€ 16.00
PDF protetto da Adobe DRM
Download immediato
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Watchmen: tra la Golden Age e la guerra civile dei supereroi

Watchmen: tra la Golden Age e la guerra civile dei supereroi

di Marco Scarpa


Download immediato
  • Tipologia: Tesi di Laurea di primo livello
  • Anno accademico: 2009/2010
  • Relatore: Mariapia Comand
  • Relatore: Mariapia Comand
  • Università: Università degli Studi di Udine
  • Facoltà: Lettere e Filosofia
  • Corso: Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo
  • Cattedra: Sceneggiatura
  • Lingua: Italiano
  • Formato: PDF
  • Protezione: Adobe DRM (richiede software gratuito Adobe Digital Edition)
Scrivere una tesi di laurea su un fumetto può sembrare insolito, lo ammetto. Ma anche Watchmen, tutto sommato, è un fumetto insolito. Di sicuro non è il classico fumetto di supereroi. Anzi, in questo caso i supereroi sono visti da uno strano punto di vista. Per la prima volta, infatti, vengono guardati dalla loro prospettiva storica: di comʼerano le loro storie e le loro caratteristiche prima di Watchmen; ci si chiede come potrebbero diventare dopo. Ma non solo. I supereroi sono, fin dalla loro nascita, in sintonia con i periodi storici che attraversano. O forse lo sono i loro autori. Ciò non toglie che la loro storia sia corsa parallelamente alla nostra, talvolta in ritardo o talvolta in anticipo ma complessivamente sono andate di pari passo. Watchmen si pone un quesito fondamentale, cioè come sarebbe stata la nostra storia se fossero esistiti veramente degli eroi mascherati o, addirittura, degli esseri superumani. Ma che cosa vuol dire in realtà avere dei superpoteri? Possono realmente, questi, aiutare una persona a fare del bene? O semplicemente il troppo potere la scombussolerebbe a tal punto da non riconoscere più i confini del bene e del male? E comʼè la visione del mondo di un supereroe? Comʼè la sua percezione delle cose? Quali sono i suoi sentimenti? Che cosa spinge un uomo a mettersi in maschera e combattere il crimine? Ma, soprattutto, perché mettersi una maschera? Quali sono le sue motivazioni e le sue ambizioni? Come riescono le persone normali ad accettare tutto questo? Come riescono ad accettare lʼesistenza di esseri che possono tutto al pari di Dio? Inoltre, è utile conoscere quale sia il periodo storico in cui Watchmen è stato scritto, poiché, se è vero che il mondo di Watchmen è sostanzialmente diverso dal nostro, in che cosa è realmente diverso e quali sono, invece, i punti di contatto con la nostra realtà?