€ 24.00
PDF protetto da Adobe DRM
Download immediato
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La degustazione enologica. Contributo terminografico in portoghese e italiano.

La degustazione enologica. Contributo terminografico in portoghese e italiano.

di Silvia Liguori


Download immediato
  • Tipologia: Tesi di Laurea di secondo livello / magistrale
  • Anno accademico: 2016/2017
  • Relatore: Prof. Salvador Pippa
  • Correlatore: Prof.sa Elisabetta Bonvino
  • Relatore: Prof. Salvador Pippa
  • Università: Università degli Studi Roma Tre
  • Facoltà: Lettere e Filosofia
  • Corso: lingue moderne per la comunicazione internazionale
  • Cattedra: Lingua e traduzione portoghese e brasiliana
  • Lingua: Italiano
  • Formato: PDF
  • Protezione: Adobe DRM (richiede software gratuito Adobe Digital Edition)
La scelta di questo lavoro di tesi è dovuta a un interesse crescente verso la degustazione, approfondito tramite la partecipazione a quattro corsi di “avvicinamento step-by-step” all’analisi sensoriale di un vino dell’Umbria: il Sagrantino di Montefalco. Questi corsi sono stati condotti da sommelier professionisti che non solo hanno scelto con cura, ogni volta, i vini per l’assaggio, ma hanno anche utilizzato un linguaggio ufficiale per introdurre gli iscritti a una“lingua speciale”, come parte rilevante di un processo conoscitivo del vino e della degustazione enologica. Ogni “lingua speciale” è omogenea al suo interno ma non è un sistema chiuso, in quanto vive di continui interscambi tra tecnicismi di altre aree specialistiche. Anche la lingua del vino è un linguaggio“infrasettoriale”, perché al suo interno possono convergere termini che provengono dalle lingue speciali della chimica (per esempio gli aromi olfattivi percepiti in un vino, come i frutti o le spezie, sono soltanto composti chimici che li ricordano), della biologia, o della fisica (ad esempio per spiegare alcuni fenomeni che si verificano quando ruotiamo un bicchiere di vino), così come del diritto e della burocrazia (per esempio, i vari disciplinari, veri e propri regolamenti con valenza giuridica, che stabiliscono le regole di produzione di un vino). La tesi è stata realizzata allo scopo di offrire un contributo terminologico nel settore enologico e, in particolare, della degustazione. Si tratta di un lavoro concepito per chiunque lavori nell’ambito della degustazione e che necessiti di una conoscenza dei termini specialistici usati non solo In italia, ma anche in Portogallo e in una certa misura in brasile. Nella prima parte dell’elaborato sono stati descritti l’obiettivo, la metodologia di ricerca terminologica adottata, i contesti definitori e le relazioni tra concetti, la fase di raccolta terminografica, fino all’estrazione dei termini e alla compilazione delle schede terminografiche bilingui. Nella seconda parte si è proceduto a presentare l’ambito prescelto tramite un excursus storico sulla degustazione enologica e sulla figura del sommelier nel tempo. Si è proseguito con un confronto tra la degustazione enologica in Italia e in Portogallo e le rispettive figure di riferimento. Successivamente, sono state illustrate alcune tipologie di degustazione enologica, con particolare enfasi sulle fasi di svolgimento di un’analisi sensoriale professionale e sui principali strumenti con cui essa si svolge, sia a livello professionale che amatoriale. L’ultima parte del lavoro è dedicata alla compilazione delle schede terminografiche, precedute da un glossario bilingue da utilizzare sia come indice, che per visualizzare agevolmente un equivalente dei termini analizzati. Si ritiene che questo lavoro potrà contribuire a facilitare l’interscambio e la comunicazione, scritta e orale, fra tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di enologia e in particolare di degustazione nello spazio italofono e lusofono.