€ 10.34€ 11.00
    Risparmi: € 0.66 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Vita di Eleonora d'Arborea. Principessa medioevale di Sardegna

Vita di Eleonora d'Arborea. Principessa medioevale di Sardegna

di Bianca Pitzorno


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar storia
  • Data di Pubblicazione: marzo 2010
  • EAN: 9788804597148
  • ISBN: 8804597143
  • Pagine: 367
  • Formato: brossura

Descrizione del libro

Eleonora d'Arborea è uno dei personaggi più famosi e insieme meno documentati della storia sarda. Giudicessa d'Arborea - cioè sovrana di uno dei quattro giudicati, veri e propri Stati autonomi, nei quali era suddivisa l'isola nella seconda metà del Trecento firmò un codice di leggi, la Carta de logu, rimasto in vigore con poche modifiche fino al 1827. Oltre a ciò, Eleonora fu l'ultima regnante indigena dell'isola, capace di radunare sotto un'unica bandiera le diverse popolazioni sarde che per la prima volta si riconobbero come "nazione" e lottarono con successo contro gli aragonesi. Inevitabilmente attorno alla sua figura nacque una leggenda, ampiamente alimentata soprattutto in epoca romantica. Eleonora è stata dunque rappresentata come principessa guerriera, raffinata madonna cortese, madre affettuosa, sposa fedele, avveduta massaia, devota cristiana, dotta legislatrice...

I libri più venduti di Bianca Pitzorno

Tutti i libri di Bianca Pitzorno

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Vita di Eleonora d'Arborea. Principessa medioevale di Sardegna acquistano anche Atlantide. Luogo geografico, luogo dello spirito di M. G. Facchetti, E. Notti (a cura di) € 9.10
Vita di Eleonora d'Arborea. Principessa medioevale di Sardegna
aggiungi
Atlantide. Luogo geografico, luogo dello spirito
aggiungi
€ 19.44

Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 3 recensioni)

3.0Vita di Eleonora d'Arborea, 12-07-2011, ritenuta utile da 4 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Il grande pregio di questo saggio è di farci conoscere una vicenda sconosciuta ai più. Il difetto è quello di inseguire le mille genealogie delle case regnanti d'Europa, in un turbinio di re e regine, principi e principesse, figli legittimi e naturali, fidanzamenti e matrimoni, oltre ad una quantità mostruosa ai nostri occhi di bambini morti nella primissima infanzia. E poi guerre e guerricciole che scoppiavano per i motivi più futili, ma principalmente per questioni dinastiche. In questo quadro rutilante stenta a farsi luce la figura principale del libro, quella Eleonora d'Arborea di cui purtroppo esistono poche testimonianze documentali, tanto da renderne incerte perfino le date di nascita e di morte. Complimenti all'autrice per la complessa ricerca storica.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Interessante, 06-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 7
di - leggi tutte le sue recensioni
Questa principessa medievale è un personaggio storico ancora privo di notorietà, ma in questa biografia le viene resa giustizia.
Non si tratta solo della storia di Eleonora d'Arborea, ma compare anche un approfondito quadro della dinastia alla quale l'intrepida principessa appartiene.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Una donna tra potere e famiglia, 07-11-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
La poco nota, almeno al grande pubblico, storia della Sardegna medievale si inserisce nella storia europea grazie alla lunga guerra con gli Aragonesi ed alla trama di parentele intraprese dai giudici d’Arborea. Dal nonno Ugone II a Eleonora, passando per Mariano IV e Ugone III, si ha un quadro locale ed oltremare delle vicende legate a discendenze, annessioni, intrighi, matrimoni combinati, guerre e scorrerie, periodiche epidemie di peste e scismi. La storia inizia, colmando con ricostruzioni verosimili e vuoti non documentati, con il racconto della vita di corte nel giudicato d’Arborea, ma presto prende fortunatamente corpo e tono in resoconti dettagliati e sostenuti dagli archivi di Barcellona. A fatti storici si intercalano note di costume e affreschi umani in cui si sente la mano di una donna, come alla morte violenta del fratello Ugone III e della nipote Benedetta, quando a Eleonora pare di rivedere il padre che ammira la nipote bambina nella culla o alla morte della stessa Eleonora, con le ombre che l’accompagnano nell’ultimo viaggio. Ne emerge una storia suffragata dalle testimonianze ed in parte ricostruita nel senso del verosimile che ricuce le falle degli archivi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO