1933. Un anno terribile

1933. Un anno terribile

4.5

di John Fante


  • Prezzo: € 11.50
  • Nostro prezzo: € 9.77
  • Risparmi: € 1.73 (15%)
Disponibilità immediata
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Figlio di immigrati, Dominic ha un grande talento, quasi da cartone animato: il suo braccio. Lo cura, lo allena, lo protegge dai rigori invernali con tubetti e tubetti di balsamo Sloan, sa che grazie a lui, soltanto grazie a lui, potrà riscattare se stesso e la sua famiglia dalla condizione di inferiorità che stanno vivendo, diventando "Dom Molise, il più grande Mancino della Major League". La più grande promessa del baseball della West Coast.

Note sull'autore

John Fante è nato a Denver, in Colorado, l’8 aprile del 1909. Figlio di un immigrato italiano proveniente dalla provincia di Chieti e di una donna nata a Chicago da genitori di origini italiane, John Fante, dopo il diploma, comincia a svolgere lavori precari. Nel 1930 l povertà e le incomprensioni con la famiglia lo spingono a trasferirsi a Los Angeles. Si iscrive all’Università ma non è costante nello studio. L’esperienza tuttavia lo avvicina alla scrittura. Dimostra subito talento, tanto che i primi racconti vengono pubblicati e viene assunto da alcune riviste. Durante gli anni Trenta, anche a Hollywood notano il suo talento, e John Fante inizia a lavorare come sceneggiatore, lavoro che lui non apprezza ma che gli consente la sicurezza economica. Il suo primo romanzo è del 1934 e si intitola “La strada per Los Angeles”, con protagonista Arturo Bandini, personaggio che sarà al centro di una serie di successo, tra cui figura il romanzo dai tratti autobiografici “Chiedi alla polvere”, del 1939, forse l’opera più conosciuta di John Fante. Nel 1937 sposa Joyce Smart, dalla quale avrà 4 bambini. Durante la guerra smette di scrivere, per poi riprendere nel 1952, quando pubblica “Una vita piena”. Nel 1977 si ammala di diabete. Nel 1978 Fante incontra Charles Bukowski, il quale stima moltissimo il lavoro dello scrittore italo-americano e gli chiede di ristampare “Chiedi alla polvere”, inserendo una sua prefazione. Bukowski, per spingere la sua casa editrice a ripubblicare le opere di Fante, arrivò a minacciare di non consegnare loro altre sue opere. Intanto la malattia di Fante si aggrava, diventa cieco e gli vengono amputate le gambe. L’ultimo romanzo, che Fante detta alla moglie, è “Sogni di Bunker Hill”, del 1982, opera che chiude la saga del suo alter ego Arturo Bandini. E’ morto a Los Angeles l’8 maggio del 1983. Successivamente, numerose opere di John Fante sono state trasposte per il cinema, tra cui anche “Chiedi alla polvere”, in un film del 2006 prodotto da Tom Cruise e con l’interpretazione di Colin Farrell, Salma Hayek e Donald Sutherland.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano 1933. Un anno terribile acquistano anche A ovest di Roma di John Fante € 11.05
1933. Un anno terribile
aggiungi
A ovest di Roma
aggiungi
€ 20.82

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di John Fante:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 3 recensioni)

5.0Grande Fante, 11-08-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo Dominic Molise è davvero un personaggio cinematografico. Il sogno di diventare un grande lanciatore in quanto dotato di un"braccio" notevole, si scontra con la realtà ed il futuro imposto dal padre che lo vuole muratore, anche se per realizzare i suoi sogni Molino dovrà, oltre che scontrarsi con la dura realtà, fare i conti ache con gli affetti. Un gran racconto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un anno terribile, 23-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Pubblicato postumo, il romanzo rivisita alcuni dei temi già cari a Fante: la famiglia italo-americana che vagheggia il ritorno ai luoghi di origine, il padre scapestrato e gaudente oggetto di amore e disapprovazione, la madre pia e dedita unicamente alla casa e ai figli, le speranze, le frustrazioni giovanili e, soprattutto, i sogni che premono, incalzano, perennemente strozzati dalla povertà che non consente il minimo progresso
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.01933. Un anno terribile, 05-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo godibilissimo libro riassume in poche pagine (un centinaio) tutta l'essenza di Fante, come scrittore e come persona. Il protagonista ovviamente assomiglia a John Fante, anche se in versione sportiva piuttosto che culturale, ma sempre contraddistinto da quella voglia di arrivare, sfondare, di realizzare per sé e per i suoi cari il Sogno Americano. Dominic Molise è un ragazzo italoamericano molto giovane (neanche 18 anni) che però si sente già vecchio, o meglio si sente come se stesse sprecando la sua vita andando dietro a suo padre muratore fallito, quando invece lui è destinato a diventare una celebrità a livello nazionale (non nella scrittura di romanzi, questa volta, ma nel campo del baseball, per cui le gambe da elefante di Bandini vengono rimpiazzate da uno spassosissimo Braccio che sembra godere di vita propria). Così potrà vivere nell'agio insieme alla sua famiglia, e tutti smettano di prendersi giuoco di lui perché è Italiano e per giunta basso. Ditemi voi se questo non è Fante...!


Ritieni utile questa recensione? SI NO