€ 18.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Tutto il teatro

Tutto il teatro

di Alejandro Jodorowsky


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Giunti Editore
  • Collana: Citylights
  • Data di Pubblicazione: maggio 2008
  • EAN: 9788809059993
  • ISBN: 8809059999
  • Pagine: 576
  • Formato: brossura
L'opera teatrale completa di Alejandro Jodorowsky, dagli anni '50 e dai primi mimodrammi passando attraverso l'esperienza surrealista, l'effimero Panico e l'avanguardia messicana, fino ad arrivare ai giorni nostri. Vengono qui proposti i testi integrali sia della produzione più recente che di quella passata. I testi sono corredati da alcuni commenti di Jodorowsky intorno e sul teatro, che lui stesso ha inserito come introduzione ai diversi periodi della sua vita artistica, tracciando quindi un percorso compiuto della sua avventura teatrale dagli esordi fino ad oggi. Il teatro rappresenta un volto stilistico di Jodorowsky inedito al grande pubblico, che riafferma la forte identità di un artista che non appartiene a nessuna scuola né ad alcuna corrente - pur avendole attraversate tutte - e che si muove a suo agio nella poesia come nella letteratura, nel romanzo come nel cinema, nel fumetto come nel saggio. Non a torto Jodorowsky è stato definito un artista totale e proprio nella sua scrittura per il teatro - arte totale per eccellenza - è possibile cogliere, forse più che in altri ambiti, la motivazione e l'intento che animano uno dei più grandi artisti del secondo Novecento e della contemporaneità.

Note su Alejandro Jodorowsky

Alejandro Jodorowsky Prullansky è nato il 17 febbraio del 1929 a Tocopillla, un piccolo paese costiero situato nella zona nord del Cile. Era figlio di Jaime Jodorowsky Groismann e Sara Felicidad Prullansky Trumper, due immigrati ucraini di origine ebraica. Dopo essersi spostato a Santiago con la famiglia, dove ha trascorso buona parte della sua infanzia leggendo, dedicandosi al teatro e studiando filosofia e psicologia, nel 1953 Jodorowsky si trasferì a Parigi, dove assieme a Fernando Arrabal e Roland Topor fonda il movimento di teatro Panico. E’ poi diventato allievo ed assistente di Marcel Marceau, del quale divenne il più stretto collaboratore. Per Marceau scrisse Il fabbricante di maschere, La Gabbia, Il divoratore di cuori, La sciabola del samurai e Bip venditore di ceramica. In seguito iniziò ad occuparsi di cinema, lavorando sia come regista sia come attore. Visse per un periodo tra la Francia e il Messico. A Mexico City conobbe Ejo Takata, un monaco buddista che lo iniziò all’arte della meditazione Zen. Nel 1970, grazie al film western “El Topo”, divenne famoso a livello internazionale, tanto che John Lennon finanziò il suo film successivo, 2La montagna sacra”, del 1973. Altri fiml di Jodorowsky sono “Tusk” (1980), “Santa Segre” (1989) e “The rainbow thief” (1990). Artista poliedrico, Alejandro Jodorowsky si dedicò anche alla poesia, alla saggistica, alla narrativa e ai fumetti.