€ 24.00
PDF protetto da Adobe DRM
Download immediato
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La componente organica del seston nel lago di Ganzirri: qualità e valore nutrizionale come risorsa ambientale

La componente organica del seston nel lago di Ganzirri: qualità e valore nutrizionale come risorsa ambientale

di Marilena Sanfilippo


Download immediato
  • Tipologia: Tesi vecchio ordinamento
  • Anno accademico: 1998/1999
  • Relatore: Giuseppa Pulicanò
  • Correlatore: Antonio Manganaro
  • Relatore: Giuseppa Pulicanò
  • Università: Università degli Studi di Messina
  • Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  • Corso: Scienze Biologiche
  • Cattedra: oceanografia chimica
  • Lingua: Italiano
  • Formato: PDF
  • Protezione: Adobe DRM (richiede software gratuito Adobe Digital Edition)
Questa tesi è stata svolta nel contesto di un programma nazionale interuniversitario cofinanziato dal m. U. R. S. T. (40%) per gli anni 1998-2000, avente titolo: “conservazione della biodiversità e gestione sostenibile dei biotopi salmastri delle coste italiane”, coordinatore scientifico nazionale il prof. Silvano focardi (università di siena), responsabile scientifico dell’unità di ricerca locale la prof. Ssa teresa luciana maugeri (università di messina). Nello specifico il programma svolto dall’unità di ricerca dell’università di messina, ha sviluppato la seguente tematica: “analisi - studio - progettazione per una fruizione ecocompatibile degli ambienti salmastri costieri di ganzirri e faro (sicilia nord-orientale)”. il programma ha comportato l’intervento di diverse unità operative rappresentanti competenze specifiche nei diversi campi d’indagine (idrologia, parametri fisico-chimici, valutazione del carico organico dell’ambiente attraverso misure di bod e cod, valutazione di metalli pesanti sia sulle acque che sugli organismi, studi biochimici, citologici e fisiologici su vari organismi, componenti microbiologiche con valutazioni sia del batterioplancton sia di organismi indice delle condizioni igienico-sanitarie, valutazione dello stato trofico delle acque, analisi quali-quantitativa del fitoplancton, composizione faunistica bentonica dei sedimenti, ittiofauna). Nello specifico il programma svolto dall’unità di ricerca dell’università di messina, ha sviluppato la seguente tematica: “analisi - studio - progettazione per una fruizione ecocompatibile degli ambienti salmastri costieri di ganzirri e faro (sicilia nord-orientale)”. Il programma in generale si proponeva di conseguire i seguenti risultati: 1. Mettere in luce le cause di alterazione ambientale per i due laghi; 2. Proporre possibili interventi per migliorare le condizioni dell’ecosistema lagunare, sotto l’aspetto igienico-sanitario e di qualità delle acque; 3. Proporre progetti di riqualificazione degli impianti di acquacoltura e molluschicoltura con riconversioni a basso impatto ambientale; 4. Proporre progetti per attuare il ripopolamento attivo; 5. Proporre progetti finalizzati a possibili fruizioni ecocompatibili con attività turistiche e/o sportive. la mia tesi di laurea si è inserita nel programma dell’università di messina, con particolare riferimento ai punti 2 e 3. numerosi studi sono stati condotti riguardo al seston sulle lagune costiere, enfatizzando principalmente il ruolo svolto dalle fluttuazioni non prevedibili dei fattori fisici su quantità, composizione in taglia e funzione delle particelle in sospensione, ma soltanto pochi autori si sono occupati del ruolo della composizione biochimica della sostanza in sospensione come principale fattore di regolazione del flusso di materiale ed energia nella catena trofica degli ecosistemi lagunari. Questa tesi, in particolare, ha sviluppato proprio la tematica della composizione biochimica e della distribuzione spaziale del seston, cioè del materiale in sospensione nelle acque, studiandolo nelle sue componenti per stabilire il ruolo quantitativa delle frazioni del carbonio organico nel ciclo della sostanza in sospensione nelle acque. Il tutto finalizzato all'acquisizione di nuove informazioni sia sotto l’aspetto di componente ambientale che di substrato nutritivo per gli organismi filtratori, caratteristici dei laghi di capo peloro, tenendo sicuramente conto di parametri fisiologici degli organismi considerati come fruitori, cioè del loro tasso di assunzione del substrato e del loro fattore di conversione in biomassa viva a partire dalle masse o dalle energie assunte attraverso il cibo. I dati ricavati dallo studio effettuato nell’ambito di questa tesi rappresentano un punto di partenza per valutare come la qualità e il valore nutrizionale della componente organica del seston possano sostenere ipotesi di allevamento o di potenziamento di un allevamento già in atto di organismi filtratori, presenti nell’ambiente o introdotti dall’uomo per usi commerciali.