€ 15.36€ 16.00
    Risparmi: € 0.64 (4%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Versetti pericolosi. Gesù e lo scandalo della misericordia

Versetti pericolosi. Gesù e lo scandalo della misericordia

di Alberto Maggi


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Fazi
  • Collana: Campo dei fiori
  • Data di Pubblicazione: settembre 2011
  • EAN: 9788864115016
  • ISBN: 8864115013
  • Pagine: 190
  • Formato: brossura

Descrizione del libro

Se Dio è amore, e non potere, non può essere comunicato attraverso la Legge o la Dottrina, ma solo mediante gesti che trasmettono vita. L'amore incondizionato però scandalizza, perché la gratuità sovverte l'ordine del potere su cui si fonda ogni società, compresa la società particolare chiamata "Chiesa". I "versetti pericolosi" narrano l'episodio dell'adultera: ci vollero tre secoli prima che questi undici scandalosi versetti di Luca trovassero ospitalità nel Nuovo Testamento e altri due per essere inseriti nella liturgia. Ma parlando del passato, Maggi allude al presente e suscita un vento di profetica ribellione contro una fatua spiritualità dell'apparire e del potere. Bibbia alla mano, ecco un viaggio capace di stravolgere il comune modo di guardare alle cose. Una rivoluzione nell'alfabeto dei sentimenti e nella cultura dei valori, che sostituisce l'amore alla forza, la misericordia al castigo, la generosità all'interesse. In Italia, dai tempi di David Maria Turoldo, nessuno riusciva a leggere con tale forza i testi sacri del cristianesimo.

Tutti i libri di Alberto Maggi

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Versetti pericolosi. Gesù e lo scandalo della misericordia acquistano anche La Follia di Dio. Il Cristo di Giovanni di Alberto Maggi € 16.32
Versetti pericolosi. Gesù e lo scandalo della misericordia
aggiungi
La Follia di Dio. Il Cristo di Giovanni
aggiungi
€ 31.68

Voto medio del prodotto:  3 (3 di 5 su 1 recensione)

3Una perla in una collana imperdibile, 15-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il titolo inganna il lettore 'ignorante' delle scritture e del loro linguaggio intrinseco. "Dio è amore": spesso queste parole sono state dimenticate. Dio ha tanto amato da dare il suo Unico figlio perchè venisse condannato e ucciso. Chi al suo posto poteva dare tutto l'amore come "Libertà" per l'uomo anche la libertà di negarlo e rifiutarlo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti