€ 9.50€ 10.00
    Risparmi: € 0.50 (5%)
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
L' ultimo repubblichino. Sessant'anni son passati

L' ultimo repubblichino. Sessant'anni son passati

di Carlo Mazzantini


18AppCarta docenteQuesto articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Carlo Mazzantini è nato a Roma nel 1925. Dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943 si unisce ai superstiti di un battaglione di Camicie nere e combatte sui monti della Valsesia e della Val d'Ossola dove conoscerà gli orrori, le lacerazioni e le contraddizioni della guerra civile. Catturato rischia la fucilazione ma è poi liberato. Ha vissuto a lungo all'estero insegnando nel liceo di Tangeri e all'università irlandese di Galway. In questo libro Mazzantini torna ai giorni della sua resa, ne evoca il clima drammatico e violento e ricorda i motivi di una scelta sbagliata opponendoli al calcolo e all'opportunismo di chi invece prese la strada giusta.

Tutti i libri di Carlo Mazzantini

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano L' ultimo repubblichino. Sessant'anni son passati acquistano anche Profughi d'Italia. 1943-1955. Il dramma dei giuliano-dalmati dalle foibe ai Centri di raccolta. L'accoglienza a Genova di Petra Di Laghi € 11.30
L' ultimo repubblichino. Sessant'anni son passati
aggiungi
Profughi d'Italia. 1943-1955. Il dramma dei giuliano-dalmati dalle foibe ai Centri di raccolta. L'accoglienza a Genova
aggiungi
€ 20.80

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Un ragazzo a Salò, 03-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Come sottolinea il titolo, dopo sessant'anni da quella tragica esperienza di combattente volontario tra le file della Repubblica Sociale Italiana, Mazzantini ripercorre tutte le vicende storiche che l'hanno portato a fare quella scelta.
Dai racconti mitici della Marcia su Roma alle manifestazioni di piazza, dall'indottrinamento scolastico all'entrata in guerra contro Francia e Gran Bretagna, per poi arrivare a quel tragico 8 settembre in cui i soldati a Roma gettarono le divise per "travestirsi" da civili e nascondersi nelle case per salvare la pelle che lo sdegno e il senso dell'onore e della patria lo portarono a Salò.
L'ultima opera, scritta quando l'autore era ancora in vita, dopo sessant'anni di riflessione e maturazione anche politica (Mazzantini militò per più di 30 anni nella sinistra italiana, senza rinnegare il suo passato saloino) ritenendosi, dopo sessant'anni "L'ultimo repubblichino".
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti