€ 18.52€ 19.50
    Risparmi: € 0.98 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibilità immediata
Ordina entro 4 ore e 2 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo domani. Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
L' uomo che giocava con le bambole. La trilogia dell'odio vol.1

L' uomo che giocava con le bambole. La trilogia dell'odio vol.1

di Magnus Jonsson

  • Editore: Piemme
  • Traduttore: Peri F.
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2021
  • EAN: 9788856679328
  • ISBN: 8856679329
  • Pagine: 412
  • Formato: rilegato
Carta docenteAcquistabile la Carta del docente

Trama del libro

« Una storia emozionante e cinematografica che toglie il fiato. » Dagensbok.com Linn Ståhl, esperta di crittografia informatica, è ancora una studentessa quando i detective Stenlander e Svensson chiedono il suo aiuto per indagare su un macabro omicidio. Una giovane donna è stata trovata morta in un appartamento; sul corpo, una patina di lacca che le dà l'aspetto di una bambola di porcellana. In passato, Linn è stata un'attivista dell'afa, un'organizzazione antifascista inserita nella lista nera delle forze dell'ordine svedesi, e ha una condanna per crimini contro la sicurezza nazionale. È quindi molto scettica quando inizia a lavorare con la polizia. Tuttavia, si rende conto che nel caso potrebbero essere coinvolti i suoi nemici di sempre, ossia il movimento di estrema destra, e capisce che è un'occasione unica per iniziare un'indagine privata con l'aiuto dell'afa. Ciò che Linn non ha previsto è che il suo coinvolgimento la rende un bersaglio dei nazisti. Mentre altre donne vengono ritrovate prive di vita, Linn dovrà guardarsi le spalle se non vorrà finire lei stessa in quella lugubre collezione di bambole.

L’uomo che giocava con le bambole di Magnus Jonsson è ambientato in una Stoccolma gelata dai venti politici e nazionalisti. Linn Ståhl è un’esperta crittografa informatica ed è così brava che viene chiamata a collaborare per risolvere un caso di omicidio. Stenlander e Svensson sono infatti i due detective che devono cercare di capire le maglie e le trame più nebulose della mente di chi ha ucciso una giovane donna e le ha poi dato le sembianze di una bambola, spalmandole sul corpo una patina di lacca. Linn accetta di collaborare e capisce subito che dietro a questo inquietante omicidio si nasconde qualcosa di molto grosso che ha a che fare con i nazisti e con il loro odio sconsiderato e famelico verso certe categorie di persone. Da giovane antifascista e attivista dell’AFA, organizzazione che si espone contro tutti i regimi totalitari, Linn capisce che quello è il momento di agire e di affiancare l’indagine ufficiale ad una privata e gestita da lei e dagli stessi membri dell’AFA. Nel frattempo il killer continua a mietere vittime e la prossima potrebbe essere proprio Linn. L’uomo che giocava con le bambole di Magnus Jonsson è un thriller ad alto tasso di tensione dove i personaggi sono pedine che si muovono sulla scacchiera di un piano diabolico.

Portrebbero piacerti anche...