su una accurata ed entusiasmante ricostruzione storica, proietta il lettore nell’affascinante mondo degli Aztechi o Mexìca negli ultimi anni dell’epoca precolombiana sino all’invasione spagnola.

Una storia maestosa, narrata in prima persona e in tarda età da Mixtli, l’azteco, all’Inquisitore Vescovo Juan de Zumàrraga, quando ormai la millenaria civiltà dei popoli dell’Unico Mondo e la splendida Tenochtitlan erano state spazzate via da Hernan Cortés e il suo fetido esercito.

Il racconto è molto particolareggiato, affascinanti sono le descrizioni delle città, dei suggestivi e numerosi habitat in cui si troverà a viaggiare Mixtli, stupiscono le abilità manuali e artistiche del Popolo delle Nubi soprattutto nelle opere architettoniche, sorprendono le usanze e i costumi, talvolta curiosi ma sempre più sovente agghiaccianti in fatto di sacrifici umani, battaglie, vendette, consuetudini alimentari e sessuali.

Scorre molto sangue, forse un po’ troppo, spesso il mio stomaco ha protestato ma numerosi sono stati anche i momenti divertenti e di commozione per le vicende personali del protagonista, da studente a scrivano, da cortigiano a “eroe di guerra” e prospero mercante, intelligente, generoso e in parte sfortunato, una vita ricca di avventure, incontri, peregrinazioni quasi sempre volontarie.





5.0L'azteco, 09-11-2010
di L. Seloprendi - leggi tutte le sue recensioni

Un romanzo la cui mole è davvero impegnativa che però scorre una meraviglia. Bellissimi i personaggi, le atmosfere, la descrizione di questi luoghi e tempi così distanti.




4.0Non è un romanzo, è un universo!, 21-09-2010
di A. Benedetti - leggi tutte le sue recensioni

Questo libro potrebbe essere citato come esempio magistrale del genere del romanzo storico.
Al suo interno sono racchiuse vicende storiche ed umane, arte, artigianato, religione, cucina, quotidianità e svariate usanze non solo degli Aztechi ma di buona parte delle popolazioni che abitavano il Messico a cavallo tra il XV ed il XVI secolo.
Non mancano inoltre descrizioni naturalistiche di questo meraviglioso paese.
La trama si sviluppa sulla durata di una vita e coinvolge un numero enorme di personaggi, il cui ruolo nell'intreccio è tutt'altro che univoco, quasi il protagonista incarnasse in sé stesso la parabola e tutte le sfaccettature del popolo azteco per rivelarle a poco a poco agli uomini e alle donne che incontra in quella che è l'ultima grande tragedia di una civiltà divenuta ormai leggenda.





5.0Che bello!, 08-09-2010
di A. Alagna - leggi tutte le sue recensioni

Letto immediatamente dopo un viaggio in messico e mi ha fatto sognare.
Un libro splendido nelle descrizioni, nei dettagli e nella trama.
Provo invidia per gli scrittori che sanno scrivere così bene.
Peccato che Jennings ci abbia lasciato e che abbia scritto così poco





4.0Se si superano gli ostacoli iniziali..., 31-07-2010
di M. Bellavista - leggi tutte le sue recensioni

… (leggi: le varie torture locali che vengono descritte fin troppo bene), poi il romanzo è più che avvincente, e – in forma di romanzo – dà una gran quantità di informazioni sulla cultura azteca precolombiana.




product