€ 10.45€ 11.00
    Risparmi: € 0.55 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
L' uomo che fu giovedì

L' uomo che fu giovedì

di Gilbert Keith Chesterton


18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Dopo un'animata discussione sul tema dell'anarchia, Lucian Gregory riesce a convincere il poeta e amico Gabriel Syme della serietà delle sue argomentazioni e a condurlo a una riunione del Consiglio Centrale Anarchico. I membri della setta hanno fatto però una scelta bizzarra, decidendo di assumere per maggior sicurezza i nomi dei giorni della settimana, e quando Syme sceglie di entrare a farne parte, gli viene assegnato il nome di Giovedì. Ma Syme in realtà non è ciò che dichiara di essere, bensì un agente di Scotland Yard... e da questa rivelazione prende l'avvio una girandola di false identità, misteriose allusioni e paradossali ambivalenze, perché ogni membro del consiglio ha i suoi segreti, e la trama diventa un susseguirsi di eventi concitati, che convergono verso l'enigmatica e imponente figura del Presidente, che ha assunto il nome del settimo giorno, Domenica. Ma qual è la natura di quest'associazione e quali sono i suoi veri scopi? E chi si cela dietro la figura di Domenica, che riesce a suscitare in Syme una paura irrazionale? Prefazione di Enrico Ghezzi.

Tutti i libri di Gilbert Keith Chesterton

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano L' uomo che fu giovedì acquistano anche Loro fanno l'amore (e io m'incazzo). Ambizioni e smarrimenti di una mamma troppo sincera di Marina Viola € 15.20
L' uomo che fu giovedì
aggiungi
Loro fanno l'amore (e io m'incazzo). Ambizioni e smarrimenti di una mamma troppo sincera
aggiungi
€ 25.65

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 2 recensioni)

4L'uomo che fu Giovedì , 16-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi ha sorpeso, non conoscevi l'autore ed è stat davvero una bella scoperta. Le prime due-tre pagine mi facevano temere un polpettone postvittoriano, ma fortunatamente la storia poi si dipana pirotecnicamente, con la riunione di un gruppo anarchico dove ciascuno dei vari personaggi non è colui che sembra e una serie di scene cinematografiche che si dipanano tra Londra e la Francia. Chesterton è bravissimo a dipingere le scene e inserire incisi che sembrano buttati lì ma raddoppiano il piacere della lettura. Spero solo che l'edizione Bompiani sia più curata di quella Mondadori che ho letto io, piena di refusi e con una traduzione in certi punti pesante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4A come anèmia, 17-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Questa storia surreale mi è proprio piaciuta.I personaggi caricaturali si muovono tra il quotidiano e l'incubo in una folle corsa a sventare la fobia di un attentato anarchico. L'autore con un pungente sarcasmo inglese scava nelle paure del suo tempo, dove si inneggiava all'ordine proprio in ragione delle promesse di caos fatte dall'Anarchia...
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti