€ 24.00
PDF protetto da Adobe DRM
Download immediato
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Sviluppo e analisi di sensori ottici integrati interferometrici per la valutazione degli effetti indiretti delle scariche elettrostatiche

Sviluppo e analisi di sensori ottici integrati interferometrici per la valutazione degli effetti indiretti delle scariche elettrostatiche

di Francesco Frascella


Download immediato
  • Tipologia: Tesi vecchio ordinamento
  • Anno accademico: 1998/1999
  • Relatore: Marco De Sario
  • Relatore: Marco De Sario
  • Università: Politecnico di Bari
  • Facoltà: Ingegneria
  • Corso: Ingegneria Elettronica
  • Cattedra: Microonde
  • Lingua: Italiano
  • Formato: PDF
  • Protezione: Adobe DRM (richiede software gratuito Adobe Digital Edition)
Nel mio lavoro di tesi mi sono occupato degli effetti indiretti delle scariche elettrostatiche. A tal fine, ho sviluppato e analizzato un sensore elettroottico integrato di campo elettrico basato su un interferometro Mach-Zehnder per la misura delle interferenze elettromagnetiche irradiate da una scarica. La forma d'onda delle correnti di scarica ha un tempo di salita inferiore al nanosecondo; di conseguenza, i campi irradiati hanno uno spettro che si estende di molto nei GHz. Il sensore elettroottico considerato ha una configurazione interferometrica di Mach-Zehnder e nel mio lavoro di tesi ho ottenuto caratteristiche migliori variando la segmentazione degli elettrodi. Infatti, ho sostituito la segmentazione uniforme utilizzata in letteratura con lunghezze dei segmenti diverse tra loro. Queste lunghezze sono state scelte pari alla lunghezza degli archi di una parabola aventi uguale proiezione sull'asse x. Variando la parabola è possibile accentuare la diversità delle lunghezze. I risultati ottenuti con il metodo dei momenti mostrano un guadagno di sensibilità superiore a quello della segmentazione uniforme per tutti i gradi di segmentazione dell'elettrodo considerati. Il guadagno massimo, in particolare, è stato ottenuto nel caso di 12 segmenti ed è pari a 13.2 dB con un incremento rispetto al caso uniforme di 1.9 dB. Considerata una funzione esponenziale e non parabolica, ho trovato che le lunghezze dei segmenti dell'elettrodo risultavano uguali a quelle del caso uniforme. Visti i buoni risultati raggiunti con la segmentazione a parabola precedente, ho pensato a un'altra configurazione con lunghezze dei segmenti che variano in modo parabolico. In questo caso le simulazioni numeriche dimostrano un più marcato aumento della sensibilità per ogni grado di segmentazione considerato. In media l'incremento del guadagno di sensibilità per i diversi gradi di segmentazione è stato di circa 3.6 dB. Il guadagno massimo di sensibilità è ottenuto con un grado di segmentazione pari a 10 ed è di 15.5 dB; i corrispondenti valori nel caso uniforme sono 12 e 11.3 dB. Il sensore progettato, in definitiva, ha un incremento del guadagno massimo pari a 4.2 dB ed è interessante notare che tale incremento è ottenuto con un minore grado di segmentazione.