€ 21.12€ 22.00
    Risparmi: € 0.88 (4%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Disponibilità immediata
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Tumulti e indignatio. Conflitto, diritto e moltitudine in Machiavelli e Spinoza

Tumulti e indignatio. Conflitto, diritto e moltitudine in Machiavelli e Spinoza

di Filippo Del Lucchese


  • Editore: Ghibli
  • Collana: Spinoziana
  • Data di Pubblicazione: giugno 2004
  • EAN: 9788888363189
  • ISBN: 8888363181
  • Pagine: 499
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

La filosofia moderna ha reagito con violenza tanto contro Machiavelli quanto contro Spinoza. Le loro opere vennero condannate dagli autori del giusnaturalismo contrattualistico, della Ragion di Stato e del liberalismo. Essi furono spesso accomunati come una minaccia per l'ordine morale e politico. Per Machiavelli e per Spinoza questo ordine non esiste, è solo una chimera frutto di rapporti di forza che si affermano con le armi ma anche con le parole, cioè attraverso la superstizione e l'ignoranza, poiché anche le parole sono armi. Realismo, conflitto e moltitudine sono gli assi portanti seguendo i quali l'autore attraversa il pensiero di Machiavelli e Spinoza, nell'invito a compiere l'"autopsia" del politico agli albori dell'età moderna.

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Tumulti e indignatio. Conflitto, diritto e moltitudine in Machiavelli e Spinoza acquistano anche Il sangue e la memoria di Egidio Ceccato € 13.63
Tumulti e indignatio. Conflitto, diritto e moltitudine in Machiavelli e Spinoza
aggiungi
Il sangue e la memoria
aggiungi
€ 34.75

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Le radici dell'anatomia politica, 21-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ottima analisi che evidenzia la contrapposizione tra due maestri che hanno gettato le basi della scienza sociale. Politica e metafisica si intrecciano delineando quelli che sono gli aspetti più significativi e rilevanti dell'arte di governare. Innumerevoli e significativi i riferimenti che riconducono alle opere originali dei due pensatori e che ne consentono una rilettura nuova e attuale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO