€ 16.00
PDF protetto da Adobe DRM
Download immediato
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Il linguaggio non verbale della menzogna.
Dallanalisi di Telling lies alla panoramica sulla menzogna nel mondo arabo.

Il linguaggio non verbale della menzogna. Dall'analisi di "Telling lies" alla panoramica sulla menzogna nel mondo arabo.

di Karima Sahbani


Download immediato
  • Tipologia: Tesi di Laurea di primo livello
  • Anno accademico: 2014/2015
  • Relatore: Giuseppe Balirano
  • Relatore: Giuseppe Balirano
  • Università: Università degli Studi di Napoli "L'Orientale"
  • Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  • Corso: mediazione linguistica e culturale
  • Cattedra: lingua e linguistica e inglese-l/lin 12
  • Lingua: Italiano
  • Formato: PDF
  • Protezione: Adobe DRM (richiede software gratuito Adobe Digital Edition)
Lo scopo della mia tesi è quello di porre l'attenzione sul linguaggio non verbale della menzogna e sulla "lie detection", la scienza di individuazione dell'inganno nata da meno di quarant'anni. L'elaborato è strutturato in quattro capitoli. nel primo capitolo ho innanzitutto fornito una descrizione della comunicazione includendo l'etimologia del termine, gli elementi fondamentali dell'atto comunicativo: mittente, destinatario, messaggio, contesto, canale. Ho poi descritto i tre livelli della comunicazione: verbale, paraverbale e non verbale. Il primo livello ha a che fare con la scelta e l'uso delle parole; il secondo con il tono, ritmo, volume e timbro della conversazione e l'ultimo livello con tutto ciò che è inerente la gestualità, la postura. Successivamente ho presentato le teorie di paul ekman, pioniere nell'individuazione e nell'analisi delle espresssioni facciali. Nel secondo capitolo ho analizzato la menzogna sulla scia delle teorie di Paul Ekman. Ho parlato degli indizi di falso forniti da corpo, voce, viso, parole e sistema nervoso autonomo. Nel terzo capitolo ho presentato un'analisi traduttiva dei sottotitoli della serie televisiva "Lie to me", nata in seguito al successo del libro "Telling lies. Clues to deceit in the marketplace, politics and marriage", punto focale della scienza della "deception detection". Per tale analisi mi sono servita delle strategie traduttive illustrate da Baker, Malone e Gottlieb. Nell'ultimo capitolo ho discusso del modo di mentire nel mondo arabo. Ho innanzitutto fatto una distinzione tra high-context cultures e low-context cultures e poi ho presentato il concetto di taqiyya.