€ 18.05€ 19.00
    Risparmi: € 0.95 (5%)
Disponibilità immediata

Disponibile in altre edizioni:

Vuoto per i Bastardi di Pizzofalcone
€ 13.77 € 14.50
Disponibilità immediata
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Vuoto per i Bastardi di Pizzofalcone

Vuoto per i Bastardi di Pizzofalcone

di Maurizio De Giovanni

18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Dopo "Souvenir", una nuova splendida indagine per la squadra di bastardi creata da Maurizio De Giovanni che ha fatto innamorare lettori e spettatori.
Chiara Fimiani, una riservata professoressa di Lettere amatissima dai propri allievi, scompare nel nulla. Quando senza preavviso non si presenta a lezione, lei fino a quel giorno sempre così impeccabile, è la prof di matematica dell'istituto a rivolgersi alla polizia. Non le sarà mica successo qualcosa? D'altra parte, il marito di Chiara, un imprenditore di grande fama e prestigio, non sembra affatto essere in allarme.
In mancanza di una vera e propria denuncia, i bastardi di Pizzofalcone decidono d'iniziare a indagare in via ufficiosa. Oltre a Lojacono, la Di Nardo, Palma, Romano e la Calabrese a completare la squadra c'è un nuovo elemento, che sostituisce Pisanelli nel suo periodo di assenza forzata. Il nuovo vicecommissario, trasferito a Pizzofalcone dal Piemonte, si chiama Elsa Martini ed è una donna bellissima quanto priva di scrupoli.
Un caso imprevedibile in una Napoli autunnale e irrequieta, per una delle serie gialle più amate di sempre.


Voto medio del prodotto:  2 (2 di 5 su 1 recensione)

2Un po' deluso, 17-12-2018, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto tutti i libri dei Bastardi apprezzandoli molto, ma in questo ho trovato che De Giovanni abbia veramente esagerato nel rendere una macchietta il personaggio di Aragona, sacrificando il senso dell'indagine e mettendola in secondo piano.
Forse il successo, peraltro meritato, ha un po' annacquato lo spirito del giallo a discapito della troppa personalizzazione degli interpreti principali. Aspetterò il prossimo sperando in un'inversione di marcia e un ritorno a quei libri che mi avevano tanto appassionato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO