€ 11.40€ 12.00
    Risparmi: € 0.60 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibilità immediata
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come

È una vita che ti aspetto

di Fabio Volo

  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar bestsellers
  • Data di Pubblicazione: novembre 2019
  • EAN: 9788804723721
  • ISBN: 8804723726
  • Pagine: 163
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

Questo libro parla di Francesco che non era felice e invece poi sì. Finito. Francesco è un normale trentenne di oggi. Ha un lavoro stressante, anche se remunerativo, che fa per comprarsi cose che gli plachino lo stress, dovuto peraltro a un lavoro stressante... Ha storie di sesso, con tipe una diversa dall'altra. Sente il bisogno di star solo ma ha paura di tagliarsi fuori dal branco, adora i genitori ma non è mai riuscito a comunicare col padre, si fa le canne ma vuole smettere di fumare, è ansioso di crescere ma rimpiange la nonna che lo portava alle giostre. Ma un giorno si accorge di esistere senza vivere davvero, e decide che così non va. Con una buona dose di coraggio e tanta autoironia affronta la depressione, l'ipocondria, il torpore esistenziale. Come? Chiedetelo a Francesco. E a Ilaria. Perché non vorremmo anticiparvelo, ma in questa storia c'è anche un lieto fine. Fabio Volo esplora con un linguaggio semplice il complesso mondo interiore di tutti e di ognuno.

I libri più venduti di Fabio Volo

Vedi tutti

Voto medio del prodotto:  3 (3.4 di 5 su 77 recensioni)

4Vivere davvero, 05-03-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro bellissimo, uno dei tanti di Fabio Volo. La storia parla di Francesco, un ragazzo che come tutti i suoi coetanei sta cercando la sua felicità, ma che per il momento sta vivendo solo per sentito dire, sentendosi fuori dal mondo ma senza avere il coraggio di mollare tutto e andarsene sul serio. Grazie all'aiuto di Ilaria, però, riuscirà con autoironia e coraggio ad affrontare la sua non-esistenza. Una bellissima storia d'amore, sia verso se stessi che verso un'altra persona, scritta in modo davvero molto semplice ma efficacissimo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2E' una vita che ti aspetto , 30-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il titolo di questo romanzo è già di per sé molto esplicativo. Si può dedurre che si parla di una storia d'amore, e in realtà è un po' così; "un po' " perché la storia non ruota soltanto attorno ad una relazione amorosa. Il libro parla piuttosto delle vicende e della vita in generale di un ragazzo come tanti, Francesco: un ragazzo in crisi con sé stesso, che durante tutta la storia compie una piccola auto-analisi che lo porterà alla fine a capirsi di più e ad accettarsi di più.
La narrazione in prima persona ci fa quasi "sentire" le stesse emozioni e stati d'animo che prova il protagonista. Parla delle situazioni di tutti i giorni e del suo rapporto con il padre, che vorrebbe diverso e non ci riesce; parla dell'amicizia e del rapporto che ha con il suo migliore amico; parla delle esperienze (anche sessuali) con le varie ragazze e le analizza, e spiega perché non hanno funzionato; e alla fine, in modo molto semplice, arriva "la sua lei", che appunto aveva aspettato da una vita.
Fabio Volo scrive in uno stile molto semplice, la storia non è nulla di straordinariamente eclatante ed il tutto è molto scorrevole. E' un libro che si può leggere quando ci si vuole rilassare e si vuole perdere un po' di tempo, dato che penso non valga molto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3E' una vita che ti aspetto, 26-05-2012, ritenuta utile da 5 utenti su 11
di - leggi tutte le sue recensioni
E' come una chiacchierata tra amici questo "diario di un trentenne": di una schiettezza semplice e d'impatto ma con sprazzi di riflessioni profonde e gradevolmente introspettive. Francesco con le sue insicurezze, stressato da un lavoro che crede di non amare più, inseguito da sogni che si son trasformati in paure, alla continua e deleteria ricerca di quel che non ha ancora e che all'inizio neanche sa meglio identificare potrebbe essere chiunque: un amico del lettore, un conoscente, un collegail lettore stesso. La crescita interiore del protagonista, il suo dire "Basta! " alla passività, il suo impegno nel conoscersi, la lenta ma inesorabile e bellissima rivincita sulla quotidianità sono di buon auspicio per tutti coloro che cercano la vera serenità nell'unico modo possibile: senza cercar di cambiare il mondo ma partendo da sé.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2Disastro!, 18-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Fabio Volo ancora una volta mi delude. Un testo banale, privo di colpi di scena e riluttante alle innovazioni. Fabio Volo ha uno stile immediato e spoglio di carica emotiva, dal ritmo veloce e spregiudicato che punta molto a una lettura spoglia di emotività, banale e molto prevedibile fin dall'inizio per cui manca di stupore e il elttore è tentato all'abbandono.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1Disastro!, 16-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un testo abbastanza legnoso e banale. Scontato fin dall'inizio, il nuovo libro di Fabio Volo sembra la classica storia senza conclusioni e senza emozione, priva di una tensione narrativa e stracolma di un linguaggio asciutto e sbigativo che non permette al lettore di prendere atto della trama e dei personaggi che risultano anonimi e tediosi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su È una vita che ti aspetto (77)