Alta fedeltà

Alta fedeltà

4.0

di Nick Hornby


  • Prezzo: € 11.00
  • Nostro prezzo: € 8.25
  • Risparmi: € 2.75 (25%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Gems


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 8 beenz o più.   Scopri come

Descrizione

In una Londra irrequieta e vibrante, le avventure, gli amori, la passione per la musica, i sogni e le disillusioni di una generazione di trentenni ancora pieni di voglia di vivere. Romanzo che ha inaugurato il nuovo filone della letteratura "confessionale" maschile.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Alta fedeltà acquistano anche Come diventare buoni di Nick Hornby € 9.00
Alta fedeltà
aggiungi
Come diventare buoni
aggiungi
€ 17.25

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Nick Hornby:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Alta fedeltà e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.1 di 5 su 29 recensioni)

4.0Un esordio vincente, 12-12-2014
di P. Raffo - leggi tutte le sue recensioni

"Alta fedeltà" è tante cose contemporaneamente: una storia d'amore e di vita spiegata dal punto di vista di un uomo, una riflessione divertente sulla vita e le sue numerose mancanze, il racconto di un trentenne single inglese che è inesorabilmente riluttante a diventare uomo e che, coinvolto a tal punto dalle sue fantasie sull'amore, ignora la donna che tiene veramente a lui e di conseguenza rischia di perderla. Con questo romanzo d'esordio, l'autore racconta una storia d'amore per come è veramente, senza cadere nelle esagerazioni e nei cliché, e ci ricorda quanto faccia paura a un certo punto della vita la trasformazione, che pure è necessaria, da ragazzo a uomo.




4.0Alta fedeltà, 26-05-2012
di L. Cella - leggi tutte le sue recensioni

Una scrittura colloquiale, fresca e scorrevole. I pensieri messi su carta, questo è il pregio più grande di Hornby secondo me, il fatto che riesca a farci entrare nella testa dei suo personaggio, in questo modo siamo in grado di capirlo al cento per cento: le sue fobie, le sue paure e i suoi desideri.




4.0High fidelity, 19-05-2012
di G. Angileri - leggi tutte le sue recensioni

Narratore fresco e frizzante, Hornby ci delizia con una storia ordinaria ma mai noiosa, costruita molto bene intorno alla musica e all'amore che nutrono per essa i protagonisti. E' sì un romanzo di stampo romantico ma è anche molto altro: un divertissement ma anche un libro che letto oggi può suscitare sentimenti nostalgici.




4.0Storie di gente "normale", 28-04-2012
di S. Barbieri - leggi tutte le sue recensioni

Hornby mi diverte, mi piace quel suo modo leggero e ironico di raccontare "piccole storie", quelle della gente normale. Hai sempre la sensazione che il protagonista potresti essere tu... Questo è quello che ho provato nel leggere questo libro: quel senso di familiarità che mi dava il personaggio principale... Di personaggi così ne ho incontrati tanti: amici, amici di amici con la Musica che era la loro vita, con gli amori che magari non erano grandi amori ma poi maturavano, quelle storie un po' sfigate ma vere... Quelle riflessioni che possono essere ugualmente profonde anche se non sei un filosofo...




4.0Alta fedeltà, 26-03-2012
di G. Mucci - leggi tutte le sue recensioni

Due anni fa lessi di quest'autore Tutto per una ragazza, toppai di brutto. Quel libro mi ha fatto avere degli enormi pregiudizi sul talento di Honrby. Mi ci è voluto tutto questo tempo per avere il "coraggio" di aprire Alta fedeltà e rivalutare l'autore. Un libro acuto e veritiero che merita in pieno le quattro stelline!




2.0Storiella Fin troppo banale, 26-03-2012
di F. Polli - leggi tutte le sue recensioni

Una stella è poco, lo so. Non è che non mi piaccia come scriva, è quello che scrive. I suoi personaggi mi lasciano l'amaro in bocca, mi sembrano alla ricerca più o meno inconsapevole di una staticità confusa con stabilità. Insomma, persone con un potenziale sprecato, che nonostante tanti discorsi profondi alla fine non vogliono altro che "una donna e un impiego in banca". Quando si dice che l'happy end rovina tutto.




3.0Alta fedeltà, 20-03-2012
di G. Villa - leggi tutte le sue recensioni

Il libro più famoso e venduto di Hornby è avvincente e interessante, anche se durante la lettura mi è parso mancasse qualcosa, un guizzo in più, un salto di qualità alla storia che non è mai arrivato. Bella l'idea delle classifiche "compulsive", e la colonna sonora che percorre tutto il romanzo. Molto inglese, per la precisione molto londinese.




4.0Alta fedeltà, 17-03-2012
di S. Alimonti - leggi tutte le sue recensioni

è la storia di un proprietario di un negozio di dischi, scaricato dalla ragazza per cui inizia a ripensare alle sue storie andate, il tutto intervallato dalla sua vita nel negozio con due commessi maniacali. Hornby è ironico, divertente, brillante... E sa anche scrivere! Le sue scelte stilistiche sono geniali, riesce a comunicare in modo magistrale i concetti più banali e semplici.




5.0Formidabile, 15-03-2012
di G. Anoè - leggi tutte le sue recensioni

"Alta fedeltà"è il connubio perfetto di ironia e vita quotidiana, o meglio della tagliente ironia che caratterizza la poco stimolante vita quotidiana. All'interno di un negozio di dischi si dipana la vita sentimentale del commesso trentacinquenne, permeata totalmente dalla musica: ogni evento importante è accompagnato da una classifica musicale.
Libro consigliatissimo sia contenutisticamente che stilisticamente.





1.0Pessima lettura, 11-03-2012
di D. Bernardo - leggi tutte le sue recensioni

Mi chiedo come ha fatto questo libro ad avere tanto successo: è scritto in modo elementare e questa può anche essere una giustificazione ma non racconta niente, è un concentrato di nulla elementare, la storia è banale, protagonista banale, il classico trentenne o giù di lì immaturo. Lo definirei un tipico libro "generazionale", credo non sia difficile per un trentenne del nostro tempo rispecchiarsi, almeno in parte, con alcuni dei pensieri e delle azioni di Rob. Degni di nota, poi, sono i continui riferimenti alla musica, prima passione del protagonista.




product