€ 13.60€ 16.00
    Risparmi: € 2.40 (15%)
Normalmente disponibile in 2/4 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Uno su mille. Cinque famiglie ebraiche durante il fascismo
€ 28.00 € 26.32
Normalmente disponibile in 2/4 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Uno su mille. Cinque famiglie ebraiche durante il fascismo

Uno su mille. Cinque famiglie ebraiche durante il fascismo

di Alexander Stille


Normalmente disponibile in 2/4 giorni lavorativi
  • Editore: Garzanti Libri
  • Collana: Elefanti bestseller
  • Traduttore: Panzieri D.
  • Data di Pubblicazione: settembre 2018
  • EAN: 9788811604105
  • ISBN: 8811604109
  • Pagine: 430
  • Formato: brossura
  • Ean altre edizioni: 9788804340126, 9788804386605

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Un italiano su mille: era più o meno questa la proporzione di ebrei nella popolazione del nostro paese quanto nel 1938 entrarono in vigore le leggi razziali, con le quali lo stato fascista si dichiarava ufficialmente antisemita e dava inizio alla vergognosa persecuzione razzista. Fino a quel momento, tuttavia, ebrei e fascisti avevano convissuto, in un singolare miscuglio di benevolenza e tradimento, persecuzione e aiuto. Per raccontare l'esperienza degli ebrei nel momento più tragico della nostra storia, Alexander Stille ha seguito il destino di cinque famiglie, diverse per origine e ceto, ma anche nel loro atteggiamento verso il regime. Gli Ovazza di Torino avevano prosperato sotto Mussolini, tanto che il patriarca della famiglia aveva guadagnato un ruolo di spicco nel partito. I Foa, anche loro torinesi, avevano un figlio fervente antifascista e l'altro iscritto al fascio. I Di Veroli di Roma hanno lottato disperatamente per sopravvivere nel ghetto. A Genova i Teglio, in particolare Massimo, e i Pacifici hanno collaborato con la chiesa cattolica per salvare centinaia di ebrei. Gli Schönheit di Ferrara vennero spediti a Buchenwald e Ravensbrück dai fascisti italiani e dai nazisti tedeschi. "Uno su mille", pubblicato per la prima volta nel 1991, è il frutto di una paziente ricostruzione storica, ma anche di una serie di conversazioni con diversi protagonisti e testimoni di quegli eventi terribili.

Tutti i libri di Alexander Stille