€ 11.28€ 12.00
    Risparmi: € 0.72 (6%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Quantità:

Disponibile in altre edizioni:

I viceré
I viceré(2019 - brossura)
€ 12.48 € 13.00
Disponibilità immediata
I viceré
I viceré(2007 - brossura)
€ 12.32 € 14.50
Normalmente disponibile in 1/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
I Viceré

I Viceré

di Federico De Roberto


Trama del libro

"Tecnicamente, è un romanzo "ben fatto", senza ingorghi e dispersioni. Una tecnica così sicura; un tempo, un ritmo tanto vigilato e costante... a lettura finita, e anche nel ricordo più lontano, i personaggi stanno tutti sullo stesso piano, nella stessa cruda luce, equamente indimenticabili così come equamente necessari ed importanti..." (Leonardo Sciascia)

I libri più venduti di Federico De Roberto

Tutti i libri di Federico De Roberto

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano I Viceré acquistano anche Gli ingredienti dell'amicizia di Valerio Albisetti € 4.00
I Viceré
aggiungi
Gli ingredienti dell'amicizia
aggiungi
€ 15.28

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su I Viceré e condividi la tua opinione con altri utenti.


Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 2 recensioni)

4Una splendida lezione di opportunismo politico, 07-04-2014, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Spesso oscurato dall'"ingombrante" fortuna de "I Malavoglia", "I Viceré" (si badi alla natura dell'accento, che è acuto, non grave) è senz'ombra di dubbio uno dei romanzi italiani più interessanti scritti a cavallo tra XIX e XX secolo. Ispirato al principio positivistico e naturalistico della "race", questo romanzo narra la storia della potente famiglia catanese degli Uzeda di Francalanza, di antica origine spagnola, pronta a tutto pur di conservare la supremazia anche nella nuova, contraddittoria Italia unita. Il romanzo - diviso in tre parti - prende le mosse dalla morte della crudele e dispotica principessa Teresa fino al successo politico del principino Consalvo (figlio del principe Giacomo e, pertanto, erede del titolo e dell'immenso patrimonio familiare) che, pur essendo di fede reazionaria e borbonica, finge di nutrire idee democratiche e liberali. Si tratta, dunque, di un'implacabile lezione di opportunismo politico, di un quadro esauriente del fallimento degli ideali risorgimentali, un esempio con cui si è inevitabilmente dovuto misurare Giuseppe Tomasi di Lampedus con "Il Gattopardo".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Un affresco della Sicilia risorgimentale., 16-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Lo scrittore proietta davanti ai nostri occhi di lettore in maniera estremamente dettagliata e realistica le vicende spesso aspre ed egoistiche della dinastia degli Uzeda (appunto i Vicerè) con tutte le loro contraddizioni di aristocratici ormai legati a un mondo che cambia, a un mondo che sta per tramontare. L'amarezza e nello stesso tempo la verità che ci trasmette l'autore attraverso i suoi personaggi è anche la contrapposizione di un mondo di casta che sta per morire per poi rinascere a nuova forma e il personaggio che meglio interpreta questo passaggio temporale è il "principino" Consalvo, che decide di candidarsi al parlamento italiano convinto che se prima c'era un re assoluto a cui obbedire ora c'è un intero popolo, con la differenza che il popolo è più facile da ingannare in quanto meno egoista ma molto più servile.
Giudico il libro come un grande classico che merita di essere letto non solo per la splendida prosa di De Roberto, ma soprattutto perché ci fa conoscere una delle tante contraddizioni legate a un periodo storico molto importante per l'Italia, quale è stato il Risorgimento.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti